dayot upamecano

A 22 anni Dayot Upamecano sembra ormai aver completato il suo percorso di crescita al Lipsia, che sembra pronto a venderlo al miglior offerente. Bayern Monaco e Liverpool sono sulle sue tracce, ma quale sarà la destinazione migliore?

Un bellissimo documentario del 2016, “Concrete Football”, raccontava la nascita di molti dei talenti che oggi compongono la spina dorsale della Francia campione del mondo nelle strade delle periferie, capaci spesso di insegnare i segreti del calcio più delle migliori accademie giovanili.

Anche se il documentario era dedicato alle banlieu parigine, si può senza dubbio dire che in qualche modo raccontasse anche la storia di Dayot Upamecano. Il 22enne difensore centrale del Red Bull Lipsia è infatti nato a Évreux, comune di poco più di 50mila abitanti della Normandia, ed è crescendo su campi di gioco irregolari e improvvisati che ha sviluppato tutte le caratteristiche che oggi lo rendono uno dei migliori difensori al mondo.

IL TORINO HA UN PROBLEMA CON IZZO E NKOULOU

Se madre natura lo ha infatti dotato di doti atletiche fuori dal comune – alto 186 centimetri, riesce ad essere anche estremamente rapido nei movimenti – è stato grazie alla strada che Upamecano ha affinato due qualità che lo hanno proiettato prestissimo nella ristretta (ma nemmeno troppo) élite delle stelle di domani: una straordinaria reattività alle situazioni impreviste, la capacità di leggere in anticipo il gioco e le intenzioni degli avversari e doti tecniche di prim’ordine.

dayot upamecano
Fonte Immagine: footballadn (@Instagram)

Upamecano è pronto per il salto di qualità

Entrato nelle giovanili del Valenciennes non ancora 15enne, Dayot Upamecano – il nome è un omaggio al bisnonno Dayotchanculle, re di un villaggio della Guinea-Bissau da cui la famiglia proviene –  è presto entrato nel mirino delle big francesi, che sono però state bruciate sul tempo dallo straordinario impianto di scouting allestito dalla Red Bull per accaparrarsi i migliori giovani campioni in circolazione.

COME É ADNATO L’ESORDIO DI LAPADULA COL PERU’

A 17 anni non ancora compiuti, così, Upamecano è stato acquistato dal Red Bull Salisburgo per poco più di 2 milioni di euro per poi esordire in prima squadra dopo un breve e ovviamente positivo rodaggio nel club satellite del Liefering. Sono bastate poche gare per capire che il campionato austriaco gli andava già stretto, così nessuno si è stupito quando nel gennaio del 2017 per l’allora 18enne Dayot è arrivata la “promozione” al Lipsia, che lo ha acquistato per 10 milioni di euro inserendolo immediatamente nell’undici titolare.

Quella che è appena iniziata sarebbe la quarta stagione intera per Upamecano in Bundesliga: il condizionale è però d’obbligo, dato che la crescita di questo eccezionale talento è stata addirittura più rapida del previsto e sul suo conto si sono già informati numerosi top club. Fortissimo sull’uomo, abile tatticamente, capace di uscire palla al piede e dominante nel gioco aereo, a 22 anni il centrale del Lipsia sembra già pronto per il definitivo salto di qualità.

MONDIALI QATAR 2022: RISULTATI, CALENDARIO E DOVE VEDERE LE QUALIFICAZIONI

Upamecano, Bayern Monaco o Liverpool?

Se è certo però che Dayot Upamecano arriverà in una big, resta ancora da vedere quando questa avverrà e quale sarà la destinazione. Secondo molti media internazionali il Liverpool al momento sarebbe il club che sembra in vantaggio, con Klopp che avrebbe chiesto lui o Koulibaly già per gennaio, considerando anche gli infortuni di Joe Gomez e Virgil Van Dijk che hanno colpito il reparto arretrato dei Reds.

Al fianco di Van Dijk Upamecano non solo avrebbe l’opportunità di distinguersi, ma anche quella di affinare ulteriormente il suo stile di gioco imparando da quello che probabilmente è il miglior centrale al mondo. Le sue caratteristiche tecniche e atletiche sembrano inoltre estremamente adatte al calcio inglese e soprattutto alle idee tattiche di Klopp.

NATIONS LEAGUE: REGOLAMENTO E CLASSIFICA DEI GIRONI

Anche il Bayern Monaco però sembra essere sulle tracce del giocatore: abituati a “depredare” il mercato interno e a puntare senza paura sui giovani di talento, i campioni di Germania e d’Europa possono pareggiare l’offerta del Liverpool – la base d’asta sembra essere di 50 milioni di euro – e inoltre permettersi il lusso di aspettare anche la fine della stagione: Upamecano infatti arriverebbe per sostituire Jerome Boateng, che lascerà i bavaresi in scadenza di contratto.

Inutile sottolineare come anche il Bayern Monaco sarebbe una destinazione estremamente gradita a Upamecano, che come a Liverpool si troverebbe finalmente ad avere l’opportunità di competere per la vittoria del campionato e della Champions League e a compiere il definitivo salto di qualità in una carriera da big che sembra già scritta.

LE PARTITE DI OGGI IN TV: DOVE VEDERLE

Upamecano
Fonte Immagine: bayernmunich_kaiser (@Instagram)

What’s next?

E se fosse meglio aspettare ancora un po’? Chi invita Upamecano a non avere fretta è il suo stesso allenatore al Lipsia, Julian Nagelsmann, che pur riconoscendo tutte le sue enormi qualità lo ha parzialmente ripreso dopo la sfida vinta 2-1 con il PSG in Champions, gara in cui il centrale non ha giocato benissimo.

“Gli errori che compie sono sempre gli stessi, vuole cercare di passare il pallone agli attaccanti subito dopo averlo conquistato. Semplicemente, non può funzionare sempre. Lo aveva già fatto contro l’Hertha e contro il ‘Gladbach in campionato, ci siamo trovati a subire situazioni di due contro uno.”

UPAMECANO: LA STRANA DECISIONE DEL MANCHESTER UNTIED

Forse Nagelsmann non ha tutti i torti, ma la sensazione è che se già oggi Upamecano può essere considerato tra i migliori difensori centrali al mondo sia convinzione diffusa che certi difetti verranno limati al più presto: a 22 anni i tempi sembrano maturi per l’ingresso nel calcio che conta, e tra Liverpool e Bayern Monaco, a cui si sono aggiunti in seconda battuta PSG e Chelsea, Manchester City e Manchester United, per chi già da tempo è considerato la “next big thing” nel ruolo non ci sarà che l’imbarazzo della scelta.

 Per restare sempre aggiornato, seguici su InstagramFacebookYoutube e Twitter