HomeIn Primo PianoPellegrini contestato: il motivo dello striscione sul capitano della Roma

Pellegrini contestato: il motivo dello striscione sul capitano della Roma

Roma, striscione Pellegrini: è aperta contestazione contro il capitano giallorosso, a causa di un post social che lo vede assieme a Ciro Immobile. Ma sotto le critiche a Lorenzo Pellegrini potrebbe esserci qualcosa di più

LEGGI ANCHE: Che cosa sta succedendo alla Roma

Uno striscione contro Lorenzo Pellegrini è apparso nel pomeriggio di domenica, poche ore prima della sfida di campionato poi pareggiata 0-0 dai giallorossi in casa del Benevento. “Pellegrini non è il mio capitano” recitava lo striscione, esposto da alcuni tifosi in una zona di Roma.

LEGGI ANCHE: Quale ruolo ricopriva Maurizio Lombardo alla Juventus

Il messaggio è rimbalzato così sui social, divenendo argomento di discussione nella già complicata situazione interna che la Roma sta vivendo di recente. Oltre alle voci critiche, però, c’è anche chi ha difeso Pellegrini. Ma quali sono le motivazioni dietro il gesto dei tifosi?

Striscione Pellegrini: i motivi della contestazione

LEGGI ANCHE: Renato Tapia, la Juventus guarda al peruviano del Celta per la mediana

Sabato scorso, l’attaccante della Lazio Ciro Immobile ha compiuto 31 anni e Lorenzo Pellegrini ne ha approfittato per postare sui social una foto dei due insieme e augurare al collega un buon compleanno, chiamandolo “fratello”.

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da Lorenzo Pellegrini (@lorepelle7)

Nulla di strano, visto che i due sono notoriamente amici: negli anni, sono spesso andati a cena assieme, hanno fatto una vacanza alle Maldive, e i rispettivi figli sono nati a pochi giorni di distanza nella stessa clinica. Ma Immobile è la stella della Lazio, e ad alcuni tifosi giallorossi questa cosa non è andata giù.

LEGGI ANCHE: L’evoluzione di Lorenzo Pellegrini

La questione si inserisce però anche nei rapporti interni alla Roma. Prima dell’esposizione dello striscione Pellegrini aveva da poco raccolto la fascia di capitano della Roma da Edin Dzeko, il cui rapporto con l’allenatore Fonseca è entrato in crisi e ha portato anche a un breve allontanemento del bosniaco dalla rosa titolare. Anche in questo caso, quindi, ci sarebbe chi, nel tifo giallorosso, non ha preso bene la decisione del tecnico portoghese.

Roma, arriva il rinnovo di Ibanez fino al 2025

Striscione Pellegrini, chi lo ha realizzato

Responsabile dello striscione contro Pellegrini è la Brigata De Falchi, un gruppo della Curva Sud romanista intitolato ad Antonio De Falchi, 19enne tifoso della Roma pestato a morte da dei tifosi milanisti il 4 giugno 1989, prima di una partita di campionato.

LEGGI ANCHE: Braga-Roma, come gioca l’avversaria di Europa League dei giallorossi

Tuttavia, molti altri tifosi non hanno condiviso la contestazione verso il capitano della Roma, e anzi hanno duramente criticato lo striscione e i suoi realizzatori sui social.

La Roma e la questione del capitano

Essere capitano della Roma non è una cosa da poco, visto che la società giallorossa ha saputo costruirsi negli anni la fama di un club che punta molto sul proprio settore giovanile e che da esso attinge di generazione in generazione per trovare il giocatore destinato a indossare la fascia del capitano.

LEGGI ANCHE: La Roma cambia sponsor: ufficiale l’accordo con New Balance

È successo con tanti nomi importanti, come Agostino Di Bartolomei, Francesco Totti e Daniele De Rossi, ma di recente le cose si sono un po’ complicate. Alessandro Florenzi sembrava destinato a ereditare la fascia da De Rossi, ma il suo rapporto con la Curva Sud si ruppe nel corso del 2018, portando a contestazioni sempre più pesanti contro l’allora capitano, accusato di essere un traditore (“Togliti la fascia, Florenzi trenta denari” fu un coro urlatogli contro durante un’amichevole col Latina”).

Le contestazioni contro Florenzi portarono la Roma a mettere in attesa il rinnovo del contratto e poi a cederlo in prestito prima al Valencia, nel gennaio 2020, e poi al PSG, dove gioca tutt’ora, facendo passare la fascia a Dzeko. Comunque, nonostante lo striscione Pellegrini ieri sera è sceso in campo da capitano contro il Benevento.

LEGGI ANCHE: Conte ha capito (finalmente) come ottimizzare la sua Inter

Seguici sul nostro sito, resta aggiornato CLICCA QUI e contattaci sui nostri social: Instagram, Facebook, Twitter e Flipboard!

Valerio Moggia
Valerio Moggia
Nato a Novara nel 1989, è il curatore del blog Pallonate in Faccia, ha scritto per Vice Italia e Rivista Undici, e collabora con la rivista digitale Linea Mediana.

Articoli recenti