HomeCalcio EsteroQual è il palmarès del Manchester City

Qual è il palmarès del Manchester City

Ennesima stagione di trionfi per il Manchester City, che potrebbe finalmente primeggiare anche in campo europeo: ecco quali sono i trofei vinti dai citizens

Un’ altra grande abbuffata di trofei che potrebbe culminare con la ciliegina in campo europeo. Potrebbe essere riassunta così la stagione del Manchester City, reduce dal successo per 2-0 sul PSG che ha regalato alla squadra di Guardiola il tanto desiderato accesso alla finale di Champions League. L’ultimo tassello come manca ai Citizens, dopo anni di successi solo in campo nazionale. Andiamo a conoscere nel dettaglio quale sia il palmarès dei celesti di Manchester.

Manchester City
Fonte: Instagram (@mancity)

I primi trofei nella storia del club

Innanzitutto è opportuno dividere la storia del City in due parti: pre e post avvento degli sceicchi, che con i loro ingenti investimenti hanno stravolto la storia del club. I Citizens hanno dunque avuto un’impennata negli ultimi anni dopo l’arrivo del principe emiratino Mansour, ma la loro bacheca presentava già qualche importante trofeo.

LEGGI ANCHE: Chi è Kayky, la nuova stella brasiliana acquistata dal Manchester City

I primi successi risalgono al primo trentennio del 1900. In un’epoca in cui il Manchester City ha avuto una costante altalena tra First e Second Division, sono arrivati comunque quattro allori significativi. Il primo nella stagione 1903/04, con la conquista della FA Cup battendo in finale il Bolton. Un trofeo vinto nuovamente nell’annata 1933/34, stavolta prevalendo nell’ultimo atto della manifestazione sul Portsmouth.

LEGGI ANCHE: Stipendi Manchester City, quanto vale il monte ingaggi dei Citizens

Il momento più importante della prima parte della storia del City resta però la vittoria del campionato 1936/37. Un’annata perfetta per i Citizens visto che, nell’anno del loro primo trionfo in massima serie, il Manchester United retrocede in Second Division. Un bel momento per la parte celeste di Manchester, che l’anno successivo si aggiudica anche per la prima volta il Community Shield.

LEGGI ANCHE: Manchester City Borussia Dortmund: analisi del quarto di Champions 

Gli anni ’60 e l’unico alloro europeo

Esaurito il ciclo d’oro degli anni ’30, il Manchester City va incontro ad un lungo periodo di flessione. L’unica gioia data dalla conquista della terza FA Cup della storia del club, nella stagione 1955/56. Segnali di riscossa si hanno negli anni ’60 e in particolare nella stagione 1967/68, quando il Manchester City guidato da Joe Mercer riesce a tornare in vetta al campionato inglese prevalendo in un acceso confronto con i cugini dello United.

LEGGI ANCHE: Il Manchester City ha bloccato il “nuovo Pogba”

Non si tratta di un trionfo isolato per il City di fine anni ’60, che l’anno successivo centra un fantastico Double conquistando FA Cup e Community Shield. La striscia positiva prosegue nella stagione 1969/70, con la vittoria in Coppa di Lega e soprattutto con l’affermazione in Coppa delle Coppe. Si tratta del primo (e fino ad ora unico) trofeo europeo del club, arrivato battendo in finale i polacchi del Gornik Zabrze.

L’avvento degli sceicchi: il Manchester City diventa un top club

Dopo i trionfi di fine anni ’60, il Manchester City conosce un periodo di crisi ancora più lungo del precedente. Ai successi in Charity Shield e Coppa di Lega degli anni ’70 fanno da contraltare decenni di puro anonimato, mentre l’altra metà di Manchester domina in lungo e in largo sotto la guida di Alex Ferguson. Ci vuole una scintilla per cambiare le cose e arriva nel 2008, con il passaggio alla proprietà emiratina.

LEGGI ANCHE: Il Manchester City non può fare a meno di Gundogan

Lo sceicco Mansour fa sul serio, portando al City giocatori e tecnici di grande valore pur di far entrare il club nell’élite del calcio europeo. La svolta avviene con l’ingaggio nel 2009 di Roberto Mancini che, dopo la FA Cup vinta nella stagione 2010/11, riporta il titolo inglese nella parte celeste di Manchester. Ancora una volta il duello è con lo United, deciso all’ultimo istante di un’ultima giornata non adatta ai deboli di cuore.

Comincia così l’epopea recente del City, che si aggiudica poi altri 3 campionati, 2 FA Cup, 6 League Cup e 3 Community Shield. Dopo tanti trofei in patria, la Champions League comincia a diventare un’ossessione più che un obiettivo. Dopo diverse cocenti eliminazioni, nella stagione in corso arriva finalmente la possibilità di giocarsi la finale. Tra qualche settimana sapremo se un altro trofeo europeo farà compagnia alla Coppa delle Coppe del 1970.

Seguici sul nostro sito, resta aggiornato CLICCA QUI e contattaci sui nostri social: InstagramFacebookTwitter e Flipboard! Inoltre, ascolta il nostro Podcast su Spotify!

0e571a370b7405f035ea1e969206dd1e?s=90&d=mm&r=g
Paolo Lora Lamia
Classe ’92, ho la vocazione del giornalismo sportivo fin dall’adolescenza. Adoro il calcio, la sua storia e una narrazione sportiva tesa ad emozionare più che a creare polemiche. Giornalista pubblicista dal 2019, cofondatore di Mondoprimavera.com, collaboratore presso Gruppo GEDI e La Giovane Italia e opinionista sportivo per Toscana TV. Ho un debole per il calcio inglese (e per il Liverpool in particolare).

Articoli recenti