Home Serie A Milik e Dzeko animano il calciomercato: i piani di Roma e Juve

Milik e Dzeko animano il calciomercato: i piani di Roma e Juve

milik
Fonte: Instagram @arekmilik @ed_dzeko

Milik alla Roma e Dzeko alla Juventus: prospettive di inserimento di due affari destinati ad animare questa sessione di calciomercato

La Roma vuole Arkadiusz Milik, la Juventus piomba su Edin Dzeko. Il calciomercato sta finalmente entrando nel vivo e anche le big italiane cominciano a muoversi con prepotenza. Il cosiddetto “valzer delle punte” è figlio di un effetto domino scatenato dall’arrivo a Napoli di Victor Osimhen e dalle parole di Gennaro Gattuso, che senza mezzi termini ha fatto capire al centravanti polacco di non ritenerlo più un elemento utile in vista del prossimo futuro.

INFORTUNIO DE LIGT: I TEMPI DI RECUPERO

Parallelamente, qualche chilometro più a nord la questione Dzeko rischia di trasformarsi in una vera e propria telenovela. Solo un anno fa il bosniaco era stato sedotto e abbandonato dall’Inter, aveva poi firmato un rinnovo multimilionario e, infine, è stato protagonista di un’annata in chiaroscuro. Le primavere cominciano a farsi sentire – quest’anno ne ha compiuti 34 -, ma alla Juventus sembra non importare: i bianconeri, come alternativa a Luis Suarez, hanno già definitivamente scelto il bosniaco.

FLORIAN THAUVIN È DIVENTATO GRANDE AL MARSIGLIA (E ORA VUOLE ANDARE VIA)

THIAGO ALCANTARA, DESTINAZIONE LIVERPOOL

Milik alla Roma: opportunità interessante, ma con riserva

Milik piace alla Roma, ma soprattutto a Paulo Fonseca, alla ricerca di un numero 9 fisicamente prestante, in grado di partecipare alla manovra e fare da referente offensivo per catalizzare più palloni possibili, aiutando la squadra a salire. Un lavoro che Dzeko svolge in maniera eccellente, ma in previsione futura i giallorossi vorrebbero trovare un’alternativa valida al pur fortissimo bosniaco. E,dal punto di vista economico, mantenere entrambi in rosa risulta impossibile.

IL PARADOSSO BENFICA

Anche per il neo presidente Dan Friedkin, che avrebbe dato l’ok alla dirigenza per fare all in proprio su Milik, vicino a trasformarsi in uno dei colpi di calciomercato dell’estate. Secondo quanto riportato nelle ultime ore, l’accordo verrebbe definito sulla base di 25 milioni di euro complessivi, suddivisi in 3 per l’apertura del prestito oneroso, 15 per il riscatto e 7 bonus. Tra le buone notizie vi è anche quella che riguarda l’ingaggio, visto che il polacco percepirebbe “solo” 4,5 milioni di euro netti.

View this post on Instagram

⚽️💪👊

A post shared by Arek Milik (@arekmilik) on

ARTURO VIDAL, COME GIOCHERÀ NELL’INTER DI ANTONIO CONTE

Un nuovo referente offensivo

L’inserimento nello scacchiere tattico di Fonseca sarebbe tutt’altro che complicato: Milik diventerebbe il centravanti titolare di una Roma che sta ancora cercando un’identità definitiva, passata – nella scorsa stagione – dal 4-2-3-1 a 3-4-2-1, entrambi sistemi che prevedono un attaccante centrale di grossa stazza in grado di dialogare efficacemente con i trequartisti, aprire spazi e fare la sponda per gli esterni.

IL NUOVO MANCHESTER UNITED DI VAN DE BEEK

L’unico neo risiede nella tenuta fisica del calciatore. Milik è reduce da due operazioni ai legamenti crociati, e alla lunga potrebbe risultare un investimento rischioso. Detto ciò, a livello tattico, Fonseca troverebbe un attaccante funzionale al suo credo calcistico, simile per caratteristiche – ma tecnicamente molto più forte – rispetto a Facundo Ferreya, valorizzato allo Shakthar Donetsk proprio dall’allenatore lusitano.

RODRIGO DE PAUL, QUAL È LA SQUADRA GIUSTA PER LUI?

Dzeko, il piano B di calciomercato della Juventus

Per quanto riguarda la Juventus, invece, prima di parlare di un ipotetico discorso legato al centravanti, va fatta una digressione specifica su Cristiano Ronaldo. Già, perché la storia che CR7 possa giocare solo con una punta in grado di muoversi e sgobbare per due è stata ampiamente smontata da Fernando Santos, ct della nazionale portoghese, dove l’ex Real Madrid agisce centralmente supportato da due esterni di ruolo, in un 4-3-3 a trazione anteriore.

LIGA 2020/21, I MIGLIORI TALENTI DA SEGUIRE

Detto ciò, Dzeko rappresenta una seconda scelta rispetto a Suarez, ma pur sempre un’opzione che rispetto al Pistolero sarebbe low cost. In più, il bosniaco conosce già la Serie A, anche se i discorsi riguardo all’ambientamento, quando si tratta di campioni, lasciano il tempo che trovano. E allora perché la Juventus considera la candidatura di Dzeko? Sicuramente per l’affidabilità di un attaccante che, anche se inserito solo nelle rotazioni, garantisce qualità realizzativa da doppia cifra.

View this post on Instagram

Guess what? ⚽️ +3

A post shared by Edin Dzeko (@ed_dzeko) on

LIGA 2020/21, ISTRUZIONI PER L’USO: GUIDA AL CAMPIONATO SPAGNOLO

Centravanti duttile

Un particolare, quest’ultimo, da non sottovalutare visto che il suo predecessore, Gonzalo Higuain, negli ultimi due anni ha avuto diversi problemi in tal senso. Poi Dzeko è anche un numero 9 molto associativo: può giocare con Ronaldo ma anche con Dybala, addirittura con entrambi adattandosi a fare il lavoro sporco. Si inserisce perfettamente in un tridente o in un attacco a due, come ai tempi di Wolfsburg e Manchester City. Insomma, è la risorsa che ogni allenatore vorrebbe.

COME GIOCANO LE SQUADRE DELLA SERIE A 2020/21

Sia Milik che Dzeko, comunque, rimangono operazioni assolutamente collegate. Se si sblocca quella del bosniaco alla Juventus, l’effetto domino colpirà tutti a cascata, permettendo anche il ricircolo di un po’ di soldi all’interno di una sessione abbastanza povera. Ma, quando manca la materia prima, ci si ingegna per uscirne. E, in tal senso, in Italia siamo maestri nel farlo. Idee, occasioni, scambi. Tra big, ma non solo: il calciomercato è appena iniziato.

View this post on Instagram

🇧🇦🇮🇹 9 @officialasroma

A post shared by Edin Dzeko (@ed_dzeko) on

L’INTER PESCA IN SVIZZERA: DAL LUCERNA ARRIVA DARIAN MALES

Per restare sempre aggiornati, seguici su Instagram e Facebook