HomeCalcio EsteroDal Giappone al Celtic, Kyogo Furuhashi conquista la Scozia (su mandato di...

Dal Giappone al Celtic, Kyogo Furuhashi conquista la Scozia (su mandato di Iniesta)

Furuhashi è la nuova stella del Celtic, arrivato nel mercato estivo e subito impostosi al centro dell’attacco nel nuovo corso dei Bhoys

Leggi anche | Com’è cominciata la nuova Scottish Premier League

Parla giapponese la nuova stella del Celtic Glasgow, Kyogo Furuhashi, arrivato da un mese in Scozia e immediatamente divenuto un giocatore fondamentale del nuovo corso dei Bhoys. 4 gol in 4 partite giocate tra campionato e preliminari di Europa League e già capocannoniere della Scottish Premiership.

Il nipponico è arrivato accompagnato da un discreto clamore, visto anche il ricordo che il suo connazionale Shunsuke Nakamura ha lasciato al Celtic Park tra il 2005 e il 2009, e con la lettera di raccomandazione di una leggenda del calcio globale come Andres Iniesta. E, a quanto pare, la fiducia dello spagnolo e dei tifosi scozzesi era ben riposta.

Nuovo Celtic, nuove stelle

Leggi anche | Al Celtic Glasgow vincere non basta più

Non è costato una grossa cifra, questo è certo, ma spendere 5,4 milioni di euro per un ragazzo giapponese di 26 anni che non ha mai visto l’Europa non è una spesa da prendere alla leggera, se confrontata con le possibilità economiche del Celtic e con l’attuale situazione di crisi.

Furuhashi è stato infatti l’acquisto più costoso della campagna di rafforzamento del club di Glasgow, che ha aggiunto alla sua rosa anche l’esperto portiere Joe Hart, l’ex-mediano di Everton e Crystal Palace James McCarthy, la promettente ala israeliana Liel Abada e il difensore svedese Carl Starfelt, arrivato a sostituire il partente Kristoffer Ajer.

Leggi anche | Il pupillo di Rodgers arriva in Europa: Postecoglou è il nuovo manager del Celtic

Diverse novità necessarie a mettersi alle spalle la deludente scorsa stagione, conclusa a 20 punti dai Rangers capolista dopo nove titoli nazionali consecutivi. Con un grosso cambiamento arrivato pure in panchina, con la scommessa Ange Postecoglou, tecnico australiano campione d’Asia con i Socceroos nel 2015 e vincitore del titolo nazionale nipponico del 2019 alla guida dei Yokohama F. Marinos, una succursale del Manchester City.

Furuhashi alla conquista della Scozia

È stato durante gli anni trascorsi in Giappone dal 2017 ad oggi che Postecoglou ha notato Kyogo Furuhashi, uno dei più interessanti calciatori dell’arcipelago asiatico ma anche uno dei meno pubblicizzati a livello internazionale.

Leggi anche | Tokyo 2020, il Giappone del calcio sa solo vincere e punta alla medaglia

Cresciuto nel Gifu, in seconda divisione, si è subito messo in mostra come un prolifico realizzatore, pur giocando in posizione decentrata sulla sinistra. Nell’estate del 2018 si è trasferito nella J-League, firmando con il Vissel Kobe, che in quel momento era una delle squadre più ambiziose del Paese: un anno prima aveva acquistato l’attaccante tedesco Lukas Podolski, per poi aggiungere alla squadra l’ex-Hoffenheim Wellington e, nel maggio 2018, Andres Iniesta.

Al Vissel Kobe, Furuhashi ha avuto modo di crescere in un ambiente molto particolare, impregnato di idee tattiche innovative e propositive, tanto che per un certo periodo è stato anche allenato da Juanma Lillo, uno dei maestri di Guardiola. L’attaccante nipponico si è così ritrovato, negli anni successivi, a giocare accanto a gente come Thomas Vermaelen, Sergi Samper e David Villa, vincendo una Coppa dell’Imperatore e una Supercoppa nazionale.

Kyogo Furuhashi, ruolo e caratteristiche

Leggi anche | Prima di Son: come i calciatori asiatici hanno conquistato il calcio mondiale

Ufficialmente un’ala sinistra, Furuhashi ha dimostrato fin sa subito di essere molto portato per il gol: dal 2018, cioè dalla sua seconda stagione da titolare al Gifu, ad oggi, è sempre andato in doppia cifra nei gol, affermandosi come uno dei migliori goleador del Giappone.

Caratteristica che non è passata inosservata sotto gli occhi del ct Hajime Moriyasu, che da marzo lo ha convocato in ben 5 partite con la Nazionale, venendo ripagato da 3 reti. La fama dell’attaccante è così cresciuta e ha convinto il Celtic a scommetterci su una cifra abbastanza importante. Iniesta ne è stato uno sponsor decisivo nel trasferimento, consigliando il compagno di accettare l’offerta degli scozzesi e confessando alla stampa nipponica la sua fiducia nel successo di Furuhashi in Europa.

Leggi anche | Ryan Christie, l’anima della Scozia

Al Vissel Kobe, ha impressionato anche per la sua capacità istintiva nel leggere le situazioni tattiche, che gli è stata riconosciuta anche da Samper in un’intervista rilasciata a The Athletic. L’attaccante nativo di Ikoma ha imparato a unire la sua rapidità a movimenti affinati dal lavoro tattico fatto con i compagni europei, divenendo un’arma fondamentale per superare le linee di pressione in un club che pratica il possesso palla.

A Glasgow ha importato questo stile di gioco e, ovviamente, anche la precisione sotto porta: all’esordio europeo contro il Jablonec, Postecoglou lo ha provato da falso 9, e il ragazzo giapponese ha risposto con la sua prima rete europea; tre giorni dopo, partendo dalla stessa posizione, ha rifilato una tripletta al Dundee. In poche partite, Furuhashi sembra aver strappato il posto da titolare alla stella del Celtic, il centravanti Odsonne Edouard, e al momento il suo futuro appare più splendente che mai.

Leggi anche | Celtic, la gioielleria d’Europa: da Edouard a Frimpong

Seguici sul nostro sito, resta aggiornato CLICCA QUI e contattaci sui nostri social: InstagramFacebookTwitter e Flipboard! Inoltre, ascolta il nostro Podcast su Spotify!

Valerio Moggia
Valerio Moggia
Nato a Novara nel 1989, è il curatore del blog Pallonate in Faccia, ha scritto per Vice Italia e Rivista Undici, e collabora con la rivista digitale Linea Mediana.

Articoli recenti