Chi è Pedri, il talento del Barcellona pupillo di Messi

Pedri è una delle novità di questo inizio stagione del Barcellona. Arrivato tra l’indifferenza generale, in poco tempo è diventato titolare catturando le simpatie di Messi

Il giorno in cui Pedro Gonzalez Lopez, in arte Pedri, venne presentato alla stampa, davanti al ragazzino appena arrivato dal Las Palmas si presentarono pochissimi giornalisti. Erano giorni caldi, quelli, ma per un altro motivo: infatti, proprio mentre Pedri dichiarava il suo orgoglio nel vestire i colori blaugrana, Leo Messi mandava un avvertimento a tutto il mondo barcelonista.

Partite di oggi in tv: a che ora e dove vedere

La Pulga aveva rotto con Bartomeu, stava per andarsene al Manchester City e i tifosi, ovviamente, erano sul piede di guerra. A pochi mesi dal quella conferenza, Pedri è diventato uno dei punti fermi del Barcellona, a tal punto che lo stesso Messi – riconoscendone le doti – pare considerarlo come uno dei punti fermi della squadra che verrà.

Calciatori positivi Serie A | la lista | i contagi

pedri
Fonte immagine: @Pedri (Twitter)

Pedri, il protetto di Messi

Lavoro, abnegazione, spirito di sacrificio ma soprattutto voglia di adattarsi al nuovo contesto hanno rappresentato i valori aggiunti alla base di una conferma in un contesto particolarmente complicato. Nel quale, però, è stato bravo a inserirsi, grazie a un comportamento encomiabile dentro e fuori dal campo. Caratteristiche che, pare, avrebbero rapito Messi anche dal punto di vista umano.

Il Barcellona riparte da Oscar Mingueza

In campo, Pedri ha dimostrato di sapersi implementare molto bene alla squadra che ha in mente Koeman. Arrivato dal Las Palmas con il ruolo di esterno alto cucito addossi, il canario si è già disimpegnato più volte nel ruolo di mezzala, cominciando un percorso di evoluzione che, in futuro, potrebbe portarlo a rivestire i panni del nuovo Iniesta.

Il caso Messi sta condizionando il Barcellona

Il fisico c’è, la testa pure, le qualità non mancano e, a tratti, nemmeno la faccia tosta. In Champions League, poco dopo aver compiuto 18 anni, ha disputato un match da protagonista assoluto contro il Ferencvaros, arricchendolo con la sua prima rete internazionale. Un gioiello balistico che gli ha permesso di “farsi conoscere” anche fuori dalla Spagna, se ce ne fosse stato bisogno.

Quanti gol ha fatto Lionel Messi

Pedri, ruolo e caratteristiche: il calciatore “cerniera”

In un interessante approfondimento pubblicato su El Pais, Pedri viene definito come calciatore “cerniera”, ovvero un prototipo di giocatore capace di collegare al meglio i reparti. In questa prima parte di stagione ha svolto il ruolo di interno, trequartista ed esterno, andando ad associarsi molto bene con centrocampisti – in particolar modo de Jong, visto che parlano la stessa lingua calcistica – e attaccanti.

Messi e il grande gol con dedica a Maradona

In particolare, a oggi Messi ha ricevuto da Pedri 47 passaggi, 10 dei quali nel match contro la Real Sociedad, mentre i palloni hanno fatto il percorso inverso per 46 volte. I due si cercano tanto e spesso si trovano soprattutto tra le linee, qualità che traccia una linea di demarcazione netta tra le caratteristiche di Pedri e quelle di Coutinho, suo concorrente sulla carta.

Qatar 2022, Messi e rivoluzione: come riparte l’Argentina?

pedri
Fonte immagine: @Pedri (Twitter)

Il nuovo Iniesta

Nulla accade per caso. Già da bambino Pedri tifava fortemente per il Barcellona, tanto da avere la tessera del club ufficiale in quel di Tenerife. Strappato in extremis al Real Madrid, il classe 2002 non doveva rappresentare un acquisto per l’immediato, ma l’idea era quella di darlo in prestito per tastare il suo adattamento alla Liga. Poi è rimasto e, i risultati, sono sotto gli occhi di tutti.

Il Real Madrid è il miglior vivaio di Spagna

Koeman ci ha visto del potenziale e, il fatto che il Barcellona abbia dato il benservito a Riqui Puig, fa intendere che Pedri venga visto appunto come risorsa per il centrocampo. O, comunque, come jolly adatto a ogni contesto. Per questo sarà interessarne valutarne la crescita, magari con Messi da riferimento e una piazza che, da troppo tempo, aspettava di poter riapprezzare un talento così cristallino.

Che fine ha fatto Riqui Puig?

Seguici sul nostro sito, resta aggiornato CLICCA QUI e contattaci sui nostri social: InstagramFacebookTwitter e Flipboard!