Gabriel Menino
Fonte: Instagram @gabrielmenino00

Gabriel Menino è la nuova proposta di casa Palmeiras: Tite lo adora, il Real Madrid lo ha messo nel mirino per affiancarlo al suo idolo Casemiro

Mentre il Real Madrid cerca un sostituto per Casemiro, o almeno un profilo che sia in grado di raccoglierne l’eredità in futuro, la nazionale brasiliana mette in vetrina l’ennesimo talento da tenere sott’occhio. Si chiama Gabriel Menino, ha 20 anni, gioca nel Palmeiras e per il commissario tecnico Tite rappresenta il mediano del futuro della Seleçao.

Le partite di oggi in tv: a che ora e dove vedere

Infatti, il ct lo ha già inserito stabilmente nella sua lista dei convocati. Per le partite contro Venezuela e Uruguay, vista l’indisponibilità di Casemiro causa infortunio, Gabriel Menino avrebbe ampliato le proprie possibilità di inanellare qualche minuto in campo. Ma, per questa volta, dovrà aspettare vista la positività al Coronavirus riscontrata nel ritiro della nazionale.

Nations League: regolamento, gironi e classifiche

Poco male, perché di occasioni ne avrà ancora parecchie: “Mi spiace molto non aver potuto dare il mio contributo – ha detto il calciatore, ora costretto in isolamento fiduciario causa quarantena – non vedo l’ora di poter tornare ad allenarmi”. Il prossimo step è tirarsi a lucido per la Copa Libertadores, nella quale il suo Palmeiras è impegnato in un ottavo di finale molto complicato contro la matricola Delfin.

Calciatori positivi Serie A | la lista | diversi i contagi

Il sogno Real Madrid e l’idolo Casemiro

I destini di Gabriel Menino e Casemiro sembrerebbero comunque legati a doppio filo. Infatti, in un’intervista rilasciata a Diario As, il centrocampista del Palmeiras ha parlato del suo collega madridista come di un ‘modello da seguire per umiltà, abnegazione e stile di gioco’, e del Real Madrid come un club ‘nel quale tutti sognano di giocare’.

Coronavirus, l’impatto sul calciomercato: dati e confronti

“So che guardano molto al Brasile – ha detto Gabriel Menino, riferendosi ai recenti acquisti di Vinicius Junior, Rodrygo e Reinier – ripercorrere i loro passi per me sarebbe il massimo”. Al Palmeiras sta crescendo sotto le ali protettive di Felipe Melo, uno che di Europa e vittorie se ne intende. E, per farlo giocare, l’ormai ex tecnico del Palmeiras Luxemburgo ha retrocesso definitivamente quest’ultimo in difesa.

L’Italia dei gregari sta funzionando bene

Il gioiello del Palmeiras

Gabriel Menino è nato a Morungaba, un piccolo centro nei sobborghi di Campinas, e il calcio lo ha avuto nel sangue sin da piccolo. Il padre, infatti, è stato un onesto giocatore che ha speso quasi interamente la carriera nel Guaranì. Anche il giovane di casa ha cominciato dalle parti dell’Estadio Brinco de Ouro, ma ci si è fermato pochissimo. Il Palmeiras, intuendone le potenzialità, lo blocca all’età di 16 anni.

Mondiali 2022, qualificazioni Conmebol: risultati, calendario, classifica e dove vederle in tv

Al Palestra Italia, Gabriel brucia le tappe: prima l’esordio sotto età con l’under 17, poi le tante presenze con i pari età del Brasile, infine la trasformazione in perno della Canarinha under 20 e della selezione che, l’estate prossima, andrà a giocarsi l’oro olimpico a Tokyo. Nel 2020 ha già messo insieme più di 20 presenze tra campionato, Libertadores e Copa do Brasil.

Football Manager 2021, intervista a Panoz: “Un gioco per chiunque ami il calcio”

Il suo gol al Bolivar, l’unico della stagione, ha fatto il giro del continente arrivando fino in Europa. Il Palmeiras se lo coccola e incassa i sondaggi delle big d’Europa, con il Real Madrid in prima file. Ma Gabriel resta umile: “So che qualcuno ha chiesto di me – ha detto – ma ho dei compagni di squadra come Patrick de Paula e Gabriel Veron che meritano molta più attenzione del sottoscritto”.

Giacomo Murelli, chi è il vice di Pioli al Milan che marcava Maradona

Gabriel Menino, caratteristiche e ruolo del post Casemiro

Ma che tipologia di calciatore è Gabriel Menino? Nato come difensore centrale, si è spostato molto presto avanti di qualche metro, diventando quello che in Sudamerica viene comunemente definito ‘volante’. Un mediano che ama muoversi davanti alla difesa e abbinare con efficacia le due fasi di gioco. In fase di non possesso scherma bene la difesa, in costruzione si propone spesso dietro la prima linea di pressing a dettare il passaggio.

Gli inizi, la gloria e la crisi: Roberto Firmino deve ritrovarsi

Nella metà campo offensiva deve migliorare, così come nella lettura di alcune situazioni di gioco. Rispetto a Casemiro, gli manca qualche abilità balistica da fuori area, ma a San Paolo assicurano che il ragazzo ci sta lavorando. Nel Palmeiras viene impiegato come unico mediano davanti alla difesa o, alternativamente, nel ruolo di centrocampista centrale affiancato a un ‘costruttore’ di gioco.

Mondiali 2022: i 5 talenti sudamericani da seguire

Fisicamente è ben messo, sfiorando il metro e 80 in altezza e possedendo una buona struttura muscolare. Destro naturale, con Luxemburgo ha provato ad adattarsi qualche metro più avanti, nel ruolo di trequartista, senza però ottenere grandi risposte.

Infortunio Lovato | quando rientra | tempi di recupero

Retrocesso nuovamente in mediana, ha ripreso a macinare chilometri (è il centrocampista del Palmeiras che macina più chilometri medi a partita). A San Paolo lo adorano, ma sono rassegnati a perderlo. Gennaio o estate, poco importa: il destino di Gabriel Menino è l’Europa.

Liverpool, SOS difesa: i 5 “osservati speciali” per gennaio

Per restare sempre aggiornati, seguici su Instagram Facebook