La grande partenza del Napoli: alla caccia di un record storico

Il Napoli ha vinto la sesta partita di fila da inizio stagione: solo nel 2017/18, con Sarri in panchina, riuscì a fare meglio

La bella vittoria contro il Cagliari ha rinsaldato il primo posto in classifica del Napoli: la squadra di Luciano Spalletti si è imposta 2-0 in un match risolto dalle reti di Osimhen e Insigne, quest’ultima su calcio di rigore.

LEGGI ANCHE: La svolta del Napoli passa anche da Zambo Anguissa

Gli azzurri sono partiti forte e girano a meraviglia, a cominciare dalla grande solidità difensiva palesata da quando il nuovo allenatore siede in panchina e arrivando all’efficacia realizzativa nell’ultimo terzo di campo. A tutto ciò vanno aggiunte le prove dei singoli, tra conferme – Insigne, Osimhen, Koulibaly e Fabian Ruiz – e sorpresa, come il rilancio di Rrahmani e l’impatto di Anguissa.

rrahmani
fonte immagine: profilo Ig @amir_rrahmani13

Napoli, sesta vittoria di fila: alla caccia di un record

Con la vittoria contro il Cagliari il Napoli ha portato avanti un cammino importante, proseguendo la caccia al rendimento di inizio stagione 2017/18, quando i partenopei arrivarono secondi a fine campionato superando quota 90 punti.

LEGGI ANCHE: Osimhen o Insigne: di chi è il gol in Udinese-Napoli

Questo non bastò a vincere lo Scudetto, ma servì a lanciare definitivamente la figura di Maurizio Sarri, grande protagonista di quell’annata. Con mezzi nettamente inferiori alla Juventus riuscì a dare battaglia ai bianconeri fino alla fine, vincendo anche lo scontro diretto in trasferta grazie a un’inzuccata di Koulibaly.

leicester-napoli
Lorenzo Insigne , Kalidou Koulibaly and Giovanni Di Lorenzo of SSC Napoli celebrate at the end of the Serie A football match between SSC Napoli and Venezia FC at Diego Armando Maradona stadium in Napoli (Italy), August 22th, 2021.
Photo Cesare Purini / Insidefoto

Obiettivo nove vittorie

Tuttavia, quell’anno gli azzurri misero assieme insieme ben otto vittorie consecutive, cominciando dalla trasferta sul campo dell’Hellas Verona per poi proseguire con i successi contro Atalanta, Bologna, Benevento, Lazio, Spal, Cagliari e Roma.

LEGGI ANCHE: Il dato che ha convinto il Napoli a puntare su Ounas

Solo alla nona giornata, contro l’Inter, gli uomini di Sarri vennero fermati sul pareggio. Per trovare la prima sconfitta stagionale, però, bisogna catapultarsi fino alla quindicesima giornata, quando la rete dell’ex segnata da Higuain permise alla Juventus di espugnare il San Paolo.

LEGGI ANCHE: A Napoli è arrivato Luciano Spalletti: come giocheranno i partenopei?

Nelle prossime partite i partenopei affronteranno Fiorentina e Torino: in caso di doppia vittoria, la partita in casa contro la Roma potrebbe segnare un record storico, mai toccato nemmeno dalla grande squadra capitanata da Diego Armando Maradona. Che, da lassù, starà tifando come non mai.

Seguici sul nostro sito, resta aggiornato CLICCA QUI e contattaci sui nostri social: InstagramFacebookTwitter e Flipboard!