HomeSerie APerché Milik non sta giocando nel Napoli?

Perché Milik non sta giocando nel Napoli?

Il Napoli è a corto di attaccanti, ma non può schierare Milik: ecco i motivi del mancato impiego dell’attaccante polacco

Il Napoli e Arkadiusz Milik vivono ormai da separati in casa, impossibilitati a ricongiungersi anche temporaneamente per il bene degli azzurri. La formazione allenata da Rino Gattuso ha infatti problemi di organico a livello offensivo. All’infortunio di Osimhen si è aggiunto quello di Dries Mertens nel corso della sfida contro l’Inter, che ha lasciato in eredità anche la squalifica di Insigne.

Partite di oggi in tv: a che ora e dove vedere

Tre assenze che riducono al minimo il reparto offensivo partenopeo, composto da Petagna, Lozano, Politano e Llorente (attaccante mai utilizzato in stagione e con la valigia pronta già da diverse settimane). Il roster degli attaccanti del Napoli dovrebbe comprendere anche Milik, arrivato sotto il Vesuvio nel 2016 per sostituire Higuain. Il polacco però, al di là del suo futuro, non può essere preso in considerazione da Gattuso.

Calciatori positivi Serie A | la lista | i contagi

Perché Milik non gioca?

Il motivo del mancato impiego del giocatore polacco non è né legato a infortuni né ad un mancato feeling con l’allenatore, ma è di carattere regolamentare. Milik, infatti, non è stato inserito né nella lista Serie A né in quella per affrontare l’Europa League. Queste liste comprendono entrambe 25 giocatori, devono essere comunicate entro le ore 12 del giorno che precede la prima gara ufficiale e possono essere modificate entro le 23.59 del giorno successivo alla chiusura del mercato estivo.

Lista Serie A: come funziona, criteri e regolamento

Milik
Fonte: @arekmilik9 (Twitter)

Ulteriori modifiche possono arrivare con la riapertura del mercato invernale e, per quanto riguarda la lista Uefa, prima che ricominci la competizione europea (che vedrà il Napoli opposto al Granada nei sedicesimi di Europa League). Una dinamica, quindi, che impedisce a Gattuso di poter utilizzare Milik anche in questo momento di difficoltà sul piano degli attaccanti a disposizione.

Inter-Napoli, l’espulsione di Insigne e i vaffa da tollerare

Milik via dal Napoli a gennaio? Le pretendenti e le richieste die partenopei

Per il centravanti polacco, è inevitabile che si concretizzerà una cessione nel corso del mercato invernale. Già nella sessione estiva, Milik aveva avuto delle offerte sia dall’Italia che dall’estero. La prima pretendente è stata la Juventus, che sembrava vicina al giocatore prima della conclusione della scorsa stagione, In seguito i bianconeri hanno virato su altri obiettivi (sfiorando Suarez e Dzeko e alla fine chiudendo l’acquisto di Morata). Poi è stata la volta della Roma, che avrebbe accolto Milik in caso di cessione di Dzeko alla Juve: due trattative saltate in sequenza. Neanche la corte di Fiorentina e Tottenham ha allontanato Milik da Napoli.

Granada-Napoli: come gioca l’avversaria in Europa League

Con la riapertura del mercato, il club partenopeo cercherà di piazzare il proprio tesserato per non perderlo in estate a parametro zero. Sembra che la Juventus sia tornata alla carica per Milik, ingaggiando un duello di mercato con l’Atletico Madrid. Il Napoli ha chiesto 18 milioni di euro per il cartellino dell’attaccante: cifra ritenuta alta dai due club pretendenti, considerando che in estate va in scadenza.

Fantacalcio: 5 giocatori da acquistare a gennaio

Al di là della sua destinazione, Milik sarà certamente uno dei pezzi pregiati della finestra invernale di mercato. Potrebbe così concludersi l’esperienza al Napoli dell’attaccante polacco. Un’esperienza in cui ha totalizzato 38 gol in 93 presenze e vinto una Coppa Italia (nella scorsa stagione, ai rigori contro la Juventus).

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da Arek Milik (@arekmilik)

Seguici sul nostro sito, resta aggiornato CLICCA QUI e contattaci sui nostri social: InstagramFacebookTwitter e Flipboard!

Avatar
Paolo Lora Lamia
Classe ’92, ho la vocazione del giornalismo sportivo fin dall’adolescenza. Adoro il calcio, la sua storia e una narrazione sportiva tesa ad emozionare più che a creare polemiche. Giornalista pubblicista dal 2019, cofondatore di Mondoprimavera.com, collaboratore presso Gruppo GEDI e La Giovane Italia e opinionista sportivo per Toscana TV. Ho un debole per il calcio inglese (e per il Liverpool in particolare).

Articoli recenti