HomeCalcio EsteroLa Colombia esonera Queiroz: un matrimonio mai decollato

La Colombia esonera Queiroz: un matrimonio mai decollato

La Federazione colombiana ha deciso di cambiare commissario tecnico: via Carlos Queiroz, protagonista di un avvio decisamente complicato delle qualificazioni ai Mondiali del 2022

Rivoluzione in casa Colombia, per cercare di invertire la tendenza di risultati ed evitare così la mancata qualificazione ai Mondiali del 2022 in programma in Qatar. La federazione colombiana ha infatti optato per il cambio di guida tecnica, con il ct Carlos Queiroz sollevato ufficialmente dall’incarico.

Le partite di oggi in tv: a che ora e dove vedere

Per la sorte del pluridecorato allenatore, che nel suo curriculum ha – tra le altre cose – la conquista di due Mondiali Under 20 con il Portogallo, hanno pesato i risultati negativi conseguiti dalla Colombia nelle qualificazioni ai Mondiali. Le ultime due sconfitte – per 3-0 contro l’Uruguay e per 6-1 – contro l’Ecuador sono state la classica goccia che ha fatto traboccare il vaso, in un biennio avaro di soddisfazioni e partito con grandi ambizioni.

Queiroz ct della Colombia: grandi ambizioni, risultati deludenti

Queiroz viene nominato ufficialmente commissario tecnico della Colombia il 7 febbraio 2019, dopo il lungo ciclo targato José Pekerman e la parentesi ad interim di Arturo Reyes. La Federazione colombiana vede in Queiroz l’uomo giusto per elevare il livello di competitività della Cafetera, reduce da annate in cui il suo miglior risultato è stato il 3^ posto nella Copa America del 2016.

Calciatori positivi Serie A | la lista | diversi i contagi

Proprio la competizione continentale, in programma in Brasile nell’estate del 2019, è il primo test per la Colombia targata Queiroz. Il tecnico prepara la manifestazione con 10 amichevoli, in cui raccoglie 5 vittorie, 3 pareggi e 2 sconfitte. Ciò che traspare in modo più evidente nel nuovo ciclo colombiano è la solidità difensiva visto che, in 7 delle 10 partite giocate, mantiene la porta inviolata. Con legittime ambizioni si presenta alla Copa America 2019, dovendo inizialmente affrontare un girone che comprende anche Argentina, Paraguay e Qatar.

Atalanta Midtjylland 1-1, l’analisi: tre spunti dal match

L’esordio è da sogno per i colombiani, che battono per 2-0 l’Argentina grazie alle reti di Zapata e Martinez. Il centravanti dell’Atalanta è in forma smagliante, tanto che decide anche la successiva sfida contro il Qatar. L’1-0 al Paraguay certifica il primo posto della Colombia, che appare come una delle più serie candidate alla vittoria finale. Il sogno s’infrange contro il Cile ai quarti di finale, con la Roja che prevale ai calci di rigore dopo 120 minuti chiusi sullo 0-0. Una delusione per la Nazionale di Queiroz, ma il peggio deve ancora venire.

Umiliazioni con Uruguay ed Ecuador: termina l’era Queiroz

Per dimenticare la sfortunata campagna brasiliana, la Colombia affronta le qualificazioni ai Mondiali del 2022 con grande determinazione. Un atteggiamento che viene tradotto sul campo nella partita d’esordio contro il Venezuela. La Cafetera vince per 3-0, grazie alle prodezze dei gemelli del gol atalantini Zapata e Muriel. Il successivo 2-2 contro il Cile riaccende qualche dubbio sulla conduzione di Queiroz, che tocca il punto più basso nelle due gare successive.

Borussia MG Inter 2-3, l’analisi: tre spunti dal match

A metà novembre sono in programma le sfide contro Uruguay ed Ecuador. Due incontri alla portata della Colombia, che invece rimedia altrettante sconfitte. Se il 3-0 è un k.o. amaro ma contro una compagine di pari livello, il 6-1 contro l’Ecuador viene ritenuto inaccettabile per rotondità del punteggio e atteggiamento messo in campo. Risultati che collocano la Colombia al 7^ posto nel girone di qualificazione che, se mantenuto, significherebbe l’esclusione dal Mondiale. Il punto più basso nella storia recente della Colombia, che ha spinto ad interrompere in anticipo – aveva il contratto fino al 2022 – il rapporto con Queiroz.

Amad Traoré al Manchester United: stella ivoriana scuola Atalanta

Seguici sul nostro sito, resta aggiornato CLICCA QUI e contattaci sui nostri social: InstagramFacebookTwitter e Flipboard!

0e571a370b7405f035ea1e969206dd1e?s=90&d=mm&r=g
Paolo Lora Lamia
Classe ’92, ho la vocazione del giornalismo sportivo fin dall’adolescenza. Adoro il calcio, la sua storia e una narrazione sportiva tesa ad emozionare più che a creare polemiche. Giornalista pubblicista dal 2019, cofondatore di Mondoprimavera.com, collaboratore presso Gruppo GEDI e La Giovane Italia e opinionista sportivo per Toscana TV. Ho un debole per il calcio inglese (e per il Liverpool in particolare).

Articoli recenti