mondiali 2022
Fonte: Instagram @aficioncentral

Con l’inizio delle qualificazioni ai Mondiali 2022, il Sudamerica torna a fornire nomi molto interessanti in chiave futura: ecco i 5 talenti da seguire

In Sudamerica è iniziato lo sprint verso i Mondiali 2022. Le qualificazioni del subcontinente sono le più appassionanti del mondo per via del format, un girone unico all’italiana, ma soprattutto per l’equilibrio che negli anni si è formato dietro alla tre grandi dell’America Latina.

BREDA RACCONTA CAPUTO: “NAZIONALE ED EUROPEI GRAZIE ALL’ENTELLA”

Non solo Argentina, Brasile e Uruguay, ma anche realtà medio-piccole che, grazie all’approdo di tecnici europei, sono cresciute a livello di club e, di conseguenza, regalato al grande palcoscenico diversi giovani di talento.

QATAR 2022, MESSI E RIVOLUZIONE: COME RIPARTE L’ARGENTINA?

Moises Caicedo – 2001, Ecuador

I suoi 79 minuti giocati sul prato de La Bombonera lasciano intendere che siamo di fronte a un calciatore differente. Moises Caicedo è la nuova stellina del calcio ecuadoriano: a 18 anni il suo nome è già sulla bocca di tutti grazie all’esplosione precoce nell’Independiente del Valle, una delle realtà di spicco del calcio locale.

MONDIALI 2022, ZONA CONMEBOL: IL PROGRAMMA

Centrocampista centrale che ama giostrare sul centro-sinistra, Caicedo è già un punto di forza della prima squadra, con la quale quest’anno sta facendo grandi cose anche in Copa Libertadores. Profilo completo, abile in entrambe le fasi di gioco, dotato di un temperamente forte nonostante l’età e con un feeling già discreto con il gol. Monchi ha già annusato l’affare e vorrebbe portarlo a Siviglia. Il calciatore, che si ispira a Kanté, nel frattempo ha già provveduto a rinnovare con la IDV fino al 2023.

CICCIO CAPUTO E ALTRI 5 ATTACCANTI ESPLOSI TARDI

Brian Rodriguez – 2000, Uruguay

Si chiama Brian Rodriguez la nuova sensazione del calcio uruguayano. Il suo nome si è costantemente riproposto anche durante l’ultima sessione di mercato, con il Torino che se lo è visto proposto dalll’agente Betancourt. Classe 2000, ha giocato titolare nel vittorioso esordio della Celeste contro il Cile: Tabarez, che lo stima molto, lo ha schierato largo a destra in un 4-2-3-1 a trazione anteriore.

INFORTUNIO BENALI, QUANDO RIENTRA E TEMPI DI RECUPERO

Cresciuto nel vivaio del Peñarol, nell’estate del 2019 è stato acquistato per oltre 10 milioni di euro dai Los Angeles FC, neonata franchigia di MLS. L’idea è quella di sbarcare in Europa al più presto: esterno abile nel dribbling e nella giocata individuale, Rodriguez ha potenzialità ancora inesplorate pronte a essere scovate. Può giocare da esterno alto ma adattarsi a punta. Nonostante la giovane età, ha già messo assieme quasi 60 presenze da professionista e si candida come nome nuovo ai Mondiali 2022.

HATEM BEN ARFA, RIPARTIRE ANCORA

Jhon Lucumi – 1998, Colombia

Un contratto in scadenza nel 2022 rende Jhon Lucumi, oltre a uno dei migliori talenti colombiani in rampa di lancio, anche un’occasione di mercato da non perdere. Gioca in Belgio, nel Genk, ma è cresciuto in patria nel sempre florido vivaio del Deportivo Cali. Pagato solo 2,5 milioni di euro, in Belgio ha già messo insieme quasi 70 presenze ed è pronto a misurarsi con un contesto più competitivo.

RINFORZARSI RISPARMIANDO: COME È ANDATO IL MERCATO DEL PSG

Nato come terzino sinistro, Lucumi ha spostato il suo raggio d’azione in mezzo alla difesa con l’approdo nel professionismo: i suoi 186 centimetri in altezza lo rendono un profilo particolarmente abile nel gioco aereo, mentre la muscolatura esplosiva gli permette di essere efficace sull’avversario. Piedi non educatissimi, ma grande carattere: nella nazionale maggiore è chiuso da Murillo, Mina e Sanchez ma, con i Mondiali 2022 alle porte, il futuro è dalla sua parte.

PROBABILI FORMAZIONI 2020 21 | COME GIOCANO LE 20 DI SERIE A

Yeferson Soteldo – 1997, Venezuela

Indicare il venezuelano più talentuoso in circolazione, per come sta performando in questo preciso periodo storico Yangel Herrera, diventa esercizio troppo semplice. Così la slot in chiave Vinotinto è più corretto giocarsela su Yeferson Soteldo, trequartista formato tascabile – nel vero senso della parola: è alto solo 160 centimetri – che attualmente milita nel Santos, in Brasile.

L’ULTIMO FOLLE GIORNO DI MERCATO DEL MANCHESTER UNITED

Non essendo aiutato dal fisico, Soteldo sfrutta la sua tecnica di base molto sviluppata e una rapidità nel breve che lo rendono immarcabile. Ambidestro, ama partire decentrato sulla sinistra per poi convergere al centro, devastando l’avversario con i suoi movimenti tra le linee. La sua maturazione è coincisa con l’incontro con Jorge Sampaoli, suo allenatore al Santos, che ha incanalato il suo talento grezzo mettendolo a servizio della squadra.

WYLAN CYPRIEN, IL NUOVO METRONOMO DEL PARMA

Gabriel Menino – 2000, Brasile

Nella lista delle convocazioni del Brasile che avvia il suo cammino verso i Mondiali 2022, Tite ha inserito anche Gabriel Menino. Il ventenne sta facendo grandi cose con la maglia del Palmeiras, club nel quale è cresciuto e si è consacrato sia in ambito locale che internazionale.

Le sue prestazioni in Copa Libertadores non sono infatti passate inosservate, a tal punto che in Spagna e Portogallo alcuni club hanno già chiesto notizie al club paulista.

MAXIME BUSI AL PARMA, CARATTERISTICHE E RUOLO

Fresco di rinnovo fino al 2024, Gabriel Menino è un mediano che nasce come terzino e, più in generale, sa ricoprire più o meno con efficacia tutte le posizioni sul versante destro del campo.

La notizia è che, pur essendo brasiliano, si fa maggiormente notare per come si muove senza palla nei piedi, leggendo bene tutte le situazioni di gioco e, soprattutto, aiutando molto la fase difensiva della squadra. Le sue prestazioni hanno fatto stropicciare gli occhi anche a Tite, che lo ha premiato con la convocazione.

AMER GOJAK, IL NUOVO 10 DEL TORINO

Mondiali 2022, zona Conmebol: i 5 talenti da seguire

  • Moises Caicedo – 2001, Ecuador, Independiente del Valle
  • Brian Rodriguez – 2000, Uruguay, Los Angeles FC
  • Jhon Lucumi – 1998, Colombia, Genk
  • Yeferson Soteldo – 1997, Venezuela, Santos
  • Gabriel Menino – 2000, Brasile, Palmeiras

Per restare sempre aggiornati, seguici su InstagramFacebookYoutube e Twitter