HomeSerie ARiccardo Calafiori, primo gol con la maglia della Roma

Riccardo Calafiori, primo gol con la maglia della Roma

Il terzino sinistro Calafiori esordisce all’Olimpico con la maglia della Roma come meglio non potrebbe, con la rete del momentaneo 2-1 allo Young Boys in Europa League

Never Back Down: mai arrendersi perché, con il lavoro e lo spirito di sacrificio, i risultati prima o poi arrivano. Anche quando la sorte sembra accanirsi su di te. Anche quando i tuoi sforzi s’infrangono sul muro del destino. Bisogna continuare a provarci e ad inseguire i propri sogni, perché la vita è una ruota che gira e il momento della gloria – se fortemente voluto – può arrivare all’improvviso.

Le partite di oggi in tv: a che ora e dove vedere

Possono essere riassunti così gli ultimi due anni di Riccardo Calafiori, terzino sinistro classe 2002 in forza alla Roma. Dal grave infortunio rimediato in Youth League contro il Viktoria Plzen alla soddisfazione di segnare il primo gol in maglia giallorossa, nella sfida di Europa League in programma all’Olimpico contro lo Young Boys.

Riccardo Calafiori, la piccola ruspa

Una rete celebrata così da Calafiori nel post partita: “E’ stato il periodo più difficile ma ora anche il più bello della mia vita. Ho fatto cose che mi sembravano impossibili. Tan to lavoro e tanto impegno, alla fine sono nato per giocare a calcio. Ho coronato il mio sogno. Ho finito quel percorso e ora ne ho iniziato un altro, spero di continuare così il più possibile”.

Calciatori positivi Serie A | la lista | diversi i contagi

Il buio dell’infortunio e il lento ritorno al calcio

Chissà quali saranno stati i primi pensieri giunti nella mente di Calafiori dopo il gol, realizzato con un bolide di sinistro da fuori area che non lascia scampo al portiere avversario. Probabilmente ha pensato a quel maledetto 2 ottobre 2018, quando un intervento assassino del calciatore del Viktoria Plzen Svoboda gli ha sbriciolato il ginocchio mettendo a rischio la sua carriera.

Da Chiesa a Thuram, padri e figli marcatori in Champions League

Un’ombra sulla suo percorso ancora agli inizi, che Calafiori ha spazzato via giorno dopo giorno con lavoro e sacrificio. Uno sforzo premiato l’anno successivo, con il ritorno a pieno regime in Primavera e la prima convocazione con i grandi (per la gara di Europa League contro il Borussia Monchengladbach). Purtroppo il destino avverso non ha ancora finito di bussare alla porta di Calafiori che, nel derby contro la Lazio del 23 novembre 2019, si procura un nuovo infortunio al ginocchio che lo tiene lontano dai campi per un mese.

Il Napoli passa se: i risultati per conquistare i sedicesimi di Europa League

Quasi una sciocchezza per Calafiori, che torna in campo più agguerrito che mai segnando 3 gol nelle ultime 6 presenze in campionato. Inoltre esordisce in prima squadra, all’ultima giornata contro la Juventus. In estate la Roma cede Kolarov all’Inter e tutti si aspettano che arrivi un sostituto. La dirigenza e il tecnico Fonseca però sono chiari: l’alternativa a Spinazzola c’è già in casa e si chiama Riccardo Calafiori. La sorte sta finalmente premiando il giovane terzino dopo anni di sofferenze: ora sta a lui sfruttare questa possibilità.

Riscatto di Calafiori, tra primo gol all’Olimpico e sirene di mercato

Inizialmente Calafiori osserva i suoi compagni più esperti dalla panchina, aspettando con ansia il suo momento. La prima occasione arriva in Europa League contro il Cluj, quando Fonseca lo schiera titolare ricevendo dal ragazzo una prestazione di qualità e sostanza. Nel match successivo contro lo Young Boys va ancora meglio: sul punteggio di 1-1, la difesa svizzere allontana un pallone fuori dall’area, che viene calciato al volo da Calafiori e infilato alle spalle del portiere. Un sinistro rabbioso, che racchiude la gioia per il primo exploit nel calcio dei grandi e la sofferenza patita nei due anni precedenti.

Amad Traoré al Manchester United, stella ivoriana scuola Atalanta

Una rete che contribuisce alla vittoria della Roma per 3-1 e al conseguente passaggio del turno in Europa League. Calafiori dimostra dunque di essere un elemento valido per il presente giallorosso, prima che per il futuro. Il suo contratto con il club scade nel 2022: le trattative sono già avviate, così come i corteggiamenti da parte di club importanti – Juventus in primis – per questo terzino dalle qualità importanti e dal carattere d’acciaio.

Europa Conference League: cos’è, come funziona e regolamento

Seguici sul nostro sito, resta aggiornato CLICCA QUI e contattaci sui nostri social: InstagramFacebookTwitter e Flipboard!

Avatar
Paolo Lora Lamia
Classe ’92, ho la vocazione del giornalismo sportivo fin dall’adolescenza. Adoro il calcio, la sua storia e una narrazione sportiva tesa ad emozionare più che a creare polemiche. Giornalista pubblicista dal 2019, cofondatore di Mondoprimavera.com, collaboratore presso Gruppo GEDI e La Giovane Italia e opinionista sportivo per Toscana TV. Ho un debole per il calcio inglese (e per il Liverpool in particolare).

Articoli recenti