HomeCuriositàFantacalcio: 5 calciatori da acquistare a gennaio

Fantacalcio: 5 calciatori da acquistare a gennaio

Cinque calciatori per un Fantacalcio in ascesa da gennaio in avanti: quali sono i giocatori che nella seconda parte di stagione potrebbero rappresentare delle vere e proprie stelle? 

IL CROTONE PUÒ SPERARE DI SALVARSI?

Manca sempre meno all’asta di riparazione e, escludendo gli acquisti che nella sessione invernale arriveranno in Italia dall’estero, c’è chi dalle retrovie delle classifiche già medita riguardo quali innesti poter regalare alla propria squadra per una rimonta che oggi sembra impossibile. 

FANTACALCIO: I MIGLIORI COLPI A UNO DEL RECENTE PASSATO

Qui abbiamo stilato una lista di cinque calciatori, più tre bonus di cui abbiamo ampiamente parlato nel corso di questi primi mesi di stagione, che da gennaio avranno vita nuova nel campionato di Serie A: dalle conferme inaspettate, alle partenze annunciate, ecco i nostri nomi per la seconda parte di stagione. 

FANTACALCIO: I CINQUE COLPI DEL PASSATO PRESI A UNO

Morten Thorsby

I centrocampisti che giocano tanto sono da sempre essenziali al Fantacalcio e Morten Thorsby è diventato imprescindibile per Claudio Ranieri alla Sampdoria. Dopo le 23 partite della scorsa stagione, condite anche da un gol e un assist, il centrocampista norvegese ha preso per mano la Sampdoria confermandosi come fondamentale per il tecnico. 

CANDREVA ESCLUSO DALLA SAMPDORIA: COSA STA SUCCEDENDO

Classe ’96 con 11 gare di Serie A e due gol all’attivo in questa stagione, Morten Thorsby sarà uno dei centrocampisti di sicuro rendimento nella seconda parte di stagione, con Ranieri che vorrà chiedere qualcosa in più alla sua Sampdoria con ambizioni di una classifica da confermare anche dopo il mercato di gennaio. 

Al fantacalcio sarà uno degli acquisti da portare a poco prezzo, pronto all’uso e di affidabilità quasi certo: un affare. 

Piotr Zielinski

Del polacco che ha eletto Napoli come propria casa dal lontano 2014 si sono scritti fiumi di parole e il suo rendimento, al limite tra il campione e la promessa, ha sempre lasciato tutti col fiato sospeso. 

IL NAPOLI NON SI È ACCORTO DELL’ASSENZA DI OSIMEHN

Zielinski è tornato, come confermato dal gol contro il Crotone e dalla titolarità contro Sampdoria e Inter stando solo alle ultime tre gare del campionato degli azzurri. Gattuso conta molto su di lui – vista anche l’involuzione di Fabian Ruiz – e per questo, dopo un mese di rodaggio in cui riuscirà finalmente ad allenarsi con i compagni, nella seconda parte di stagione ci aspettiamo che incida sulle sorti del Napoli e, perché no, anche del vostro fantacalcio. 

Matteo Pessina 

Alzi la mano chi è rimasto deluso dal rendimento fantacalcistico di attaccanti e trequartisti a disposizione di Gasperini. Con la bomba scoppiata nello spogliatoio e la progressiva emarginazione di Gomez dalle rotazioni ecco che il fantacalcio a tinte nero-azzurre è già praticamente finito. 

MATTEO PESSINA È (GIÀ) UN TASSELLO IMPORTANTE DELL’ATALANTA

Attenzione però a dare per concluso un ciclo che vorrebbe regalarsi delle altre soddisfazioni, ed ecco perché Matteo Pessina – classe ’97 rientrato alla base dopo un anno importante all’Hellas Verona – potrebbe giocare un ruolo importante nella seconda parte di stagione. 

GOMEZ VIA DALL’ATALANTA? TRE POSSIBILI SQUADRE ADATTE AL PAPU

Gasperini lo ha sempre messo in Champions League quando ha potuto (5 presenze), mentre in campionato lo ha centellinato (anche lì, 5 presenze) dandogli modo di assimilare lo stile della Dea e di apprendere sul campo i movimenti fondamentali per tenere i ritmi dei compagni. 

Scommettiamo che nella seconda parte di stagione si renderà utile? 

Ignacio Pussetto

All’Udinese la svolta l’hanno impressa De Paul e Pereyra: col ritorno al 4-3-3  e lo svuotamento dell’infermeria di Gotti, entrambi hanno potuto giocare da interni di centrocampo, aumentando i giri del motore bianconero.  

L’UDINESE DI GOTTI: COME DIVENTA UN PROGETTO INTERESSANTE

Chi però è diventato in poco tempo un insostituibile per Gotti è certamente Ignacio Pussetto che con 8 presenze, 3 gol e 1 assist, si sta rendendo utilissimo alla causa salvezza del club dei Pozzo. Rientrato dal Watford e con un solo anno di contratto, l’argentino sta dimostrando il proprio valore come ala destra e Gotti sembra non volerne fare a meno. 

Se al fantacalcio avete bisogno di un uomo di affidabilità in vista di una seconda parte accesa, Pussetto è il vostro uomo. 

Radja Nainggolan

E alla fine arriva Radja.

Molto probabilmente il ninja andrà via da un’Inter che può fare benissimo a meno di lui – almeno secondo il parere di Conte – e la destinazione potrebbe essere italiana. Cagliari? Roma? Le ipotesi sono molte e tutte per ora poco concrete. Ciò che è certo è che se Nainggolan dovesse restare al fantacalcio e quindi in Serie A, sarebbe il nostro uomo su cui punteremmo per una riscossa dopo il mercato di gennaio. 

INTER FUORI DALLA CHAMPIONS: LE CAUSE DI UN FALLIMENTO

47 gol e 35 assist in 345 partite di Serie A, 33 gol e 28 assist nelle 203 gare con la Roma: numeri impressionanti per il centrocampista belga, che aspettiamo con ansia di ritrovare in campo. 

EMANUEL VIGNATO: PRIMO GOL COL BOLOGNA

Tre bonus 

Abbiamo parlato dei grandi colpi a zero della storia del fantacalcio, così come dei giovani del nostro campionato che per questa e la prossima stagione potranno far bene nelle rispettive squadre. Ma le tre vere rivelazioni di questa stagione, premesso che di Singo aspettiamo le conferme dalle prossime prestazioni, sono sicuramente Emanuel Vignato al Bologna, Tommaso Pobega allo Spezia e Gabriele Zappa al Cagliari. 

CHI È GABRIELE ZAPPA DEL CAGLIARI

Tre giocatori bonus, che stanno già dimostrando un valore incredibile per essere ai primi assaggi di Serie A. Colpi annunciati insomma, ma che non potevamo esimerci da inserire in vista dell’asta che ci sarà tra qualche settimana. 

TOMMASO POBEGA: CARATTERISTICHE E RUOLO

Seguici sul nostro sito, resta aggiornato CLICCA QUI e contattaci sui nostri social: Instagram, Facebook, Twitter e Flipboard!

33aeecd594d2eeb9bd0035f81f7dddd7?s=90&d=mm&r=g
Simone Mannarino
Classe '94 e laureato in Storia all'Università Statale di Milano, ama il calcio in ogni sua forma ed espressione. Alla costante ricerca di storie da raccontare che permettano di andare oltre ciò che vediamo tutte le domeniche.

Articoli recenti