maxime busi
Fonte: Instagram @stopetiro

Nell’ambito di un processo di svecchiamento, il Parma ha acquistato il giovane belga Maxime Busi: già nazionale, può essere un’occasione in chiave Fantacalcio

Se amate il Fantacalcio e dovete ancora completare la vostra squadra, l’ultimo giorno di mercato potrebbe avervi regalato delle imbeccate molto interessanti. Una di queste è senza dubbio Maxime Busi, terzino destro che il Parma ha acquistato dallo Sporting Charleroi in cambio di 7,5 milioni di euro, qualche spicciolo in più rispetto a quelli chiesti al Torino nella scorsa sessione invernale.

CALCIOMERCATO, I 5 ACQUISTI PIÙ IMPORTANTI DELLA SERIE A

Poco prima del lockdown, infatti, Busi aveva rinnovato il proprio vincolo con il club belga, in modo tale da poter essere piazzato meglio. Classe 1999, ha firmato con i Ducali fino al 2025 e la sensazione è che, una volta sbarcato in Serie A, non ci metterà molto a conquistare la fiducia di Fabio Liverani. Oltre a ciò, va detto che il profilo di Busi è perfettamente in linea con il nuovo corso societario del Parma.

CALCIOMERCATO, I 5 ACQUISTI PIÙ IMPORTANTI IN LIGUE 1

WYLAN CYPRIEN, IL NUOVO METRONOMO DEL PARMA

Busi al Parma: caratteristiche, ruolo e dove giocherà con Liverani

Maxime Busi ha ampie prospettive davanti a sé. Liverani lo utilizzerà nel ruolo di terzino destro, ricoperto sia allo Charleroi che nelle varie rappresentative giovanili del Belgio, nonostante in questi anni si sia talvolta adattato da mezzala destra. Possiede grandi capacità di spinta e può giocare anche qualche metro più avanti, ma in generale la sensazione è che a livello tattico sia ancora ampiamente modellabile.

MAXIME LOPEZ, IL NEMICO DI BIELSA APPRODA AL SASSUOLO

Nonostante fosse sul mercato, in questa prima parte di stagione ha sempre giocato da titolare. Destro naturale, deve un po’ migliorare nella metà campo avversaria e nella lettura delle situazioni di gioco, oltre che nei numeri messi insieme negli ultimi trenta metri. Nonostante sia un profilo tutto sommato propositivo, in 43 presenze con lo Charleroi non ha mai segnato e fornito un solo assist.

CALCIOMERCATO, I 5 ACQUISTI DI LIGA PIÙ IMPORTANTI

Maxime Busi, dati e statistiche: un’occasione per il Fantacalcio

Entrando un pochino più nello specifico, di Busi si può dire che ha ancora ampi margini di miglioramento. Secondo i dati Sofascore tende ancora troppo a ricercare il lancio lungo – ne effettua 6.38 a partita – ma, soprattutto, è parecchio impreciso nelle poche occasioni in cui trova il fondo per andare al cross (ne completa solo il 25% di quelli effettuati). Sempre secondo le statistiche della scorsa stagione, vince il 55% dei contrasti e porta a compimento il 54% dei dribbling tentati.

L’ATALANTA PIAZZA IL COLPO: AMAD TRAORÈ AL MANCHESTER UNITED

Numeri che da soli vogliono dire poco, ma che uniti ci restituiscono un calciatore che si sta ancora formando. Per il calcio di possesso e palleggio che ha in mente Liverani serve un salto di qualità, che potrebbe comunque arrivare anche nel breve periodo. Media è anche la sua interpretazione della fase difensiva, con circa il 36% di palle perse nella propria metà campo ma, contestualmente, anche il 27% di palloni strappati nella metà avversaria.

JOSÈ CALLEJON, QUALITÀ E SACRIFICIO PER LA FIORENTINA

Dato importante, quest’ultimo, per squadre che giocano con un baricentro molto alto. Insomma, Maxime Busi sicuramente è un prospetto sul quale si può pensare di aver investito bene. Il resto starà a lui e a Fabio Liverani, chiamato a Parma per dare un po’ di freschezza dopo il triennio D’Aversa e, soprattutto, valorizzare i tanti giovani acquistati dalla nuova proprietà.

ERIC GARCIA, IL CENTRALE CHE PUÒ RIVOLUZIONARE IL MANCHESTER CITY

Un talento precoce

Maxime Busi ha iniziato con il calcio sin da bambino e i primi calci li ha tirati in una piccola realtà dell’hinterland di Liegi, città multietnica nella quale è nato 21 anni fa. Dopo un breve passaggio allo Standard, uno dei settori giovanili più importanti del paese, si è consacrato a livello under 14 con il Saint-Truiden, per poi accettare la proposta dello Sporting Charleroi nel 2018.

ALLA JUVENTUS SERVE FEDERICO CHIESA?

Con i bianconeri ha esordito in Jupiler League e, soprattutto, si è guadagnato la prima convocazione in Nazionale. Il commissario tecnico Martinez lo tiene in grande considerazione e, l’impressione attuale, è che il ruolo di terzino destro del futuro nei Diables Rouges sarà cosa di Busi e Salamaekers. Nel frattempo Parma rappresenta un’ottima sfida per testarsi a livello top, e per guadagnarsi – perché no – la chiamata al prossimo Europeo.

Infortunio Musso | quando rientra | tempi di recupero

Per restare sempre aggiornati, seguici su InstagramFacebook, YoutubeTwitter