Scartato ai provini, ora è l’esterno più decisivo in Europa

Scoperto per caso a un torneo giovanile, Reece James si è imposto nel Chelsea campione d’Europa conquistandosi la fiducia di Tuchel, arrivando in nazionale

Qualche giorno fa, per celebrare la sua convocazione da parte di Gareth Southgate, il profilo Twitter ufficiale di Euro 2024 ha dedicato un post a Reece James, uno dei laterali destri inglesi più creativi e incisivi dell’attuale Premier League.

Non solo l’Italia: anche la Svizzera avrà assenze molto pesanti venerdì sera

La stagione dell’esterno del Chelsea, che si è conquistato la nazionale inglese a suon di prestazioni, fino a oggi è stata pressoché perfetta: in 12 presenze, infatti, è stato coinvolto direttamente in ben 8 gol. I primi quattro li ha segnati, negli altri ha messo lo zampino con l’assist decisivo. E Tuchel, ovviamente, se lo coccola.

Reece James, il pallino di Tuchel

L’arrivo a Londra del manager tedesco ha accelerato il suo inserimento in prima squadra, dopo che Franck Lampard lo aveva definitivamente lanciato durante il suo interregno forzatamente autarchico per via dello stop alle operazioni di mercato concesse al club.

Shakhtar-Roma 21 febbraio 2018: un protagonista inaspettato

Il Chelsea ha così puntato sui tanti e forti giovane del settore giovanile, tra i quali James fa bella mostra da tempo. Tuchel, ben cosciente del diamante grezzo capitatogli per le mani, lo ha spesso mandato in campo dall’inizio, a tal punto che in questo anno e mezzo da carneade, il ragazzo di Redbridge si è trasformato in stellina in ascesa.

Infortunio Immobile | quando rientra | tempi di recupero

L’apice lo ha raggiunto nella finale di Champions League dello scorso anno, quando si è ritagliato un posto da protagonista assoluto giocando tutta la partita poi vinta dal Chelsea contro il Manchester City, finendo in lacrime per la gioia sventolando la sua maglietta numero 24.

reece james
Fonte immagine: profilo Ig @JamesReece

Un’ascesa complicata

Eppure arrivare a giocare ad alti livelli, per Reece James, non è stato affatto facile: all’età di soli 6 anni si presenta a Hammersmith e Fulham per fare un provino per una scuola calcio, vedendosi respingere perché non in grado di completare nemmeno un dribbling.

Il futuro della Juventus passa da Rabiot

In adolescenza, invece, sopraggiungo problem i di peso dovuti a un’alimentazione non consona per un atleta. Nonostante ciò, durante un torneo giovanile riesce ad attirare l’attenzione di un talent scout del Chelsea, approdando così ad una delle realtà di calcio più importanti d’Inghilterra.

Ancora una volta Nainggolan sorprende, questa volta in Belgio

Molto importante per la sua crescita è stato il prestito al Wigan, dove il londinese viene prima aggregato alla seconda squadra per poi essere promosso tra i grandi, vincendo anche il premio come giocatore dell’anno in Championship.

Talento precoce

Da segnalare, inoltre, che il suo primo gol assoluto al Chelsea gli ha permesso di battere un record storico appartenente niente meno che ad Arjen Robben: durante un match di Champions League giocato contro l’Ajax, all’età di 19 anni e 332 giorni Reece James diventa il più giovane marcatore in Europa dei Blues.

“Fu una grande emozione – ha raccontato in una recente intervista al canale Youtube Football Warriors – lì ho capito che avrei potuto fare qualcosa di importante”. Poi ha fissato i prossimi obiettivo personali: “Voglio vincere ancora col Chelsea – ha chiosato – ma soprattutto giocare il Mondiale, un sogno che avevo sin da quando ero bambino”.

Siamo su Google News: tutte le news sul calcio CLICCA QUI