HomeSerie BEnrico Del Prato, tuttofare in forza alla Reggina

Enrico Del Prato, tuttofare in forza alla Reggina

Nella Reggina si sta mettendo in mostra Enrico Del Prato, terzino classe ’99 reduce da una stagione positiva al Livorno. Conosciamo meglio il giovane difensore scuola Atalanta

La rinomata scuola di Zingonia forma a getto continuo giovani calciatori che, prima di giocare nella prima squadra dell’Atalanta, vanno in prestito altrove a farsi le ossa. Non mancano mai le pretendenti per i talenti atalantini, soprattutto in Serie B. All’inizio di questa stagione, la Reggina ha guardato con attenzione ai “figli di Zingonia” per rinforzare il suo organico in vista del ritorno nel campionato cadetto.

Partite di oggi in tv: a che ora e dove vedere

I dirigenti amaranto hanno deciso di puntare su Enrico Del Prato, terzino classe ’99. Un ragazzo che ha superato a pieni voti la sua prima stagione in B con il Livorno, cercando conferma in una piazza calda ed esigente come quella di Reggio Calabria.

Calciatori positivi Serie A | la lista | i contagi

Inizi da protagonista con Atalanta e Italia Under 20

Nato a Grassobbio il 10 novembre 1999, Del Prato comincia la sua carriera nel Seriate (la squadra del suo paese). Quando un talento del territorio bergamasco si mette in mostra, difficilmente non viene notato dagli attenti osservatori dell’Atalanta e Del Prato non sfugge alla regola. Il ragazzo di Grassobbio entra così nelle giovanili nerazzurre, diventando ben presto una delle stelle più lucenti.

5 talenti di Serie B da tenere d’occhio in questa stagione

Nella stagione 2015/16 recita un ruolo da protagonista nella vittoria del campionato, battendo in finale l’Inter ai tempi supplementari. Nei tre anni successivi Del Prato entra a far parte della Primavera, conquistando sempre più spazio nell’undici titolare e guadagnandosi le prime attenzioni da parte della prima squadra. Viene infatti convocato per le ultime 3 partite del campionato di Serie A 2017/18.

A Venezia è esploso Youssef Maleh

L’estate del 2019 è molto importante per Del Prato. Il ragazzo chiude il suo ultimo anno nel vivaio dell’Atalanta e si prepara all’avventura più importante della sua giovane carriera. Il commissario tecnico della Nazionale Under 20 Paolo Nicolato lo convoca per i Mondiali di categoria, schierandolo titolare in 6 delle 7 gare disputate. De Prato ripaga con prestazioni sempre convincenti, in un cammino chiuso con un onorevole quarto posto finale.

Frosinone, l’underdog sta progettando il ritorno in Serie A

Del Prato
Fonte: @enrico_delprato (Instagram)

Buon approccio in Serie B tra Livorno e Reggina

Archiviata la parentesi azzurra c’è da pensare alla sua prima annata nel calcio professionistico. L’Atalanta ritiene opportuno mandarlo in un altro club e, dopo varie ipotesi considerate, lo cede in prestito al Livorno. Per i toscani è un’annata disastrosa, chiusa all’ultimo posto nonostante tanti cambi di allenatore. Non esattamente il contesto giusto per rapportarsi per la prima volta con il calcio dei grandi, ma Del Prato non fa una piega e si rivela una delle poche note liete degli amaranto. Le sue presenze in campionato a fine anno sono 33, con un 1 gol e 1 assist.

Dionisi, l’allenatore dell’Empoli in cerca di consacrazione

Del Prato
Fonte: @enrico_delprato (Instagram)

Con la retrocessione del Livorno, Del Prato in estate torna all’Atalanta. La rosa a disposizione di Gasperini è decisamente ampia e il club orobico lo cede nuovamente in prestito. Stavolta la squadra prescelta è la Reggina, che vuole disputare un campionato importante con il giusto mix tra giovani e giocatori esperti. Esattamente come l’anno precedente, Del Prato viene impiegato titolare fin dalle prime gare e mostra una continuità di rendimento da giocatore maturo. Un inizio di stagione decisamente positivo, con al speranza che l’anno prossimo possa essere quello giusto per il salto in Serie A.

Cabaye sbarca in Italia? La Reggina tenta il grande colpo

Enrico Del Prato: ruolo e caratteristiche

Enrico Del Prato è un terzino destro, capace sia di spingere con grande costanza sulla sua corsia di competenza che di risultare determinante in marcatura. Sul piano fisico ha compiuto alcuni passi in avanti nell’ultima stagione passata in Serie B, dimostrando di farsi rispettare nel gioco areo sia a protezione della sua area che in quella avversaria.

Emanuele Zuelli, talento a centrocampo

La più importante caratteristica di Del Prato è però la duttilità tattica, che per il talento scuola Atalanta è quasi una ragione di vita. Sono tanti i ruoli in cui è stato impiegato tra Settore Giovanile e prima squadra, oltre a quello naturale di terzino destra. Del Prato ha infatti fornito ottime prestazioni anche come centrale di destra in una difesa a 3, come esterno di destra in un centrocampo a 4 e come centrocampista centrale. Una varietà di soluzioni che certamente gli può tornare utile per la sua carriera.

La Salernitana può essere promossa in Serie A?

Seguici sul nostro sito, resta aggiornato CLICCA QUI e contattaci sui nostri social: InstagramFacebookTwitter e Flipboard!

Avatar
Paolo Lora Lamia
Classe ’92, ho la vocazione del giornalismo sportivo fin dall’adolescenza. Adoro il calcio, la sua storia e una narrazione sportiva tesa ad emozionare più che a creare polemiche. Giornalista pubblicista dal 2019, cofondatore di Mondoprimavera.com, collaboratore presso Gruppo GEDI e La Giovane Italia e opinionista sportivo per Toscana TV. Ho un debole per il calcio inglese (e per il Liverpool in particolare).

Articoli recenti