HomeIn Primo PianoIl Crotone può realmente sperare di salvarsi?

Il Crotone può realmente sperare di salvarsi?

Gli ultimi risultati positivi alimentano piccole speranze di salvezza in casa Crotone: cosa manca agli Squali per mantenere la categoria?

Un buon punto. Questo deve aver pensato Giovanni Stroppa al fischio finale di Udinese-Crotone, match valido per 12esimo turno di Serie A terminato a reti bianche. Uno 0-0 che permette ai calabresi di continuare il mini-trend positivo cominciato sabato scorso, con la vittoria sullo Spezia (la prima stagionale), e mantenuto alla Dacia Arena, in un match che i friulani hanno condotto senza colpire.

Le partite di oggi in tv: a che ora e dove vedere

Merito, soprattutto, di una tenuta difensiva che finalmente sembrerebbe aver trovato se non altro la sua quadra. Ovviamente il Crotone ha subito per lunghi tratti il palleggio di De Paul e compagni, rischiando però molto poco. Le uniche due volte nelle quali l’Udinese si è fatta pericolosa, infatti, riconducono al doppio gol annullato per fuorigioco a Pussetto.

Calciatori positivi Serie A | la lista | i contagi

Niente male, insomma, soprattutto per quelle che erano le aspettative della vigilia per un Crotone le cui credenziali di salvezza, a oggi, rimangono scarse. Un altro dato positivo, però, riguarda il fatto di aver smosso la classifica in trasferta: dei 5 punti messi insieme fino a ieri, ben 4 infatti erano maturati all’Ezio Scida.

Calciomercato Crotone, dall’Ajax arriva Magallan

crotone
Fonte immagine: fccrotoneoff (Twitter)

Crotone, in A per caso?

Credenziali, dicevamo. Già, perché il ritorno in A del Crotone, qualche mese fa, è stato abbastanza casuale. La squadra è stata premiata per il suo cammino continuo e costante, ma di certo la rosa a disposizione di Stroppa non era la migliore della B dopo la corazzata Benevento. Il tecnico, che due stagioni fa la famiglia Vrenna aveva esonerato per poi richiamarlo, ha fatto un grande lavoro.

Serie A a confronto: la classifica dopo undici giornate

Idee, identità, proposta di gioco:questi i capisaldi dell’ex autore del miracolo Foggia. Che, una volta promosso, si è visto la rosa stravolta dal mercato, proprio a certificare il fatto che, questo Crotone, probabilmente era inadatto negli uomini per pensare di avere speranze in chiave salvezza. Ma la classifica è corta: con convinzione e unione di intenti, l’obiettivo può essere a portata di mano.

La Salernitana può essere promossa in Serie A?

Cosa va e cosa no

Come testimonia la situazione di classifica, il Crotone sta facendo i conti con una situazione delicata. Da una parte, come detto, c’è la consapevolezza di essere squadra vera, pur con tanti limiti dal punto di vista qualitativo. Gli Squali seguono Stroppa e la società, nonostante l’ultimo posto, ha più volte confermato l’allenatore in maniera salda e irrevocabile.

Perché il Chievo può sognare il ritorno in Serie A

Dall’altra, il Crotone ha una difesa colabrodo e un attacco che ha overperformato soltanto nel match contro lo Spezia. E, paradossalmente, anche alcune partite giocate bene sono state perse. Per esempio, alla prima giornata il 4-2 di Marassi contro il Genoa è stato totalmente immeritato, così come anche il pari di Torino contro i granata poteva portare qualcosa di più.

Come sta andando il campionato portoghese?

crotone
Fonte immagine: fccrotoneoff (Twitter)

Qualità da sfruttare

Stroppa dovrà quindi ottimizzare al massimo i suoi big. La stella del Crotone, nonostante stia vivendo un periodo di appannamento, rimane il mastodontico centravanti Simy, a un solo gol dal centesimo sigillo con gli Squali. Al suo fianco è esploso il 28enne brasiliano Messias, vero e proprio collante tra reparti nonché autore di un paio di reti molto belle.

Come sta andando l’esperienza di Xavi in Qatar?

In mezzo, in attesa che rientri Benali, si sta ritagliando uno spazio Petriccione, arrivato in extremis dal Lecce, mentre le fasce hanno trovato in Pedro Pereira e Reca i loro protagonisti. Una menzione la merita anche il probabile prossimo uomo mercato del Crotone, Giuseppe Cuomo, classe 1998 originario di Vico Equense che sta emergendo nel ruolo di centrale difensivo.

Spinazzola è l’esterno italiano più forte del campionato

Inoltre, Stroppa in cuor suo probabilmente spera che a gennaio possa arrivare qualche rinforzo per puntellare una rosa con diversi bug ben evidenti. Il treno salvezza non è ancora scappato e, tra l’altro, prima di Natale il Crotone avrà due sfide salvezza – contro Sampdoria e Parma – che non potrà fallire. Per la classifica, per il morale e, soprattutto, per una terra in perenne difficoltà che vive di calcio.

Il Napoli non si è mai accorto dell’assenza di Osimhen

Seguici sul nostro sito, resta aggiornato CLICCA QUI e contattaci sui nostri social: InstagramFacebookTwitter e Flipboard!

Avatar
Andrea Bracco
Cuneese, ha fondato il primo sito di calcio sudamericano in Italia e collaborato con diverse realtà editoriali di importanza nazionale, come Ultimo Uomo e Rivista Undici. Liga e Sudamerica le sue stelle polari, il calcio minore la sua debolezza.

Articoli recenti