HomeCalciomercatoPerché Malen sarebbe un grande affare per il Milan

Perché Malen sarebbe un grande affare per il Milan

Malen Milan è una delle suggestioni delle ultime ore: i rossoneri seguono l’interessante centravanti olandese del PSV, che potrebbe rivelarsi un grande affare

LEGGI ANCHE: Stipendi Milan 2020/2021: quanto guadagnano i giocatori rossoneri

Donyell Malen è uno dei talenti olandesi in rampa di lancio. Centravanti classe 1999, gioca in Eredivisie e, dopo l’ottima stagione scorsa, anche in questa si sta confermando come un vero centravanti di razza. Il PSV se lo coccola, consapevole che la prossima estate sarà molto complicato tenerlo ancora a maturare a Eindhoven.

LEGGI ANCHE: Partite di oggi in tv: a che ora e dove vedere

Infatti, il mercato lo reclama e un profilo come il suo, di certo, farebbe comodo a molti. L’ultima suggestione in ordine di tempo riguarda l’accostamento Malen Milan, che se ripetuto velocemente potrebbe sembrare addirittura uno scioglilingua ma in realtà, semplicemente, è un binomio che potrebbe avere concettualmente, e sportivamente, molto senso.

LEGGI ANCHE: Quali sono le origini di Zlatan Ibrahimovic?

Malen Milan, perché sì

Malen ha tutti i crismi dell’acquisto perfetto per la società rossonera. In ottica futura, l’identikit è ottimo perché il ragazzo originario di Wieringem è molto giovane ma già pronto per essere buttato nella mischia, condizione fondamentale sulla quale il Milan vorrebbe costruire la rosa che verrà. Inoltre, il suo profilo si incastra nella strategia societaria tracciata dalla proprietà.

malen milan
Fonte immagine: @PSV (Twitter)

Servono giovani, forti, decisivi e potenzialmente da plusvalenza futura, con uno stipendio relativamente basso che andrebbe ulteriormente a snellire un monte ingaggi troppo pesante per le casse del club. Malen Milan, in tal senso, sarebbe una soluzione senza dubbio interessante.

LEGGI ANCHE: Fuori dai piani di Tuchel, Abraham potrebbe far gola al Milan

Collocazione tattica

Il centravanti olandese andrebbe quindi a implementare una delle rose più giovani della Serie A, diventando di fatto il nuovo referente offensivo dei rossoneri. Se il matrimonio Malen Milan dovesse infatti realmente celebrarsi, l’olandese diventerà il numero nove della squadra, in modo tale da alternarsi con un profilo più esperto come Ibrahimovic, che quindi potrà all’occorrenza riposare con la consapevolezza che ci sarà uno switch di ottimo livello.

LEGGI ANCHE: Quanto guadagna Ibrahimovic a Sanremo?

Al PSV, attualmente Malen gioca centrale in un tridente, esaltato dalla presenza di due esterni in grado di rifornirlo con costanza e da almeno un centrocampista capace di armarlo in verticale. Il resto lo fa lui, segnando (preferibilmente) di destro ma anche di sinistro, sfruttando – nonostante sfiori solo i 180 centimetri di altezza – anche un buon tempismo nel gioco aereo. Nota statistica: è andato in doppia cifra in quattro delle ultime cinque stagioni.

Quanto costa Donyel Malen

A questo punto, per il Milan sarà fondamentale capire quanto potrebbe costare il cartellino di uno dei talenti più in voga del momento. Secondo alcune fonti, il PSV valuterebbe il 22enne una cifra compresa tra i 25 e i 30 milioni di euro, prezzo abbastanza congruo se si considerano operazioni simili a questa e tenendo sempre presente che, a meno di cataclismi, un domani su questo ragazzo sarà possibile fare plusvalenza.

Inoltre, va da considerare il fattore Raiola. Infatti, a curare gli interessi del ragazzo è il plenipotenziario agente che in Olanda, sua terra di conquista, ha creato un vero e proprio portafoglio clienti di livello. Sarà quindi lui a risolvere eventuali situazioni per la riuscita dell’accordo Malen Milan, magari discutendo parallelamente di altri discorsi che riguardano differenti assistiti. La partita, insomma, è appena cominciata.

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da Donyell Malen (@donyellmalen)

Seguici sul nostro sito, resta aggiornato CLICCA QUI e contattaci sui nostri social: InstagramFacebookTwitter e Flipboard!

Avatar
Andrea Bracco
Cuneese, ha fondato il primo sito di calcio sudamericano in Italia e collaborato con diverse realtà editoriali di importanza nazionale, come Ultimo Uomo e Rivista Undici. Liga e Sudamerica le sue stelle polari, il calcio minore la sua debolezza.

Articoli recenti