HomeCalciomercatoGaich è il nome nuovo per l'attacco del Milan

Gaich è il nome nuovo per l’attacco del Milan

Adolfo Gaich, arrivato a gennaio al Benevento, è il nome nuovo per l’attacco del Milan per il prossimo anno.

LEGGI ANCHE: Stipendi Milan 2020/2021: quanto guadagnano i giocatori rossoneri

In lotta per un cruciale ritorno in Champions, il Milan continua anche a guardare al futuro. Un ruolo su cui il diavolo dovrà intervenire è quello del centravanti, con Ibrahimovic che viaggia verso i 40 anni e Mandzukic che non dà le giuste garanzie fisiche. In tal senso, il nome nuovo sul taccuino del diavolo è quello di Adolfo Gaich, attaccante argentino arrivato a gennaio in Serie A.

LEGGI ANCHE: Gaich, il ct Argentina U-23:”Dovrà rubare i consigli di Inzaghi, ricorda Denis”

Gaich
Fonte: profilo ufficiale Twitter @bncalcio

Chi è Adolfo Gaich

LEGGI ANCHE: Chi è Riccardo Tonin, il 2001 convocato da Pioli per l’Europa League

Classe ’99, argentino ma di chiare origini tedesche, come suggerisce il nome. È cresciuto nel San Lorenzo, con cui ha esordito nel calcio dei grandi e si è affermato, fino al grande salto in Europa, lo scorso anno al CSKA Mosca. In agosto i russi lo hanno prelevato dall’Argentina, ma Gaich non è riuscito a trovare molto spazio e in 6 mesi arriva un solo gol in Europa League contro il Wolfsberger.

LEGGI ANCHE: Chi è Alexandr Jucov, l’uomo che vuole il Milan

A gennaio si spalancano dunque per Gaich le porte della Serie A, col Benevento che lo preleva in prestito dal CSKA con un diritto di riscatto fissato a 11 milioni. Sabato, contro lo Spezia, è arrivato anche il primo gol in Italia.

LEGGI ANCHE: Stipendi Juventus 2020/21: quanto guadagnano i bianconeri

Prima punta, dotato di grande forza fisica e di progressione, Gaich è famoso soprattutto per alcuni soprannomi non proprio lusinghieri legati al suo nome. Accanto a più generici Tanque  Gringo, l’argentino si è visto affibbiare anche soprannomi come “Il genocida del gol”, e Führer, chiari riferimenti ad Adolf Hitler, con cui condivide il nome. L’attaccante si è nettamente dissociato da questi appellativi.

LEGGI ANCHE: Ha davvero senso parlare dell’esonero di Pirlo?

Il Milan su Gaich

Col Benevento ora Gaich spera finalmente di trovare spazio e continuità per trovare quella consacrazione mancata col CSKA Mosca. A dispetto della fatica fatta in Russia però le qualità dell’argentino costo chiare a tutti, così come le prospettive di crescita ben evidenti.

LEGGI ANCHE: Infortunio Theo Hernandez: quando rientra | tempi di recupero

Su di lui in estate c’era stato già l’interesse dell’Inter, che lo aveva preso in considerazione come vice-Lukaku. Antonio Conte poi non ha dato il proprio assenso all’operazione, esprimendo la propria preferenza per un profilo più esperto e pronto.

Ora invece sul ragazzo si sta palesando l’interesse del Milan, che sta seguendo con molta attenzione le vicende dell’ex San Lorenzo al Benevento. Con un bomber come Inzaghi in panchina Gaich potrà certamente affinare le proprie doti da centravanti. L’Italia è sempre stata un obiettivo del giocatore e ora che ci è arrivato non vorrà lasciarla.

LEGGI ANCHE: Zambo Anguissa, il Milan ha scelto il vice-Bennacer

Come detto, il Benevento ha un diritto d’acquisto di 11 milioni su Gaich. Il Milan dunque dovrà prima vedere come si evolverà questa situazione, per poi valutare il colpo. Se i sanniti dovessero acquistarlo, non lo rivenderebbero naturalmente per una cifra minore. Se invece Gaich dovesse fare ritorno al CSKA Mosca si aprirebbero nuovi scenari di una trattativa del tutto nuova.

Per ora il Milan osserva e valuta, segue da vicino il percorso di Adolfo Gaich col Benevento e continua a pianificare il proprio futuro.

Articoli recenti