benassi hellas verona

Marco Benassi è un’assenza che pesa per Ivan Juric. Un infortunio che sembra più complicato del previsto

Sette punti con un solo gol fatto è il miracolo dell’aritmetica applicata al calcio. La classifica maschera le difficoltà del Verona: la squadra di Juric ha segnato appena una rete in tre partite, quella di Favilli valsa la vittoria (l’unica) con l’Udinese alla seconda giornata. L’altra è arrivata a tavolino contro la Roma. Il Verona confidava, quest’anno, nel supporto in zona realizzativa di Marco Benassi, un centrocampista dallo spiccato senso del gol per indole e caratteristiche.

JOSÉ MARIA CALLEJON, QUALITÀ E SACRIFICIO PER LA FIORENTINA

Fino a questo momento non c’è stato nessun sussulto ma solo perché il calciatore cresciuto nelle giovanili dell’Inter non ha ancora recuperato dal problema al polpaccio. Juric, recentemente, ha lanciato un SOS: “La situazione è peggiorata”. Un campanello d’allarme per il Verona che, a quanto pare, dovrà rinunciare a Benassi per almeno un altro mese. Un’assenza che col passare delle partite si fa sempre più pesante.

SHAKTHAR INTER: COME SONO CAMBIATI GLI UCRAINI IN DUE MESI

ATALANTA – AJAX, LA VETRINA DI GRAVENBERCH

Juric lancia l’allarme: il rientro di Benassi si allontana

In occasione della sfida pareggiata lunedì per 0 a 0 contro il Genoa, Ivan Juric ha così parlato della situazione legata all’indisponibilità prolungata di Benassi: “La sua assenza un guaio serio, perché su di lui puntavamo tanto, ma è arrivato con un problema al polpaccio che è peggiorato. Secondo me ne avrà ancora per un mese”.

INFORTUNIO PEZZELLA, QUANDO RIENTRA E TEMPI DI RECUPERO

INFORTUNIO DE ROON, QUANDO RIENTRA E TEMPI DI RECUPERO

Benassi, prelevato dalla Fiorentina in prestito con diritto di riscatto, si è infortunato il 5 luglio scorso in occasione della sfida vinta dai viola sul campo del Parma. Gli esami evidenziarono una lesione di secondo grado della giunzione mio-tendinea del gemello mediale della gamba destra. Da allora, non ha più visto il campo. Il suo recupero sembrava prossimo, Juric contava di poterlo riavere a disposizione per fine ottobre ma non sarà così. Servirà pazienza prima di rivederlo in campo.

Come giocherà il Verona con Benassi

Benassi, quando tornerà, sarà una pedina preziosa a disposizione di Juric. Per come gioca, il Verona fa bene ai centrocampisti a rimorchio, quelli che arrivano apparentemente in ritardo su un’azione, ma per concluderla. Potrà agire alle spalle della punta, Kalinic, nei due trequartisti, oppure come centrocampista centrale. La sua abilità in zona gol permetterà alla squadra di conquistare maggior imprevedibilità negli ultimi trenta metri. Benassi è un calciatore utile in fase di costruzione ma anche molto bravo ad inserirsi senza palla per concludere a rete.

INFORTUNIO SMALLING, QUANDO RIENTRA E TEMPI DI RECUPERO

FLUMINENSE E L’INCUBO LDU: LA MALEDIZIONE DELL’ALTURA

Fino a questo momento il Verona ha schierato sulla trequarti Tameze, Barak e il solito Zaccagni. Nessuno è riuscito a pungere ed infatti il Verona ha segnato appena un gol con Favilli. Pesa, oltre all’assenza di Benassi, che comunque dovrà dimostrare sul campo quanto di buono la sua carriera ha raccontato, l’addio di Pessina, tornato all’Atalanta. Lo scorso anno il centrocampista classe 1997 realizzò sette gol, bottino importante che, almeno sulla carta, era destinato a raccogliere.

Dall’Inter all’Hellas: la carriera di Benassi

Benassi è cresciuto nelle giovanili dell’Inter ma la società nerazzurra non lo ha mai valorizzato. Una serie di prestiti e poi l’addio. Al Torino, a partire dal 2014, si è imposto, diventando riferimento prezioso dei granata tanto da conquistare, nel 2017, l’approdo alla Fiorentina. C’è una costanze nella sua carriera: le reti.

Ha sempre segnato almeno un gol in ogni stagione. Uno anche con la maglia dell’Inter nel 2013 in Europa League contro il Cluj. Con la maglia del Torino ha collezionato 12 reti in 3 anni, con la Fiorentina lo score è stato il seguente: 5, 9 e 3 nell’ultima complicata annata, con infortunio alla trentesima giornata. Poi il Verona. Ma il debutto è ancora una volta rimandato.