infortunio Mertens
Infortunio Mertens Foto dal web

Situazione infortunio Mertens. L’attaccante belga deve lasciare il campo alla mezzora del match Napoli-Udinese. Come sta la punta recordman di gol in maglia azzurra.

Ha chiesto il cambio per infortunio Mertens durante la partita Napoli-Udinese. Il match è finito con la vittoria dei padroni di casa per 2-1, capaci di ribaltare il vantaggio iniziale degli ospiti siglato al 22′ da Rodrigo De Paul. L’1-1 è arrivato grazie ad Arkadiusz Milik, che aveva rimpiazzato proprio Mertens al 31′, segnando poi pochi secondi dopo al primo pallone toccato. Il belga aveva chiesto la sostituzione a Gattuso a seguito di un intervento molto duro realizzato dal difensore brasiliano dell’Udinese, Rodrigo Beçao. Il sudamericano ha colpito duro il numero 14 del Napoli da dietro, che subito si è lasciato andare in una smorfia di dolore. Poi Mertens ha lasciato il campo per destinazione vistostamente claudicante, con una andatura zoppicante.

BONUCCI INFORTUNIO | QUANDO RIENTRA | TEMPI DI RECUPERO

 

Infortunio Mertens, la situazione dell’attaccante del Napoli

Le sensazioni comunque non sono del tutto negative, a distanza di qualche ora. Infatti il giocatore ha comunque raggiunto gli spogliatoi con le proprie forze. E la sua andatura è andata comunque lievemente migliorando passo dopo passo. La sensazione è che si tratti solamente di un duro colpo capace di lasciare una sensazione di dolore solo al momento. Il Napoli farà svolgere al proprio giocatore gli esami strumentali del caso da parte del suo staff medico.

Già nella giornata di lunedì 20 luglio se ne saprà di più sui tempi di recupero. Possibile che il calciatore sia recuperabile già per Parma-Napoli del giorno 22 luglio. Anche perché Milik si è fatto ammonire ed era in diffida, quindi sarà squalificato. Altrimenti si ritiene che la contusione del belga possa essere smaltibile comunque nel giro di una settimana.

VECINO INFORTUNIO | QUANDO RIENTRA | TEMPI DI RECUPERO

 

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da Dries Mertens (@driesmertens) in data: 17 Giu 2020 alle ore 6:37 PDT