Europa League 2020/2021, quanto guadagnano le italiane

Il montepremi Europa League 2020/2021 è meno ricco degli altri anni, a causa della pandemia, ma può fruttare ancora un bel po’ di soldi ai club che prendono parte alla competizione, tra cui tre italiane. Ma di quanti soldi stiamo parlando, esattamente?

DA DOVE È SALTATO FUORI IL WOLFSBERGER

Non è certo solo una questione di sport: partecipare a una competizione significa anche mettere in cassa tanti soldi. Ad esempio, il Milan attualmente ha già guadagnato circa 10 milioni di euro dalla sua partecipazione all’Europa League, sommando il bonus per la partecipazione al torneo, il ranking storico e i risultati, che comprendono il passaggio del turno come prima del proprio girone.

Il calcolo di quanto un club guadagna dal torneo è un po’ complicato e va spiegato nel dettaglio. Infatti, anche se Milan, Roma e Napoli sembrerebbero essere nella stessa situazione (tutte e tre prime dei rispettivi gironi), non arrivano a ottenere esattamente la stessa cifra.

ZACCAGNI ALLA LAZIO: UN VALORE AGGIUNTO PER INZAGHI?

Il calcolo del montepremi Europa League 2020/2021

Il montepremi Europa League 2020/2021 ammonta complessivamente a 560 milioni di euro, che vengono suddivisi tra le varie partecipanti a seconda dei risultati che ottengono e di altri fattori. Per calcolare quanto gudagna ogni singolo club occorre quindi seguire alcuni passaggi: il primo prevede una quota fissa di 2,92 milioni di euro per ogni club che si qualifica alla fase a gironi del torneo, cioè quella che si è appena conclusa e che riguarda 48 club provienienti da tutta l’area UEFA.

montepremi europa league 2020/2021
Fonte Immagine: @officialasroma (Instagram)

PERCHÈ IL TOTTENHAM PUÒ VINCERE L’EUROPA LEAGUE

A questo si aggiungono dei bonus per chi supera la fase a gironi, che ammontano a 0,57 milioni per il primo posto nel proprio gruppo, e 0,19 milioni per il secondo; esiste poi un ulteriore bonus pari a 0,5 milioni per la partecipazione ai sedicesimi di finale, cioè la prossima fase a eliminazione diretta, che verrà disputata tra il 18 e il 25 febbraio. Siccome Milan, Roma e Napoli hanno raggiunto questa fase, qualificandosi al primo posto dei gironi, hanno già guadagnato 3,99 milioni di euro ciascuna.

A questi soldi, però, si aggiunge una parte variabile dovuta al ranking storico, una classifica basata cioè sulle prestazioni del club in Europa negli ultimi dieci anni, che redistribuisce una cifra pari a 71.430 euro moltiplicati per il relativo coefficente. Immaginate una torta da 84 milioni di euro, divisa in 1176 fette: a ogni coefficente appartiene un certo numero di fette, dalle 48 della prima (l’Arsenal) all’unica dell’ultima (il CSKA Sofia). Facciamo un esempio: il Napoli, che si trova in quarta posizione, riceve 45 “fette”, che moltiplicate 71.430 fanno 3.214.350 euro. Per il Milan, sesto, si arriva a 3.071.490 euro, e per la Roma, settima, 3.000.060 euro. Potete confrontare i coefficenti qui.

Alle cifre così calcolate si aggiungono ulteriori bonus, dovuti a redistribuzioni eccezionali del montepremi Europa League 2020/2021 e agli specifici risultati delle partite giocate durante la competizione. Si arriva così a cifre che, per le italiane, sono attualmente queste:

  • MILAN: 10.001.490 euro
  • ROMA: 9.390.060 euro
  • NAPOLI: 9.224.350 euro

Quanto si può guadagnare dall’Europa League 2020/2021

GRANADA, UN’OUTSIDER PER L’EUROPA LEAGUE?

Ovviamente non è tutto qui. Ulteriori guadagni potrebbero arrivare dalla prosecuzione nelle fasi successive della competizione: la qualificazione agli ottavi di finale comporta un premio fisso di 1,1 milioni di euro, che salgono a 1,5 qualificandosi ai quarti, a 2,4 alle semifinali e a 4,5 alla finale. Il vincitore, poi, riceve un ulteriore premio da 4 milioni. Il che significa che il club che vincerà l’Europa League guadagnerà, da qui al 26 maggio (data della finale di Danzica), altri 13,5 milioni di euro.

montepremi europa league 2020/2021
Fonte Immagine: @europaleague (Instagram)

ANTWERP, I LATI OSCURI DELLA SORPRESA DELL’EUROPA LEAGUE

Per farci un’idea, il Milan – che è l’italiana che ha gudagnato di più al momento – in caso di vittoria arriverebbe a incamerare circa 23,5 milioni di euro come montepremi Europa League 2020/2021. Per intenderci: si tratta di una cifra di poco superiore a quella che la scorsa estate ha speso il Manchester City per Ferran Torres, uno dei migliori govani al mondo.

In tutto questo va però anche considerato che, per la stagione in corso, la UEFA ha annunciato un ribassamento del 4% sui premi delle competizioni europee a causa della pandemia, che verrà applicato sull’ultima rata, che verrà corrisposta ai club il prossimo giugno.

IL MACCABI TEL AVIV PUÒ ESSERE LA RIVELAZIONE DELL’EUROPA LEAGUE

Seguici sul nostro sito, resta aggiornato CLICCA QUI e contattaci sui nostri social: InstagramFacebookTwitter e Flipboard!