Bellingham

Dopo che il Borussia Dortmund ha annunciato l’acquisto di Jude Bellingham per 30 milioni di euro, il Birmingham ha deciso di ritirare la sua maglia, la numero 22. Questo gesto, solitamente riservato a leggende del club o a giocatori prematuramente scomparsi, ha indignato i social, che si sono subito scagliati contro il club inglese, arrivando a definire “imbarazzante” un gesto che voleva solamente “essere d’ispirazione a tutti i giovani che sognano di sfondare nel calcio che conta”. E Bellingham, benché abbia appena 17 anni, ha tutto ciò che serve per farlo.

Giovanissimo e talentuoso

Nato a Stourbridge, vicino a Birmingham, il classe 2003 si avvicina sin da piccolo al calcio, anche grazie all’esempio del padre, Mark, ex bomber da 700 gol della non-league. Jude, però, non vuole essere un rapace d’area di rigore, ma vuole giocare a centrocampo, per fare la differenza grazie alla sua intelligenza tattica e alle sue spiccate doti offensive, ereditate dal padre. A 7 anni entra nelle giovanili del Birmingham City, a 14 anni esordisce con l’U18 e a 15 con l’U23: l’esordio con la prima squadra sembra ormai solo questione di tempo, visto che i suoi coetanei non gli si avvicinano nemmeno per qualità tecniche e fisiche. I top club d’Inghilterra, intanto, lo seguono con grandissima attenzione, ma non sono gli unici, perché il Borussia Dortmund, che di giovanissimi talenti inglesi ne capisce qualcosa, ha cominciato a mandare in Inghilterra i suoi talent scout.

ALESSANDRO BASTONI È DIVENTATO INSOSTITUIBILE

L’esordio fra i grandi

Arriva l’agosto del 2019, e Bellingham, dopo un eccellente pre-campionato, viene unito alla prima squadra, prendendo l’ormai “leggendaria” maglia numero 22. Il 6 agosto arriva l’esordio in Carabao Cup, mentre il 25 esordisce in Championship, subentrando nella partita contro lo Swansea e diventando il più giovane esordiente della storia del Birmingham. Una settimana dopo, contro lo Stoke, segna il gol decisivo per la vittoria della sua squadra, che comincia a diventare sempre più dipendente da lui, tanto che a fine stagione le presenze sono 44 fra tutte le competizioni. Tante, tantissime per un giocatore di appena 16 anni, che, però, sembra aver già tutte le qualità necessarie per sfondare nel calcio che conta.

LA JUVENTUS HA MERITATO QUESTO SCUDETTO?

L’arrivo al Borussia Dortmund di Bellingham, fra aspettative e certezze

E i club che lo seguono da anni ne sono consapevoli: a gennaio il Manchester United offre 20 milioni di sterline, ma il Birmingham rifiuta categoricamente. A marzo Bild dichiara che il Borussia Dortmund ha concluso l’affare, diventato uno dei più costosi della storia del club, mentre l’ufficialità arriva il 20 luglio, con Jude che si prepara a diventare il leader del centrocampo giallonero ad appena 17 anni.

View this post on Instagram

⚫️ #HeyJude 🟡

A post shared by Borussia Dortmund (@bvb09) on

NEYMAR, UNA NOTTE DA PALLONE D’ORO

Jude Bellingham: le caratteristiche tecniche

Giocatore dotato di grande atletismo e forza fisica, Bellingham è un centrocampista precocissimo, moderno e duttile, capace di giocare in quasi tutti i ruoli del centrocampo, garantendo sempre qualità e quantità e mostrando un’intelligenza tattica fuori dal comune. Difensivamente molto attento, il giovanissimo inglese ha dimostrato di saper far la differenza anche in attacco, dove ha mostrato di possedere un grande senso della posizione.

INTER, OSTACOLO UCRAINO: ALLA SCOPERTA DELLO SHAKHTAR