Bundesliga

La Bundesliga è sempre stato un campionato dove si sono affermati alcuni dei più forti attaccanti d’Europa: da Gerd Müller a Rudi Völler, fino ad arrivare ai più recenti Aubameyang e Lewandowski, che nelle ultime stagioni ha letteralmente monopolizzato la corsa al titolo di capocannoniere. Andiamo a scoprire, quindi, i migliori marcatori della storia della Bundesliga.

Tutti i gol di Cristiano Ronaldo

10. Klaus Allofs

Bundesliga

Se solo lo avesse voluto, Klaus Allofs sarebbe potuto essere la punta di diamante di un qualsiasi top club europeo. Il suo animo tranquillo, però, ha avuto la meglio, impedendogli di esprimere le sue grandi qualità anche ad alti livelli: nel corso della sua carriera, divisa fra Fortuna Düsseldorf, Colonia e Werder Brema (con una parentesi biennale al Marsiglia), Allofs ha segnato 177 gol, che lo hanno portato a diventare uno dei bomber più prolifici della Bundesliga.

PERCHÉ BARTOMEU È STATO IL PEGGIOR PRESIDENTE POSSIBILE PER IL BARCELLONA

9. Dieter Müller

Bundesliga

Il cognome è di quelli che hanno lasciato un segno indelebile nella storia del calcio tedesco. E Dieter Müller, anche se non ha mai raggiunto la fama dei suoi omonimi Gerd e Thomas, rimane uno dei migliori marcatori della storia della Bundesliga: sono 177 i gol realizzati in 303 partite giocate fra Colonia, Stoccarda, Saarbrücken e Kickers Offenbach. Tutte squadre di livello mediocre, che proprio Dieter ha portato in alto, vincendo un campionato e due DFB-Pokal con la maglia dei Caproni.

PARTITE DI OGGI IN TV

8. Stefan Kuntz

Bundesliga

Dopo Allofs e Müller, troviamo un altro bomber che non ha giocato nelle “solite” giganti del calcio tedesco: Stefan Kuntz, infatti, ha diviso la sua carriera fra Bochum, Bayer Uerdingen, Arminia Bielefeld e Kaiserslautern, con cui ha vinto il Meisterschale nella stagione 1990-1991, realizzando in totale 179 gol. Kuntz, inoltre, ha avuto un ruolo fondamentale nella vittoria della nazionale tedesca a Euro 1996, avendo segnato il gol del pareggio nella semifinale contro l’Inghilterra.

L’ATLETICO SORRIDE: É TORNATO JOAO FELIX

7. Ulf Kirsten

Bundesliga

181 gol realizzati, 350 partite giocate in Bundesliga. Eppure, nonostante queste statistiche da bandiera del calcio tedesco, Ulf Kirsten non è mai stato un giocatore particolarmente apprezzato in Germania, soprattutto a causa di un passato decisamente turbolento e controverso (si suppone sia stato un agente della Stasi, la polizia politica dell’ex Germania dell’Est). Ciononostante, il suo eccezionale fiuto del gol, abbinato ad un’elevazione sopra la norma, gli ha permesso di diventare un punto di riferimento imprescindibile tanto per il Bayer Leverkusen quanto per la nazionale tedesca.

MARCUS THURAM: IL FIGLIO D’ARTE CHE HA CASTIGATO IL REAL MADRID

6. Claudio Pizarro

Bundesliga

Con 197 gol segnati, Claudio Pizarro è il secondo miglior marcatore straniero della storia della Bundesliga. Per i suoi ex tifosi (si è ritirato al termine dell’ultima stagione, a 41 anni), però, il “Pizza” è sempre stato qualcosa di più importante: una vera istituzione, un pezzo fondamentale della storia del Werder Brema e del Bayern Monaco, con cui ha vinto praticamente tutto, sia in Europa che in Germania.

CINQUE TALENTI DEL CAMPIONATO PRIMAVERA

5. Manfred Burgsmüller

Bundesliga

Quando nel 2019 è stato ritrovato morto nel suo appartamento, tutti i tifosi del Borussia Dortmund si sono stretti in un simbolico abbraccio, per dare l’ultimo addio a quella che a tutti gli effetti è stata una delle più grandi leggende offensive giallonere. Attaccante dotato di grande atletismo o eventualmente mezzala d’inserimento, Manfred Burgsmüller ha realizzato 213 gol nel corso della sua lunga carriera, giocando solamente tre partite con la maglia della nazionale tedesca.

ALLENATORI SVINCOLATI, DA POCHETTINO AD ALLEGRI: LA TOP 10

4. Jupp Heynckes

Bundesliga

I più giovani, probabilmente, se lo ricorderanno come l’allenatore che nella stagione 2012-2013 condusse il Bayern Monaco in cima al mondo, alla veneranda età di 68 anni. Gli appassionati di Bundesliga, invece, sapranno che Jupp Heynckes è stato uno dei più grandi attaccanti della storia del calcio tedesco, capace di realizzare, con le maglie di Hannover e Borussia Mönchengladbach, 220 gol in 369 partite. Di lui si ricordano le impressionanti qualità offensive e il grandissimo carisma, che, non a caso, gli permise di diventare uno degli allenatori più vincenti della storia del Bayern.

PIRLO E GLI ALTRI: I GIOVANI ALLENATORI SONO INADATTI AI TOPO CLUB ITALIANI?

3. Robert Lewandowski

Bundesliga

246 gol, 68 assist, 326 partite giocate. Una media di un gol ogni 105 minuti. Robert Lewandowski non ha certo bisogno di presentazioni. Dopotutto, è uno dei più grandi attaccanti (se non il più grande) della nostra epoca. Un fuoriclasse assoluto, capace di trascinare le proprie squadre a suon di gol, assist e giocate di altissimo livello, che lo hanno reso il leader assoluto tanto del Borussia Dortmund quanto del Bayern Monaco, che con il suo acquisto a parametro zero ha probabilmente fatto uno degli affari del secolo.

DALKURD, LA SQUADRA DEI RIFUGIATI DI GUERRA

2. Klaus Fischer

Bundesliga
Giancarlo Antognoni, a destra, stringe la mano a Klaus Fischer, a sinistra.

In tutta la sua quasi ventennale carriera ha vinto “solamente” due DFB-Pokal. Nei cuori dei tifosi dello Schalke, però, Klaus Fischer occupa un posto insostituibile: con 268 gol segnati (di cui 182 con la maglia dei Knappen), infatti, l’attaccante nativo di Kreuzstraßl è stato l’attaccante più forte degli 70, condividendo questo posto con l’inarrivabile Gerd Muller, che in parte ne ha oscurato la carriera con la nazionale tedesca, con cui ha esordito a soli 28 anni.

REAL SOCIEDAD, FORTE E SOTTOVALUTATA

1. Gerd Müller

Bundesliga
Gerd Muller alza al cielo di Bruxelles la Coppa dei Campioni.

Con 365 gol, non solo è il miglior marcatore della storia della Bundesliga, ma è anche l’unico giocatore di questa top 10 ad aver vinto il Pallone d’Oro. Nel 1970, infatti, il trofeo più ambito al mondo fu assegnato proprio a Gerd Müller, che paradossalmente raggiunse l’apice della sua carriera, dedicata quasi interamente al Bayern Monaco, solo negli anni successivi, riuscendo a portare i bavaresi nell’élite calcistica europea. Contemporaneamente, trascinò la nazionale tedesca in cima al mondo, vincendo prima l’Europeo e poi la Coppa del Mondo.

I migliori marcatori della storia del calcio