jordan teze
Fonte: Instagram @jordanteze

Gli inizi col PSV, la squalifica e il rinnovo: in Eredivisie è arrivato il momento di Jordan Teze

Tra i giovani talenti più interessanti in questo primo scorcio di Eredivisie si è messo in mostra Jordan Teze. Il promettente difensore centrale del PSV ha avuto il grande merito, tramite prestazioni di ottimo livello, di conquistarsi definitivamente un ruolo da titolare al centro della retroguardia della squadra allenata da Roger Schmidt. Il tecnico tedesco stravede per Teze, a tal punto da relegare in panchina alcuni profili ben più quotati.

LE PARTITE DI OGGI IN TV E STREAMING: A CHE ORA E DOVE VEDERLE

Classe 1999, di recente è stato fatto oggetto di voci di mercato che lo avrebbero voluto lontano da Eindhoven e dal club che lo ha svezzato. Così, il PSV ha deciso di cautelarsi offrendogli un ricco rinnovo di contratto triennale. In questo modo, Teze verrà blindato dal club della Philips e, da adesso in poi, chiunque vorrà mettere le mani sul giovane tulipano dovrà per forza prima sedersi al tavolo delle trattative con la dirigenza olandese.

COME FUNZIONA LA NATIONS LEAGUE: REGOLAMENTO E GIRONI

Lo sputo e la squalifica

Jordan Teze ha personalità da vendere. Talvolta, pure troppa: nel 2018, poco dopo aver esordito con la prima squadra del PSV, è incappato in una squalifica a tempo indeterminato da ogni selezione nazionale Oranje. Il motivo? Durante una partita contro la Germania under 20, il difensore ha sputato in faccia a un avversario, all’interno di una rissa scatenatasi alla fine di un match tirato e molto nervoso. La federazione non ci mise molto a sospenderlo.

PERCHÈ GREG CLARKE NON È PIÙ IL PRESIDENTE DELLA FA

“Un gesto intollerabile – si lesse nel comunicato firmato dai vertici olandesi – inqualificabile, un’azione che non può passare sotto silenzio”. Teze chiese poi scusa, ma il suo percorso in nazionale pare sia stato ancora macchiato da quella vicenda. Quella sera, in campo con lui c’era anche il suo amico fraterno Armando Obispo, coetaneo nonché compagno di squadra al PSV. Entrambi hanno fatto lo stesso percorso a livello giovanile e, ora, sono uomini chiave della squadra di Schmidt.

SAO CAETANO, GLI (EX) ETERNI SECONDI DEL CALCIO BRASILIANO

Chi è Jordan Teze, il talento del PSV in rampa di lancio

Nato a Groningen, Jordan Teze è entrato da bambino nel vivaio del PSV. Tutta la famiglia si è trasferita con lui, costruendosi una nuova vita in un’altra città. La sua ascesa è stata abbastanza rapida, basti pensare che ha praticamente sempre giocato sotto età. Nel 2018 è arrivato l’esordio in prima squadra, sotto la gestione di Cocu, e da quel giorno Teze ha cominciato ad allenarsi con regolarità in mezzo ai grandi.

IL PARTIZAN HA IL MIGLIOR SETTORE GIOVANILE D’EUROPA

Lo scorso anno lo ha passato spesso a giocare in seconda divisione, ma la stoffa del ragazzo era già ampiamente evidente. La promozione con Schmidt, quindi, non è stata altro che la normale conseguenza di un cammino costante e in discesa. Teze nasce terzino destro ma, viste le caratteristiche fisiche, viene dirottato in mezzo alla difesa, tornando nel suo ruolo solo in momenti di necessità. Possiede una buona corsa, ottimi tempi di gioco ed è abbastanza bravo anche in marcatura.

MAX KRUSE, IL BOMBER POPOLARE HA CONQUISTATO L’UNION BERLINO

Destro naturale, possiede un’ottima capacità di calcio, a tal punto che ancora oggi su Youtube circola un suo video nel quale, calciando quasi dalla propria trequarti difensiva, centra lo specchio avversario scavalcando il portiere. Il canale ufficiale del PSV di recente ha ricostruito quell’episodio, augurando al ragazzo decine di altre reti con la maglia biancorossa. La stessa con la quale, adesso, Jordan Teze è pronto a rinnovare i propri voti. In attesa, perché no, del grande salto internazionale.

JUAN CRUZ, DA BOLOGNA ALLA CONQUISTA DELLA LIGA

Per restare sempre aggiornati, seguiteci su Instagram e Facebook