roma
Fonte Immagine: @officialasroma (Instagram)

Dalla vicina Svizzera all’Europa dell’Est, la Roma è stata pescata in un girone di Europa League sulla carta molto favorevole, ma con avversari che non vanno presi sottogamba. Scopriamo di più.

NAPOLI, GIRONE E AVVERSARIE IN EUROPA LEAGUE 2020 2021

Il sorteggio di Europa League ha messo la Roma in una posizione molto buona in ottica passaggio del turno: le sue tre avversarie, a dispetto dei nomi probabilmente evocativi per gli appassionati, non rappresentano oggi ostacoli particolarmente ostici. Ma meglio non sottovalutarle, soprattutto quando si tratta di insidiose trasferte est-europee, contro avversari che non hanno nulla da perdere.

DIOGO DALOT, UN PREDESTINATO AI MARGINI DELLA PREMIER LEAGUE

LE INCOGNITE DELLA ROMA

Young Boys, come gioca e formazione tipo

Due anni fa, gli svizzeri dello Young Boys sconfissero la Juventus nei gironi di Champions League, ma da allora tanta acqua è passata sotto i ponti: sono ancora i campioni in carica a livello nazionale, ma anche quest’anno sono stati buttati fuori ai preliminari di Champions (stavolta dal Midtjylland, prossimo avversario dell’Atalanta), e la rosa non sembra di livello così alto.

CHI È MARCAO, IL NUOVO OBIETTIVO IN DIFESA DELLA ROMA

Rispetto anche all’ultima stagione, il club di Berna ha perso uno dei suoi elementi fondamentali, il terzino destro 21enne Jordan Lotomba, passato al Nizza. La rosa a disposizione di Gerardo Seoane – l’ex-allenatore del Lucerna, artefice di questo periodo d’oro dello Young Boys – vanta pochi giocatori di fama internazionale, come ad esempio Miralem Sulejmani, brillante ma discontinua ala mancina che abbiamo visto all’opera con Ajax e Benfica, che però raramente parte titolare: a lui viene solitamente preferito Nicolas Ngamaleu.

Gli svizzeri sono decisamente un avversario alla portata della Roma, che però non deve sottovalutare il centravanti camerunense Jean-Pierre Nsame, punta veloce e potente, capocannoniere dell’ultimo campionato svizzero con 32 reti messe a segno in altrettante partite.

Formazione tipo: Faivre; Hefti, Camara, Lefort, Garcia; Fassnacht, Lustenberger, Sierro, Ngamaleu; Mambimbi, Nsame. Allenatore: Seoane

LUKA JOVIC PER LA ROMA, UN’OCCASIONE (DISPENDIOSA) PER LA SERIE A

Cluj, come gioca e formazione tipo

Come lo Young Boys, anche il Cluj domina da tre stagioni il suo campionato ed è ormai un nome noto dell’Europa League degli ultimi anni. In panchina può vantare un allenatore esperto come Dan Petrescu (che da giocatore ricordiamo con le maglia di Foggia, Genoa e Chelsea), che ha saputo impostare una squadra ordinata, seppur priva di talento.

IL BOOM DELL’INTER MEDIA HOUSE: UN SUCCESSO SOCIAL, NON SOLO NEI NUMERI

View this post on Instagram

📸 Galerie FOTO din victoria cu KuPS! Hai CFR! 🚂

A post shared by FC CFR 1907 Cluj (@cfrclujofficial) on

La Roma dovrà guardarsi soprattutto dal giocatore più avanzato dei rumeni, il franco-algerino Billel Omrani, non proprio un prolifico realizzatore, ma un attaccante bravo a far salire la squadra e servire gli inserimenti dei compagni. Grossi pericoli potrebbero arrivare sulle fasce, che sul fronte offensivo vedono Alexandru Paun e, soprattutto, l’esperto Ciprian Deac, numero 10 e miglior realizzatore del Cluj nell’ultimo campionato.

Se vogliamo indicare una stella, però, questo onore va al talento Cristian Manea, terzino destro di 23 anni che è già da tempo nel giro della nazionale: nel 2014, divenne il più giovane esordiente della storia della Romania, e l’anno scorso ha conquistato il terzo posto agli Europei Under-21 disputatisi proprio in Italia.

Formazione tipo: Balgradean; Manea, Paulo Vinicius, Burca, Camora; Deac, Bordeianu, Dokovic, Paun; Debeljuh, Omrani. Allenatore: Petrescu

HELLAS VERONA-ROMA, PERCHÈ È ARRIVATA LA SCONFITTA A TAVOLINO

CSKA Sofia, come gioca e formazione tipo

Il CSKA Sofia è la squadra più titolata della storia del calcio bulgaro, ma i fatti ci raccontano che da oltre un decennio è ridotta a seconda o terza forza del calcio locale, principalmente dietro al Ludogorets. Il CSKA non vince infatti il campionato dal 2008, e quattro anni fa è passato addirittura attraverso un clamoroso fallimento.

ANDREJ GALABINOV, IL BOMBER CHE NON TI ASPETTI

View this post on Instagram

🔥🔥🔥

A post shared by CSKA Sofia FC (@cskasofiafc) on

Il giocatore di maggior prestigio della rosa è il franco-senegalese Younousse Sankharé, mediano ex-PSG, Lille e Bordeaux. A dispetto del curriculum, Sankharé è un giocatore sul viale del tramonto: 31 anni e tanto talento sprecato, ha firmato per i bulgari a giugno, dopo sette mesi senza contratto. Peserà molto, probabilmente, la partenza di Evandro, 10 gol nell’ultima stagione, che ha preferito trasferirsi in Ungheria.

CALCIATORI SVINCOLATI, LA LISTA DEI MIGLIORI SENZA CONTRATTO

Altri elementi interessanti sono il colosso offensivo gambiano Ali Sowe, con una lunga carriera nelle serie minori italiane, il brasiliano Geferson, terzino sinistro o all’occorrenza centrocampista, e il portoghese Tiago Rodrigues, in passato comprimario al Porto. Per curiosità, in rosa troviamo anche un italiano: si tratta del 29enne biellese Stefano Beltrame, ex-promessa del vivaio della Juventus, che qua in Bulgaria cerca di conquistarsi un pezzo di gloria, grazie a questa prima esperienza europea.

Formazione tipo: Busatto; Galabov, Antov, Mattheij, Mazikou; Youga, Geferson; Yomov, Sankharé, Keita; Sowe. Allenatore: Belchev

ALLA JUVENTUS SERVE FEDERICO CHIESA?