HomeSerie AZaccagni alla Lazio: un valore aggiunto per Inzaghi?

Zaccagni alla Lazio: un valore aggiunto per Inzaghi?

Mattia Zaccagni è entrato nei radar della Lazio, intenzionata a bloccarlo già per la sessione invernale di mercato. Come si inserirebbe negli schemi di Inzaghi?

L’undicesimo turno di Serie A porta in dote un anticipo del sabato sera di tutto rispetto. Allo Stadio Olimpico la Lazio, fresca di qualificazione agli ottavi di Champions League, ospita l’ostico Hellas Verona di Ivan Juric. Il tecnico croato è stato sicuramente uno dei migliori allenatori dello scorso anno, sia per la salvezza tranquilla raggiunta alla guida di una neopromossa che, soprattutto, per i tanti talenti valorizzati.

Le partite di oggi in tv: a che ora e dove vedere

Mattia Zaccagni fa parte di questo gruppo e, probabilmente, sarà la prossima grande plusvalenza del club veneto. Il centrocampista cesenate ha iniziato molto bene la stagione, mettendo insieme già 2 gol e 4 assist in 11 apparizioni complessive tra campionato e Coppa Italia. Ovvio, quindi, che su di lui si siano accese diverse sirene.

Calciatori positivi Serie A | la lista | diversi i contagi

Una pista di mercato porterebbe proprio dritti in casa Lazio: secondo quanto trapelato sulla stampa nelle ultime ore, infatti, Zaccagni sarebbe stato oggetto di discussioni tra Alessandro Matri, collaboratore di Tare, e Tullio Tinti, già agente dello stesso Matri e oggi procuratore del veronese. Juric, nella conferenza stampa prepartita, ha aperto uno spiraglio: “Sta crescendo bene, se arriva qualcuno con tanti soldi è ovvio che ci pensi”.

Mattia Zaccagni, la creatura di Juric è finita in Nazionale

zaccagni
Fonte immagine: @ZenoEdoardo (Twitter)

Zaccagni alla Lazio: un’operazione intelligente

La prospettiva di vedere Mattia Zaccagni alla Lazio, almeno sulla carta, sembrerebbe molto stuzzicante. Il centrocampista dell’Hellas, che il club veneto scovò anni fa nel Bellaria Igea Marina, è esploso relativamente tardi ma, nell’ultimo anno e mezzo, ha decisamente scalato le tappe. Alla sua prima vera stagione da titolare in A si è affermato come uno dei migliori incursori della categoria.

Il Verona di Juric non smette di stupire

Juric lo ha utilizzato un po’ ovunque, trasformandolo in una specie di talismano. Scorrendo la sua pagina Transfermarkt, infatti, si scopre come Zaccagni – all’interno della stessa stagione – abbia ricoperto la bellezza di dieci ruoli differenti in almeno una occasione. Da laterale destro difensivo a mezzala, passando per le posizioni di trequartista, punta centrale ed esterno alto. Insomma, un vero tuttofare.

Antonin Barak, la nuova stella del Verona di Juric

zaccagni
Fonte immagine: @LigaFantasiaID (Twitter)

Come giocherebbe Zaccagni nella Lazio

Dal punto di vista economico il Verona è una bottega cara ma la Lazio, soprattutto grazie ai vari introiti derivanti dalla Champions League, potrebbe permettersi una spesa onerosa già nel mercato di gennaio. Poi, eventualmente, starà a Simone Inzaghi decidere come impiegare Zaccagni.

Antonin Barak, la nuova stella del Verona di Juric

Essendo un profilo molto duttile, è facile che alla Lazio possa ricoprire più ruoli, permettendo alla squadra di mutare abito tattico. Per esempio, potrebbe entrare senza problemi nelle rotazioni per il ruolo di mezzala, potendo adattarsi sia sul centro-destra che sul centro-sinistra. In tal senso, Zaccagni sarebbe un discreto switch per Milinkovic-Savic. Meno fisico, certo, ma più rapido nel breve.

Il Benevento è davvero attrezzato per la salvezza?

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da Mattia Zaccagni (@mattiazaccagni20_)

Ma Zaccagni può fare anche la seconda punta, posizione nella quale oggi la Lazio ha in rosa il solo Correa. Nonostante l’argentino stia sorprendentemente tenendo un buon livello di prestazione, prima o poi dovrà rifiatare, in modo tale da ritrovare smalto in vista della seconda parte di stagione. Il cesenate gli darebbe respiro, sopravanzando nelle gerarchie sia Caicedo che Muriqi, palesemente inadatti al ruolo.

Lo Spezia di Italiano non è una vittima sacrificale

Infine, perché no, visto che il modulo base della Lazio prevede due laterali a tutta fascia, durante un’eventuale emergenza Zaccagni potrebbe sistemarsi anche su una delle catene esterne. Non è un caso che il ragazzo abbia ricevuto feedback positivi da tutti. E che, contestualmente, sul mercato piaccia trasversalmente. Di certo, gennaio o meno, questi saranno i suoi ultimi mesi con la maglia del Verona.

Benassi spaventa il Verona (che ha bisogno dei suoi gol)

Seguici sul nostro sito, resta aggiornato CLICCA QUI e contattaci sui nostri social: InstagramFacebookTwitter e Flipboard!

Avatar
Andrea Bracco
Cuneese, ha fondato il primo sito di calcio sudamericano in Italia e collaborato con diverse realtà editoriali di importanza nazionale, come Ultimo Uomo e Rivista Undici. Liga e Sudamerica le sue stelle polari, il calcio minore la sua debolezza.

Articoli recenti