HomeSerie AIl Torino riabbraccia Sanabria, nuova variabile per Nicola

Il Torino riabbraccia Sanabria, nuova variabile per Nicola

Il rientro di Sanabria è un tema caldo in casa Torino: il paraguayano ha finalmente superato il Covid-19 e si è allenato per la prima volta al Filadelfia

LEGGI ANCHE: Torino-Sassuolo: tutti i dettagli sul rinvio e sul recupero

Dopo oltre 20 gorni passati a interrogarsi quando, per la prima volta, avrebbe vestito la maglia del Torino, allo Stadio Filadelfia si è finalmente visto Antonio Sanabria. L’attaccante paraguayano ha sostenuto il primo allenamento con i nuovi compagni – saltando solo la partitella finale – e si candida per una maglia in vista dell’anticipo di venerdì sera contro il Sassuolo.

Infortunio Arthur | quando rientra | tempi di recupero

Arrivato dal Betis in cambio di oltre 7 milioni di euro più bonus, l’ex Genoa si è quindi finalmente potuto calare nella nuova realtà, nella quale dovrà ambientarsi in fretta dato che lì davanti il Torino ha eccessivamente bisogno di un attaccante in grado di associarsi al meglio con Andrea Belotti. Il Gallo, troppo isolato in queste ultime partite, si abbassa sempre di più a prendere palla perdendo smalto nell’ultimo terzo di campo, di fatto depotenziandosi. E, per questo, Nicola dovrà intervenire.

rientro di sanabria
Fonte: profilo ufficiale Instagram @tsanabria9

Lazio-Torino, rinvio o vittoria tavolino?

Il rientro di Sanabria può aiutare il Torino?

Domanda lecita, alla quale su due piedi si potrebbe rispondere di sì. Innanzitutto, l’attaccante paraguayano porta in dote caratteristiche differenti da quelle degli altri attaccanti presenti in rosa. Infatti, l’ex Betis è uno che ama ricevere palla addosso, proteggerla e smistarla sfruttando gli inserimenti dei centrocampisti e, nel caso del Torino – che gioca con il 3-5-2 come sistema di base – dei due laterali che accompagnano l’azione.

Infortunio Kalinic | quando rientra | tempi di recupero

In secondo luogo, i suoi movimenti a svuotare l’area potrebbero consentire a Belotti di tornare a fare finalmente il centravanti, cosa che da troppo tempo il Gallo non fa più. Certo, parallelamente il rientro di Sanabria si porterà dietro anche diversi dubbi, uno su tutti l’eventuale implementabilità in un sistema molto sparagnino, che non esalta affatto le qualità degli interpreti offensivi. Però, vista anche la situazione attuale, ci si affida alla speranza.

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da Tonny Sanabria (@tsanabria9)

Quando ritorna Sanabria

Arrivato l’ultimo giorno di mercato dal Betis, Sanabria ha passato in albergo, da solo e isolato, circa tre settimane. Ora è pronto a tornare in campo: se le cose andranno come si spera, verrà convocato per Torino-Sassuolo.

Il rientro di Sanabria sarebbe già stato importante in occasione dei match con Genoa e Cagliari, dove però – pur soffrendo e non offrendo un gioco particolarmente godibile, sono comunque arrivati quattro punti. Il Torino ha perso solo una delle ultime undici partite, ma con Sanabria avrà quindi un’ulteriore arma in più.

Ovviamente andranno valutate le sue condizioni ma al momento regnano tranquillità ed entusiasmo, come confermano le istantanee che lo ritraggono a ridere e confabulare con i compagni su schemi e movimenti. Tra una cosa e l’altra, quindi, il rientro di Sanabria è slittato fino a fine mese, sperando che il ragazzo possa prendere subito confidenza e sviluppare un feeling positivo col resto del gruppo.

Infortunio Cuadrado | quando rientra | tempi di recupero

D’altronde, sulle tempistiche dell’operato del Torino si potrebbe come sempre discutere a lungo, ma le conclusioni sarebbero ovviamente le solite. Sbarcato a Torino a poche ore da un’espulsione in Copa del Rey, il calciatore è stato annunciato quasi una settimana dopo. Poi la positività ha rimandato il rientro di Sanabria, che ora è ansioso di prendersi il Toro avendo una data sulla quale concentrarsi. Se son rose, fioriranno.

Seguici sul nostro sito, resta aggiornato CLICCA QUI e contattaci sui nostri social: InstagramFacebookTwitter e Flipboard!

Avatar
Andrea Bracco
Cuneese, ha fondato il primo sito di calcio sudamericano in Italia e collaborato con diverse realtà editoriali di importanza nazionale, come Ultimo Uomo e Rivista Undici. Liga e Sudamerica le sue stelle polari, il calcio minore la sua debolezza.

Articoli recenti