HomeCalcio EsteroMadueke, la stella del PSV sulla strada di Sancho

Madueke, la stella del PSV sulla strada di Sancho

Noni Madueke, 18 anni, è la nuova stella del PSV Eindhoven che sta brillando sia in Eredivisie che in Europa League, e proprio come Jadon Sancho ha scelto di lasciare giovanissimo l’Inghilterra per fare fortuna all’estero.

LE PARTITE DI OGGI IN TV: A CHE ORA E DOVE VEDERLE

Un gol e un assist, decisivi nella vittoria del suo PSV Eindhoven ieri sera contro il PAOK: Noni Madueke è diventato il più giovane giocatore a centrare questo risultato nell’Europa League di quest’anno, a 18 anni 8 mesi e 17 giorni.

Una storia che ne racchiude un’altra, quella più grande dei nuovi campioni del calcio inglese, che da Jadon Sancho in avanti lasciano la terra natia per cercare fortuna all’estero: arrivato in Olanda nel giugno del 2018, Madueke è diventato un punto fermo della squadra di Roger Schmidt in questa stagione, nella quale è già sceso in campo in 15 occasioni, registrando 5 gol e 5 assist.

STADIO DELLA ROMA: FRIEDKIN CONTATTA RENZO PIANO PER RIMODERNARE IL FLAMINIO

Dai ragazzi del Tottenham all’Eredivisie

Chukwunonso Tristan Madueke, detto comunemente “Noni”, è nato a Londra il 10 marzo 2002 in una famiglia di origine nigeriana, e si è subito messo in mostra come un grande talento, entrando giovanissimo nelle giovanili del Tottenham. Con gli Spurs si è rapidamente imposto nelle formazioni juniores, diventando presto capitano dell’Under-16 e debuttando nell’Under-18 che aveva solo 15 anni.

PRIMA DELL’ATALANTA: LE ALTRE ITALIANE CHE ESPUGNARONO ANFIELD

Non è chiaro cosa sia successo a questo punto, ma evidentemente i rapporti tra il giovanissimo Madueke e il Tottenham si sono alterati nell’estate del 2018. Il ragazzo era seguito dal Manchester United, uno dei migliori vivai d’Inghilterra e una delle squadre che tradizionalmente punta di più sui giovani, ma ha deciso di rifiutare l’offerta dei Red Devils e accettare invece quella del PSV Eindhoven, una squadra olandese meno ricca e meno competitiva a livello internazionale.

Ma anche una che porta presto i suoi ragazzi in prima squadra e pone molta cura alla loro crescita. “Ci sono tanti giovani tra i titolari di PSV e Ajax, ho pensato che se volevo arrivare in prima squadra il più velocemente possibile allora dovevo venire qui” ha rivelato Madueke al Daily Mail. In breve tempo, ha fatto la scalata dalla giovanili del PSV alla formazione B, fino alla prima, con cui ha debuttato lo scorso gennaio.

Madueke: caratteristiche tecniche

CARLOS VINICIUS È IL VALORE AGGIUNTO DEL TOTTENHAM IN EUROPA

Non particolarmente alto (1,76 m), Madueke è comunque un giocatore molto atletico e con una grande tecnica di base. Nei ragazzi del Tottenham aveva iniziato come trequartista, ma progressivamente si è spostato sulla fascia, così da poter sfruttare la sua velocità e il suo talento nell’uno contro uno; tuttavia, il suo passato tattico lo porta spesso ad accentrarsi dalle corsie esterne, cercando l’assist o il tiro di mancino, suo piede naturale.

Noni Madueke rispetta in pratica il modello della mezza punta inglese di ultima generazione – lo stesso, per intenderci, di Raheem Sterling – veloce e tecnico, in grado di svariare su tutto il fronte offensivo. Ma soprattutto caratterialmente molto forte, al punto da imporsi a livello internazionale fin da giovanissimo, compiendo anche scelte coraggiose come quella di lasciare l’Inghilterra per un paese completamente nuovo.

QUALI SONO I CLUB PIÙ GIOVANI IN EUROPA?

In Nazionale, Madueke sta facendo tutta la trafila delle selezioni inglesi, ed è arrivato fino all’Under-18, ma sono in tanti a immaginare per lui un prossimo salto diretto all’Under-21, dove si troverebbe accanto a un altro baby-fenomeno come Jude Bellingham. La Nigeria lo ha nel mirino, e sta cercando di convincerlo a dichiararsi per le Super Eagles, sfruttando la sua lontananza dalla Premier League.

Madueke come Sancho e Bellingham

GIOVANI E TALENTUOSI: BELLINGHAM, 17 ANNI E UN FUTURO ASSICURATO

L’esplosione di Noni Madueke al PSV Eindhoven conferma un momento particolarmente significativo per il calcio inglese, che continua a perdere i suoi giovani talenti, che preferiscono andare a giocare all’estero invece che attendere per un posto in Premier. Sancho ha lasciato il Manchester City nel 2017 per il Dortmund, aprendo la strada alla sua generazione: l’anno scorso, Jamal Musiala si è trasferito dal Chelsea al Bayern Monaco a soli 16 anni, e pochi mesi fa la stessa cosa l’ha fatta il già citato Bellingham, dal Birmingham City al Dortmund a 17 anni.

Madueke ha spiegato alla BBC che il campionato inglese attira ogni anno i migliori calciatori del mondo, per cui per un giovane è veramente difficile trovare spazio tra i titolari. Altri campionati, come quello tedesco e olandese, danno invece maggiori prospettive immediate, ma allo stesso tempo investono i giocatori di minori pressioni, dando loro modo di crescere con più calma.

Ad Eindhoven, Madueke si ritrova a giocare accanto a grandi promesse, come lo statunitense Richard Ledezma e gli olandesi Jordan Teze e Mohamed Ihattaren, ma anche un giocatore di grande esperienza come Mario Gotze. Il PSV sta lavorando sodo per riuscire a migliorarsi, e attualmente è tornato in corsa per il passaggio del turno di Europa League, e si trova quarto in campionato, a quattro punti dall’Ajax capolista.

IN OLANDA SI STA PARLANDO MOLTO DI JORDAN TEZE

Seguici su InstagramFacebookYoutube e Flipboard

Valerio Moggia
Valerio Moggia
Nato a Novara nel 1989, è il curatore del blog Pallonate in Faccia, ha scritto per Vice Italia e Rivista Undici, e collabora con la rivista digitale Linea Mediana.

Articoli recenti