HomeCalcio EsteroShakhtar Donetsk Roma, come gioca l’avversaria in Europa League 2020/2021

Shakhtar Donetsk Roma, come gioca l’avversaria in Europa League 2020/2021

Sarà lo Shakhtar Donetsk l’avversaria della Roma agli ottavi di Europa League. Scopriamo come giocano gli ucraini

LEGGI ANCHE: Infortunio Dzeko | quando rientra | tempi di recupero

Ennesimo incrocio con l’Italia per lo Shakhtar Donetsk, già avversario dell’Atalanta l’anno scorso in Champions e poi semifinalista di Europa League, quando fu eliminato dall’Inter. In questa stagione, gli ucraini si sono poi vendicati proprio dei nerazzurri nei girone di Champions League, relegando gli uomini di Conte al quarto posto.

LEGGI ANCHE: Infortunio Veretout | quando rientra | tempi di recupero

Campione d’Ucraina, lo Shakhtar Donetsk è una squadra nota per la grande quantità di talento brasiliano in rosa e per il suo gioco propositivo, oltre che per una lunga esperienza europea messa assieme in questi anni. Ma scopriamo qualcosa di più sui rivali della Roma.

Come gioca lo Shakhtar Donetsk

LEGGI ANCHE: Shakhtar-Inter: come sono cambiati gli ucraini in due mesi

LEGGI ANCHE: Abbiamo finalmente una data per Juventus Napoli

In panchina siede ancora Luis Castro, il 49enne portoghese formatosi nel settore giovanile del Porto, arrivato in Ucraina nell’estate del 2019 per sostituire il connazionale Paulo Fonseca, che oggi allena proprio la Roma.

Un allenatore che predilige un gioco corale e offensivo, in piena tradizione Shakhtar, e che sta costruendo una squadra giovane ma allo stesso tempo solida. Nel girone di Champions League, Castro ha dimostrato di saper anche modificare radicalmente il proprio approccio tattico: contro l’Inter, memore della pesante sconfitta dell’anno precedente, ha saputo impostare una gara più accorta, strappando due volte lo 0-0.

LEGGI ANCHE: Koopmeiners, l’agente: ‘Ama l’Italia ed è pronto per il salto…’

Invece, con uno stile più spregiudicato e verticale, lo Shakhtar Donetsk ha inflitto due pesanti sconfitte al Real Madrid (3-2 al Bernabeu, 2-0 in casa). Brillano ovviamente le giovani stelle brasiliane Dodo, Maycon, Marcos Antonio e soprattutto Tete, che a 21 anni è già il pezzo più pregiato della rosa. Tra i giovani non va inoltre dimentico l’israeliano Manor Solomon, tra le rivelazioni della stagione.

Non manca neppure l’esperienza, apportata da elementi (sempre brasiliani) come Alan Patrick, Taison e Junior Moraes, oltre a Konoplyanka, tra i leader carismatici della parte ucraina dello spogliatoio, di cui fanno parte anche Stepanenko e, ovviamente, il centrale difensivo Mykola Matvienko.

LEGGI ANCHE: Roma, arriva il rinnovo di Ibanez fino al 2025

Come arriva alla sfida con la Roma

La performance dello Shakhtar Donetsk nel girone di Champions League è stata in realtà molto altalenante: agli ottimi risultati contro Inter e Real Madrid, gli ucraini hanno alternato due debacle contro il Borussia Monchengladbach (10 gol subiti e zero segnati in due partite), che dimostrano la vulnerabilità della squadra.

Il passaggio dei sedicesimi di Europa League è stato comunque agevole (3-0 complessivo al modesto Maccabi Tel-Aviv) confermando che si tratta di una squadra che rende al meglio negli scontri a eliminazione diretta.

LEGGI ANCHE: Pellegrini contestato: il motivo dello striscione sul capitano della Roma

Infatti, anche in campionato le cose non stanno andando benissimo: lo Shakhtar Donetsk si trova infatti al secondo posto dietro alla Dinamo Kiev (anche se di un solo punto) a sette partite dalla fine. Dalla sua, i ragazzi di Luis Castro possono vantare di essere ancora imbattuti, ma non recuperare la prima posizione significherebbe perdere un titolo che conquistano da quattro stagioni consecutive, e che hanno vinto 13 volte nell’ultimo ventennio.

LEGGI ANCHE: Chi è Jahkeele Marshall-Rutty, baby fenomeno nel mirino della Juventus

A complicare le cose per lo Shakhtar Donetsk c’è anche il fatto che il mercato di gennaio ha portato via alla rosa uno dei suoi elementi più interessanti, il centrocampista Viktor Kovalenko, acquistato dall’Atalanta. Nessun acquisto è stato fatto per supplire alla sua partenza, e Luis Castro dovrà quindi affrontare la Roma e un delicato finale di stagione facendo a meno di una pedina molto importante.

LEGGI ANCHE: Via Gomez, arriva Kovalenko: l’Atalanta riparte dall’ucraino dello Shakhtar

Quando si gioca

L’andata tra Shakhtar Donetsk e Roma si giocherà giovedì 11 marzo a Roma, mentre il ritorno avrà luogo una settimana dopo, giovedì 18 marzo, in Ucraina. Il giorno seguente, invece, verranno sorteggiati gli accoppiamenti per i quarti e le semifinali dell’Europa League. Bisognerà attendere la prossima settimane per conoscere gli orari delle partite.

L’ultimo precedente tra le due squadre risale a un altro ottavo di finale, quello della Champions League 2017/2018, con Fonseca sulla panchina degli ucraini, che si imposero 2-1 all’andata in casa. Al ritorno, invece, la Roma vinse 1-0 e ottenne il passaggio del turno.

LEGGI ANCHE: Manchester United Milan, come gioca l’avversaria in Europa League 2020/21

Seguici sul nostro sito, resta aggiornato CLICCA QUI e contattaci sui nostri social: Instagram, Facebook, Twitter e Flipboard!

Valerio Moggia
Valerio Moggia
Nato a Novara nel 1989, è il curatore del blog Pallonate in Faccia, ha scritto per Vice Italia e Rivista Undici, e collabora con la rivista digitale Linea Mediana.

Articoli recenti