colombia venezuela gol highlights
Fonte: Instagram @fcfseleccioncol

L’esordio stagionale in Colombia Venezuela è stato suggellato da una maxi prova di Duvan Zapata e Luis Muriel, coppia d’attacco dell’Atalanta. Che adesso, con Gasperini in prima fila, si gode il frutto del proprio lavoro

Nel primo turno di qualificazioni sudamericane ai Mondiali 2022 Colombia Venezuela si è chiuso con un bel 3-0. Ai Cafeteros sono bastati 48 minuti per spazzare via le poche resistenze della Vinotinto, giunta in Colombia dopo mille peripezie doveute all’organizzazione di un viaggio che, in altri tempi, sarebbe durato pochissime ore.

JULIO CRUZ, L’EROE PER CASO DELL’INTER

Come se non bastasse, in campo la nazionale allenata da Carlos Queiroz ha fatto il bello e cattivo tempo, archiviando la pratica dopo un tempo. Merito, in primis, della coppia d’attacco formata da Duvan Zapata e Luis Muriel: se il primo ha avuto il grande merito di aprire i conti in avvio, quest’ultimo ha suggellato il primo successo colombiano del 2020 con una straordinaria doppietta.

KAAN AYHAN, DIFENSORE GOLEADOR E OCCASIONE PER IL FANTACALCIO

Colombia Venezuela, Muriel e Zapata due punti fermi per Queiroz

LUSSEMBURGO SOGNA QATAR 2022

Sia Zapata che Muriel sono dei punti fermi della Colombia di Queiroz. L’allenatore portoghese non ha a disposizione un attacco anagraficamente giovanissimo, ma le due punte dell’Atalanta hanno ormai superato nelle gerarchie anche un idolo locale come Radamel Falcao . Il commissario tecnico li utilizza come vertici alti di un modulo a trazione anteriore.

GEORGE ROBLEDO, L’ATTACCANTE CILENO CHE FU IDOLO DI JOHN LENNON

Contro il Venezuela, il centravanti dell’Atalanta è partito in posizione centrale, andando a fare a sportellate con i due difensori avversari, mentre l’ex Sampdoria e Fiorentina si è andato a ritagliare uno spazio nella solita mattonella di sinistra. Partendo defilato, Muriel ha potuto scaricare sulla Vinotinto tutto il meglio del proprio repertorio. In fase di possesso, con James Rodriguez tra le linee, la Colombia ha così giocato con il 4-3-1-2, mentre quando c’era da difendere Queiroz è passato a un 4-3-3.

SARRI RESCINDE CON LA JUVENTUS, TRE IPOTESI PER IL FUTURO

Cifre da capogiro

Duvan Zapata è arrivato molto tardi nel giro della nazionale colombiana. L’attaccante dell’Atalanta ha avuto la sua prima vera occasione di mettersi in mostra soltanto nel 2019, quando venne lanciato titolare nella Copa America giocata in Brasile. Segnò due reti, le uniche fino al timbro contro il Venezuela. Ma è in Italia che Zapata ha fatto il vero salto di qualità: in due stagioni con la maglia dell’Atalanta ha firmato 47 gol e anche questa stagione è partita alla grande, con una rete e due assist in tre partite.

TITE, NEYMAR E UNO STATUS DA CONSOLIDARE: IL BRASILE STA RINASCENDO

Numeri da capogiro, che fanno il paio con quelli di Luis Muriel: il suo primo gol con la Colombia è arrivato addirittura nel 2013 in amichevole contro il Guatemala, ma per molti anni la punta dell’Atalanta è uscito dai radar cafeteros. Ci è rientrato in occasione del Mondiale 2018: quella contro il Venezuela è però la sua prima realizzazione in match ufficiali con la nazionale. Nell’Atalanta, invece, a oggi Muriel ha collezionato 21 gol in 44 apparizioni.

MONDIALI 2022: I 5 TALENTI SUDAMERICANI DA SEGUIRE

Zapata – Muriel, show in Colombia Venezuela: Gasperini se li coccola

Per la loro maturazione definitiva, nemmeno a dirlo, è stato decisivo Gian Piero Gasperini. Quando Muriel è arrivato all’Atalanta, in molti pensavano che il classe 1991 sarebbe stato lo switch per Zapata, ma i problemi fisici palesati dall’ex Napoli nella scorsa stagione gli hanno permesso di incamerare parecchi minuti. Prestazioni convincenti, a tal punto che, quando Zapata è rientrato, Gasperini ha proposto spesso un’Atalanta a due punte.

PROBABILI FORMAZIONI SERIE A 2020 21

In attesa che rientri definitivamente Ilicic, la coppia composta da Zapata e Muriel è destinata a giocare ancora parecchie partite dal primo minuto. Potente e concreto il primo, sguciante e imprevedibile il secondo, sono il duo più prolifico della ultime due stagioni in Serie A. Bravo Gasperini, ma soprattutto brava Atalanta a rilanciare due profili che, anni fa, erano già stati catalogati come promesse non mantenute.

Per restare sempre aggiornati, seguici su InstagramFacebookYoutube e Twitter