HomeChampions LeagueCosa serve all'Atalanta per qualificarsi ai quarti di Champions

Cosa serve all’Atalanta per qualificarsi ai quarti di Champions

L’Atalanta ha perso in casa il match d’andata contro il Real Madrid, ma il 16 marzo c’è il ritorno: cosa serve ai bergamaschi per qualificarsi?

LEGGI ANCHE: Chi era Willy Braciano Ta Bi, ex Atalanta morto a soli 21 anni

Nella serata di Champions di ieri, la Dea non è riuscita a fermare il Real Madrid che si è imposto sui bergamaschi per 1-0. Una partita che ha dimostrato ancora una volta il grande cuore dell’Atalanta, ma anche macchiata da un dubbio episodio che ha condizionato la partita ed è stato al centro di molte polemiche di sponda atalantina. Ora la Dea è chiamata ad una quasi impresa per passare il turno in casa Real.

LEGGI ANCHE: Dove vedere Real Madrid-Atalanta di Champions League in tv e streaming

In quali casi l’Atalanta passa il turno?

LEGGI ANCHE: Torino-Sassuolo: tutti i dettagli sul rinvio e sul recupero

Il tabellino della gara d’andata mostra un risultato che è assolutamente recuperabile, ma le chance diminuiscono quando hai di fronte il Real Madrid e non hai a disposizione un giocatore importante come Freuler, a rischio anche Zapata dopo l’infortunio di ieri sera, l’Atalanta è dunque chiamata ad una grande prestazione.

LEGGI ANCHE: Infortunio Duvan Zapata | tempi di recupero | quando rientra

Se la partita dovesse finire a porte inviolate, il Real passerà il turno, infatti la Dea deve puntare almeno a segnare un gol e non subirne nessuno per raggiungere i supplementari. In caso di 0-2 o 1-2 in favore dei bergamaschi, sarà la squadra di Gasperini a superare il turno grazie alla regola dei gol in trasferta. Invece con l’1-1, la somma dei gol sarà a favore del Real, che in quel caso accederà ai quarti.

Atalanta
Fonte: profilo ufficiale Instagram @atalantabc

Lo spirito della Dea non basta

Che l’Atalanta sia un’ottima squadra già si sapeva, ma la prestazione di ieri in inferiorità numerica ha confermato che agli uomini di Gasperini non importa chi abbiano davanti, cercheranno sempre di esprimere il loro gioco.

LEGGI ANCHE: Milan-Stella Rossa, cosa serve ai rossoneri per qualificarsi

Va sottolineato il fatto che quello di quest’anno non è il miglior Real Madrid della storia, complici anche le assenze (Benzema e Ramos su tutti), ma i campioni che sono scesi in campo si sono fatti sentire. Le geometrie di Modric e Kross sommate alla solidità di Varane e Casemiro hanno dato un grande contributo alla vittoria madridista.

Gli episodi che hanno deciso la partita

Non è stata una partita ricca di occasioni, visti i pochi spazi che l‘Atalanta ha concesso, inoltre la Dea in fase offensiva è stata quasi nulla. Il Real ha cercato di arginare le mura bergamasche, e tra tiri fuori dalla porta e una super parata di Gollini, solo all’86° ha trovato il gol con Ferland Mendy, un tiro a giro con il suo piede debole (destro) che ha battuto Gollini, regalando il primo round degli ottavi al Real. Mendy riceverà poi il premio di MVP del match.

LEGGI ANCHE: Cosa serve al Napoli per superare il Granada

Courtuois non è stato impegnato quasi per niente, complice la partita difensivista dell’Atalanta, che dopo 17 minuti ha subito l’espulsione di Freuler per un fallo al limite dell’area. Dopo una grande azione di fraseggi del Real, Mendy ha saltato secco lo svizzero, che lo ha steso al limite dell’area: l’arbitro Stieler è andato diretto e convinto con il rosso sulla mano. Un cartellino molto contestato dagli atalantini, visto che Toloi e Djimsiti stavano recuperando in area e Mendy era un po’ più defilato rispetto al centro della porta. Un episodio che ha scatenato molte polemiche e che ha influito sul corso della partita.

atalanta
Fonte: profilo ufficiale Instagram @realmadrid

LEGGI ANCHE: Perché Toloi è il difensore giusto per l’Italia di Mancini

Seguici sul nostro sito, resta aggiornato CLICCA QUI e contattaci sui nostri social: InstagramFacebookTwitter e Flipboard!

Articoli recenti