HomeCalcio EsteroLa Danimarca sta vivendo un momento d'oro

La Danimarca sta vivendo un momento d’oro

La Danimarca, tra Nazionale maggiore e U21, ha segnato 20 gol senza subirne nessuno nelle rispettive ultime tre partite, tra qualificazioni mondiali ed Europei Under 21. Si candida così ad essere tra le protagoniste dell’estate

LEGGI ANCHE: Qualificazioni ai Mondiali 2022: tutti i risultati e le classifiche

Con la vittoria di ieri, la Danimarca fa tre su tre nelle qualificazioni mondiali e ricorda a tutti gli appassionati che oggi più che mai gli scandinavi sono una squadra da tenere d’occhio. Tre partite forse sono troppo poche per parlare, ma vincere 4-0 in casa dell’Austria non è cosa da tutti. E dimostra che le precedenti vittorie (2-0 a Israele e 8-0 alla Moldavia) non sono state un caso.

E a ribadire ulteriormente il momento d’oro del calcio danese c’è il fatto che anche la Nazionale U21 sta ottenendo grandi risultati: anche per lei tre su tre nel girone degli Europei di categoria, primo posto davanti alla quotatissima Francia.

LEGGI ANCHE: Michele Di Gregorio, il custode dei sogni del Monza pronto al grande salto

Danimarca, i successi della Nazionale maggiore

LEGGI ANCHE: Manaj, dalle giovanili dell’Inter al Barcellona ai gol in Nazionale

Se tre partite non sono abbastanza, allora meglio dare uno sguardo al trend della Danimarca: l’ultima sconfitta è arrivata a novembre in Nations League contro il Belgio, ma se osserviamo un quadro più ampio, notiamo che gli ottimi risultati degli scandinavi vanno avanti addirittura dai Mondiali del 2018.

In quell’occasione Eriksen e compagni furono eliminati agli ottavi dalla Croazia futura finalista solo ai calci di rigore, e nel girone avevano comunque pareggiato contro la Francia. Da allora solo due sconfitte, entrambe col Belgio, e vittorie importanti con Galles, Svizzera e Inghilterra, sconfitta 1-0 a Londra lo scorso 14 ottobre.

LEGGI ANCHE: Kulusevski, Haaland e altri 5 talenti del calcio scandinavo

Non ci sono solo Eriksen e Kjaer, oggi primo e secondo in Serie A, ma un’intera rosa di nomi giovani e meno giovani che fa della Danimarca una delle nazionali più talentuose al mondo. Molti li conosciamo bene: Stryger Larsen, Maehle, Schone, Andersen, Cornelius, Damsgaard e Skov Olsen (doppietta all’Austria) sono tutti noti ai tifosi italiani.

Ma spuntano altri nomi di prestigio, come il Christensen del Chelsea e Braithwaite del Barcellona, il redivivo Dolberg (oggi al Nizza) e Yussuf Poulsen del RB Lipsia. Ma ad essi si aggiungono il difensore del Southampton Vestergaard, Delaney del Dortmund, Skov dell’Hoffenheim, e ovviamente un centrocampista di grande talento come Pierre-Emile Hojbjerg del Tottenham.

LEGGI ANCHE: Alla Samp ecco Damsgaard, il nuovo talento della Danimarca

Le grandi speranze dell’Under 21

14 gol fatti e 0 subiti in tre partite per la Nazionale maggiore, 6 gol fatti e 0 subiti in altrettanti match per la Danimarca U21, che all’esordio negli Europei il 25 marzo ha sconfitto la Francia. Un risultato ancora più rilevante se si pensa che i due danesi più promettenti, Skov Olsen e Damsgaard, erano aggregati alla squadra maggiore.

danimarca
Fonte: @mikkeldamsgaard00 (Instagram)

Per guidare la riscossa del suo calcio giovanile, la Danimarca ha scelto nel 2019 di puntare su Albert Capellas, gà vice di Jordi Cruijff e Peter Bosz, nonché in passato coordinatore delle giovanili del Barcellona. Insomma, si è scelto di puntare in alto, per dare continuità alla sorprendente semifinale europea del 2015.

LEGGI ANCHE: La guida all’Europeo Under 21: le squadre, i gironi, date e dove vederlo

Oggi, tra i giovani da tenere sicuramente d’occhio, c’è in prima fila Anders Dreyer, l’ala destra che ha condannato la Francia. Scovato giovanissimo dal Brighton, ha faticato ad adattarsi in Inghilterra ed è infine stato scartato; tornato in patria con il Midtjylland, è esploso e in questa stagione ha esordito in Champions League, segnando anche un gol all’Ajax.

Tanti dei talenti scovati da Capellas giocano in patria, come il 19enne Mohammed Daramy, promettente riserva di Dreyer e sotto contratto con il Copenaghen. Nel Nordsjaelland gioca la mezzala Magnus Kofod Andersen, mentre nel Brondby milita uno dei giocatori più interessanti dell’Europeo Under 21, il trequartista Jesper Lindstrom, protagonista con due assist contro la Russia.

LEGGI ANCHE: Giovani e statistiche: come il Midtjylland si è conquistato la Champions League

Tra gli Europei delle nazionali maggiori e la fase finale del torneo continentale Under 21, la Danimarca ambisce, con i suoi numerosi talenti, a essere una delle grandi protagoniste della prossima estate.

danimarca
Fonte: @andersdreyer (Instagram)

LEGGI ANCHE: Joakim Maehle, chi è il nuovo terzino dell’Atalanta

Seguici sul nostro sito, resta aggiornato CLICCA QUI e contattaci sui nostri social: InstagramFacebookTwitter e Flipboard! Inoltre, ascolta il nostro Podcast su Spotify!

Valerio Moggia
Valerio Moggia
Nato a Novara nel 1989, è il curatore del blog Pallonate in Faccia, ha scritto per Vice Italia e Rivista Undici, e collabora con la rivista digitale Linea Mediana.

Articoli recenti