psg
Fonte: Instagram @psg

Riscatto di Icardi a parte, il PSG ha condotto un calciomercato a basso costo, inserendo nello scacchiere di Tuchel alcune pedine molto interessanti

Quando si parla di PSG e calciomercato, il concetto di low cost è sempre abbastanza fluido. Negli ultimi anni, la compagine parigina ha investito tanto e portato nella capitale francese fior fior di campioni. Nel farlo, ha anche indispettivo spesso la UEFA, che di recente ha aperto più indagini riguardanti varie ipotetiche infrazioni al sistema del Fair Play Finanziario, senza peraltro a oggi rilevare irregolarità. Il PSG, come tutte le altre big d’Europa, ha faticato a riprendersi nel post lockdown.

IL SORPRENDENTE AUGSBURG DI HEIKO HERRLICH

Per questo motivo la mini sessione estiva è stata portata avanti cercando di cogliere occasioni a basso costo. Infatti, leggendo le operazioni in entrata del PSG ci si può fare un’idea sbagliata, e fermarsi solamente al dato – 61 milioni di euro sborsati per rimpolpare la rosa a disposizione di Tuchel – potrebbe deviare l’opinione dall’effettivo lavoro fatto da Leonardo. Infatti, 50 di questi milioni sono stati utilizzati per riscattare Mauro Icardi.

L’ULTIMO FOLLE GIORNO DI MERCATO DEL MANCHESTER UNITED

PSG, il paradosso Icardi

CALCIOMERCATO, GLI SVINCOLATI DI LUSSO ANCORA DISPONIBILI

Il che, chiariamolo, rischia di diventare uno dei paradossi di mercato più clamoroso. Infatti, il PSG ha comprato a titolo definitivo un centravanti che ha sì segnato tanto, se ci fermiamo a osservare i meri numeri, ma che contestualmente non si è rivelato una risorsa tatticamente adatta per il gioco del tecnico tedesco. Che, infatti, nelle partite decisive della stagione lo ha sempre lasciato fuori.

DAVID GINOLA, IL ‘BELLO E MALEDETTO’ DEL CALCIO FRANCESE

E allora perché il PSG ha ‘sprecato’ 50 milioni per Icardi? La prima ipotesi potrebbe riguardare il fatto che, sebbene formalmente con l’Inter si sia parlato solo di diritto di riscatto, per una sorta di gentlemen agreement i parigini si siano sentiti obbligati ad acquistarlo, mantenendosi così in buoni rapporti con la controparte per eventuali affari futuri. O, in alternativa, Icardi può essere semplicemente uno delle decine di errori di valutazioni fatti dal PSG da quando c’è lo sceicco al comando.

WYLAN CYPRIEN, IL NUOVO METRONOMO DEL PARMA

Un calciomercato low profile

Basso profilo e costi contenuti. Se ci dimentichiamo un attimo dell’incomprensibile riscatto di Icardi, infatti, scopriamo che il PSG in entrata ha investito soltanto 11 milioni di euro, diventando la società meno attiva della top 10 secondo il ranking europeo per club. Con 6 di questi milioni, quindi oltre il 50% del budget stanziato, i parigini hanno riscattato Sergio Rico dal Siviglia, blindando in maniera definitiva la porta.

INFORTUNIO MUSSO, QUANDO RIENTRA E TEMPI DI RECUPERO

Il vero colpo però rischia di essere Danilo Pereira: arrivato dal Porto in prestito oneroso per 4 milioni di euro, il centrocampista lusitano da tempo meritava l’occasione di misurarsi in un contesto più competitivo rispetto a quello dei Dragoni. Danilo Pereira aggiunge muscoli e centimetri a una mediana mediamente leggera e può essere il vertice basso ideale per dare più libertà in impostazione a Verratti e Gueyè

CALCIOMERCATO, I 5 ACQUISTI PIÙ IMPORTANTI DELLA PREMIER LEAGUE

I tre colpi a costo (quasi) zero

L’ultimo giorno di mercato del PSG ha poi portato in dote Moise Kean e Rafinha, pedine utili a rimpolpare un reparto avanzato che ha perso Cavani e Choupo Moting. Il centravanti italiano arriva in prestito gratuito dall’Everton ed è stato soffiato alla Juventus, che ne caldeggiava il ritorno, mentre il brasiliano è un’occasione che si è presentata proprio sul gong.

PROBABILI FORMAZIONI 2020 21 | COME GIOCANO LE 20 DI SERIE A

Infine, parrebbe interessante anche l’innesto di Alessandro Florenzi, che ha già segnato il suo primo gol con i colori parigini. Schierato da terzino, è arrivato in prestito a 1 milione di euro e può diventare un jolly molto prezioso.

Insomma, con un centrale difensivo in più il mercato del PSG sarebbe stato quasi perfetto, ma in confronto alle ultime sessioni costellate di spese esagerate per profili normali, c’è comunque di che essere moderatamente soddisfatti.

Per restare sempre aggiornati, seguici su InstagramFacebookYoutube e Twitter