Caso Orsato: cosa è successo e cosa dice il regolamento

Orsato è al centro delle polemiche per un errore abbastanza grossolano durante Juventus-Roma, e per le controverse parole nell’intervallo.

Leggi anche | Orsato arbitrerà l’Inter dopo tre anni

Bentornata Serie A, e bentornate polemiche arbitrali. Anche se questa volta le proteste dei tifosi della Roma sembrano decisamente giustificate, visto quanto avvenuto domenica sera nella partita persa 1-0 a Torino contro la Juventus.

Un errore che coinvolge in prima persona il direttore di gara Daniele Orsato, uno degli arbitri più stimati a livello globale: internazionale dal 2010, premiato nel 2020 dall’IFFHS come miglior arbitro al mondo e, più di recente, vincitore del Premio Stefano Farina come miglior direttore di gara della Serie A nell’ultima stagione.

Orsato in Juve Roma: cosa è successo

Leggi anche | Infortunio Boga, Dionisi spera di averlo presto a disposizione

Sfida abbastanza delicata, quella di domenica 17 ottobre: da un lato la Juventus, decima in classifica e bisognosa di punti, e dall’altro la Roma quarta, che con una vittoria avrebbe scavalcatol’Inter sul podio momentaneo del campionato. Le cose si mettono subito bene per i bianconeri, che al 16° minuto passano in vantaggio con Kean, ma poi la Roma inizia a spingere, alla ricerca del pareggio.

Il fattaccio avviene appena prima della fine dei primi 45 minuti: Abraham entra in area in dribbling, viene constrasto e la palla finisce sulla destra, dove c’è Mkhitaryan, che salta Szczesny e viene atterrato dal portiere polacco. Rigore, fischia Orsato. E non ci sarebbe nulla da eccepire se non fosse per un dettaglio: la palla rimbalza, di nuovo verso Abraham, che gira in rete. Ma ormai l’arbitro ha fischiato il rigore, che Veretout poi sbaglierà.

Leggi anche | Juventus, un top per il centrocampo: il nome scelto da Allegri

Ma ad aggravare tutto c’è un audio della discussione verificatasi pochi minuti dopo, al momento di rientrare negli spogliatoi per l’intervallo, tra Orsato e il centrocampista giallorosso Cristante. Rispondendo alle proteste del giocatore, l’arbitro giustificala sua decisione dicendo: “Il vantaggio sul rigore non si dà mai. E se non fischio? Poi dai la colpa a me perché ha sbagliato il calcio di rigore”.

Iscriviti al nostro canale YOUTUBE

Le parole di Orsato contro quelle del regolamento

Non capisco perché non fischiare dopo che finisce l’episodio. Con un fuorigioco si aspetta, oggi non lo hanno fatto” ha detto, subito dopo la partita, Mkhitaryan ai microfoni di Dazn. Una reazione che va di pari passo con quella sui social dei tifosi giallorossi, che dopo il danno subito in campo si ritrovano anche la beffa della giustificazione traballante di Orsato.

Leggi anche | Infortunio Zaniolo | quando rientra | tempi di recupero

Già, perché quanto detto dell’arbitro a Cristante non trova alcuna conferma nel regolamento, e lascia perplessi proprio per la fama e il rispetto internazionale che Orsato si è guadagnato in questi anni. Da nessun parte, infatti, la norma relativa al vantaggio prevede eccezioni di qualche tipo in caso di calcio di rigore.

 

Solo nel caso in cui il vantaggio non si concretizzi “entro 1-2 secondi”, l’arbitro deve interrompere il gioco e punire l’infrazione iniziale. Proseguendo, il regolamento sostiene che gli unici casi in cui la regola del vantaggio non si applica in situazione che riguardano un grave fallo di gioco, una condotta violenta o un’infrazione da seconda ammonizione, ma appunto “a meno che non ci sia una chiara opportunità di segnare una rete“.

Fallo di mano di Mhkitaryan?

Leggi anche | Inter e Roma puntano ad un calciatore del Tottenham

A “salvare” Orsato ci sarebbe, in un certo senso, la possibilità di un tocco di mano di Mkhitaryan in caduta dopo l’intervento da rigore di Szczesny: così nascerebbe l’occasione poi trasformata da Abraham, ma annullata dal fischio dell’arbitro, che indicava il tiro dal dischetto.

Questa ipotesi è stata riportata sia dalla Gazzetta dello Sport che da Tuttosport, spiegando che, fatto salvo l’ingiustificabile errore di Orsato, il fallo di mano del centrocampista armeno dovrebbe spegnere le polemiche romaniste sul gol “rubato”: se, infatti, fosse stato convalidato, il VAR sarebbe intervenuto per annullarlo.

Leggi anche | Infortunio De Ligt | quando rientra | tempi di recupero

Teoria, comunque, anch’essa controversa e non condivisa di tutti, a partire dal Corriere dello Sport, che ritiene il tocco di mano di Mkhitaryan involontario, essendo il giocatore in caduta dopo il fallo subito dal portiere juventino. Ad ogni modo, difficile riabilitare il direttore di gara.

Siamo su Google News: tutte le news sul calcio CLICCA QUI