HomeCalciomercatoFuori dai piani di Tuchel, Abraham potrebbe far gola al Milan

Fuori dai piani di Tuchel, Abraham potrebbe far gola al Milan

Abraham, giovane attaccante del Chelsea che sta trovando poco spazio nel nuovo corso di Tuchel, sembrebbe essere nel mirino del Milan

LEGGI ANCHE: Quali sono le origini di Zlatan Ibrahimovic?

Sarebbe Tammy Abraham il prossimo obiettivo nel mirino del Milan, come rinforzo in attacco. Questa l’ultima voce di calciomercato arrivata dal Telegraph, secondo cui il giocatore, poco visto al Chelsea, sarebbe seguito anche da West Ham, Leicester e Aston Villa.

LEGGI ANCHE: Quanto guadagna Ibrahimovic a Sanremo?

Per adesso si tratta, appunto, solo di una voce, e non risultano contatti od offerte tra le parti. Secondo Transfermarkt, il cartellino di Abraham varrebbe 40 milioni di euro, mentre l’attuale ingaggio dell’attaccante è pari a 2,6 milioni di sterline a stagione (sostanzialmente 3 milioni di euro). Il contratto attualmente in vigore col Chelsea scadrà solo il 30 giugno 2023.

Chi è Tammy Abraham, il gigante scuola Chelsea

LEGGI ANCHE: Perché Malen sarebbe un grande affare per il Milan

Classe 1997, Tammy Abraham è il modo con cui è comunemente noto agli appassionati, molto più comodo rispetto al suo nome completo registrato all’anagrafe inglese: Kevin Oghenetega Tamaraebi Bakumo-Abraham. Come si può immaginare dal nome, Abraham proviene da una famiglia di immigrati nigeriani, ma è nato e cresciuto a Camberwell, nella zona sud di Londra.

Il suo talento è però sempre stato sotto gli occhi di tutti, al punto da essere ammesso nell’Academy del Chelsea fin dal primissimo livello, quand’era ancora un bambino di nemmeno 8 anni. Così, ha seguito tutta la trafila delle giovanili, venendo per la prima volta aggregato agli allenamenti della prima squadra nella stagione 2015/2016 dall’allenatore Guus Hiddink.

LEGGI ANCHE: Tutti i rigori del Milan, uno per uno

Nello stesso anno era stato tra i protagonisti della Youth League vinta dal Chelsea, accanto a Mason Mount e Fikayo Tomori. Successivamente, è stato prestato al Bristol City, in Championship, dove ha vissuto una stagione eccezionale da 23 gol in 41 partite. Più difficile l’esordio in Premier League, sempre in prestito ma allo Swansea, mentre decisamente meglio è andata la seconda esperienza nella serie cadetta, nel 2018/2019 con l’Aston Villa.

Nella scorsa stagione, Frank Lampard lo ha aggiunto stabilmente alla prima squadra, nel suo progetto di rinnovamento del Chelsea, dovuto anche al blocco del mercato, e Abraham lo ha ripagato con 18 reti complessive.

LEGGI ANCHE: Tutto quello che c’è da sapere sulla cessione dell’Inter

Tammy Abraham, come gioca

Alto 190 centimetri, fisico longilineo, Abraham gioca tradizionalmente da punta centrale per via delle sue lunghe leve e del fisico robusto. Ma è anche un attaccante molto rapido e reattivo, con una discreta tecnica, che gli consente di essere impiegato all’occorrenza anche da esterno offensivo.

Si tratta di un attaccante di potenza che ha dimostrato di avere un grande fiuto del gol a dispetto della giovane età, e di saper gestire bene la pressione. In campo aperto, Abraham diventa assolutamente incontenibile.

LEGGI ANCHE: Stipendi Milan 2020/2021: quanto guadagnano i giocatori rossoneri

I problemi al Chelsea

LEGGI ANCHE: Che cos’è il fondo saudita PIF, interessato all’Inter

Già dalla scorsa estate, con acquisti pesanti – sia a livello economico che tecnico – come Havertz e Werner, era chiaro che per Abraham ci sarebbe stata competizione molto maggiore nella nuova annata. Lampard ha continuato a scommettere su di lui, ma le prestazioni del ragazzo sono calate, così come quelle di tutta la squadra, e finora ha realizzato appena 6 gol in campionato e 12 tra tutte le competizioni.

LEGGI ANCHE: Come sta andando l’avventura di Werner al Chelsea

L’arrivo di Thomas Tuchel in panchina il 26 gennaio ha avuto come principale conseguenza un netto calo di utilizzo di Abraham: da quando l’allenatore tedesco è giunto al Chelsea, il 23enne inglese ha giocato una sola partita da titolare, l’11 febbraio in FA Cup contro il Barnsley.

LEGGI ANCHE: Abbiamo una data per Juventus Napoli

Seguici sul nostro sito, resta aggiornato CLICCA QUI e contattaci sui nostri social: Instagram, Facebook, Twitter e Flipboard!

Valerio Moggia
Valerio Moggia
Nato a Novara nel 1989, è il curatore del blog Pallonate in Faccia, ha scritto per Vice Italia e Rivista Undici, e collabora con la rivista digitale Linea Mediana.

Articoli recenti