Home Notizie Vinicius Jr, una giocata speciale: l’app per aiutare i bambini poveri

Vinicius Jr, una giocata speciale: l’app per aiutare i bambini poveri

Fonte: vinijr (Instagram)

Vinicius Jr sta vivendo la sua miglior stagione al Real Madrid, ma il suo impegno va ben al di là del campo da calcio, ispirandosi a Marcus Rashford per agire nel sociale.

Leggi anche | Stipendi Real Madrid, quanto vale il monte ingaggi dei Blancos

Non è semplice essere un grande calciatore, non è semplice nemmeno quando hai un grande talento e tutti si aspettano grandi cose da te a dispetto dell’età: Vinicius Jr lo sa bene, lui che a 18 anni passava dal Flamengo al Real Madrid per 45 milioni di euro, e da allora ha vissuto un po’ di alti e bassi e tante criticate esagerate per il suo rendimento.

Il calcio gli ha dato però una grande possibilità, per essere un ragazzo nato nella poverissima zona di São Gonçalo, alla periferia di Rio de Janeiro. Oggi, l’attaccante del Real ha deciso di usare le sue risorse per aiutare gli altri giovani delle famiglie povere del Brasile, seguendo l’esempio di tanti altri sportivi degli ultimi anni.

Un’app per aiutare gli studenti poveri del Brasile

Leggi anche | Il futuro del Real Madrid passa da lui: inizio top per il nuovo acquisto

Nelle ultime settimane si è parlato del giovane asso del Real Madrid per varie ragioni, dal suo ottimo avvio di stagione (5 gol e 4 assist tra Liga e Champions) alla rivelazione di Globo Esporte di uno staff di 40 persone che gestisce la sua carriera in ogni minimo aspetto. Ma Vinicius Jr è molto più di questo, come racconta un articolo pubblicato sul Guardian.

Infatti il calciatore brasiliano ha di recente dato vita all’organizzazione Instituto Vini Jr, che si occupa della lotta alle disuguaglianze in Brasile, in particolare sul fronte dell’educazione dei più giovani. Il nuovo progetto è l’app Base, realizzata a scopo educativo e che sfrutta il calcio come strumento per attirare i ragazzi e favore la loro educazione scolatica. In Brasile, infatti, l’università è gratuita, ma per accedervi è necessario aver maturato certe competenze difficilmente acquisibili nel debole sistema della scuola pubblica. Questo esclude gran parte dei poveri dalla possibilità di accesso agli studi avanzati.

Leggi anche | Ozil per il sociale: inaugurato un nuovo progetto a Bradford

In Brasile c’è un grosso problema di alfabetizzazione – spiega Vinicius Jr – Abbiamo bisogno di più dottori, avvocati e ingegneri che provengono dalle favelas”. Il punto di partenza del progetto è stata la scuola in cui lui stesso ha studiato da bambino, prima di iniziare la carriera da calciatore, e da cui spera che Base possa espandersi ad altri istituti e zone del paese.

Iscriviti al nostro canale YOUTUBE

L’app è stata sviluppata nel giro di un anno e mezzo, e finanziata interamente dal calciatore verdeoro. Comprende diversi esercizi strutturati come dei giochi a più livelli, che possono essere superati dagli studenti solo rispondendo in maniera corretta. “Ci sono molti puzzle – dice Bruna Ferreira Matos, una bambina di 8 anni che utilizza l’app – Penso che sia più facile imparare così che con i libri”.

L’impegno sociale di Vinicius Jr

Leggi anche | Marcus Rashford è diventato un’icona politica

“I ragazzi devono imparare di più sui problemi sociali nel mondo, come quelli dell’ambiente o dell’uguaglianza tra le persone” ha aggiunto il 21enne calciatore del Real Madrid. Tra le sue fonti d’ispirazione ci sono molti atleti di fama mondiale che, negli ultimi anni, hanno avviato importanti iniziative sociali, come LeBron James, Lewis Hamilton e Marcus Rashford.

“È una bella cosa unire calcio ed educazione. Inoltre, la pandemia ci ha fatto capire quanto sia importante offrire migliori condizioni alle persone nelle comunità”. L’Instituto Vini Jr è un’associazione che si regge unicamente sul finanziamento dell’attaccante, che ha già investito di tasca propria 2 milioni di reais (circa 1,9 milioni di euro) per sostenere il progetto. “Il calcio è un sogno, ma non sarebbe bellissimo se potessimo aiutare i ragazzi a uscire dalla povertà attraverso lo studio?”

Leggi anche | Il Rayo tratta male i suoi giovani: la denuncia di N’Djoli

Siamo su Google News: tutte le news sul calcio CLICCA QUI

Exit mobile version