Perché Liverpool-West Ham è il big match del weekend di Premier League

Liverpool-West Ham è una delle partite più interessanti del turno pre sosta: ai Reds di Klopp, tra i favoriti per la vittoria della Premier League, si contrappone l’underdog di Moyes

Nel weekend in cui il Manchester City passeggia sui resti dei cugini del Manchester United, la Premier League chiude la giornata pre sosta per le nazionali con un interessantissimo Liverpool-West Ham. Il match mette di fronte due delle squadre più in forma del momento.

Premier League 2021/2022: risultati e classifica

Da una parte, infatti, ci sono i Reds di Jurgen Klopp, che con Chelsea e City si contenderanno il titolo in questa stagione, mentre dall’altra gli Hammers di David Moyes, ormai al terzo anno di crescita costante, vorrebbero finalmente tentare seriamente l’assalto alla qualificazione in Champions League.

david moyes
fonte immagine: whufc.com

Klopp contro Moyes

Al netto di quelli che possono essere gli obiettivi stagionali delle due squadre, Liverpool-West Ham sarà una partita ricca di spunti di interesse. Per esempio, la sfida tra i due manager: Klopp è un top ormai da anni, ha vinto tutto ma il suo lavoro sulla sponda rossa di Liverpool sembra ancora non essere finito.

Premier League, Mané nel club dei 100: è il terzo africano della storia

Il tedesco è una istituzione: arrivato nell’indifferenza generale, ci ha messo davvero poco per conquistare tutto l’ambiente con il suo calcio intenso e verticale. Per certi versi, Moyes sta provando a seguire questa falsariga, seppure con diversi distinguo del caso.

Premier League, Player of the Month: 5 giocatori che non lo hanno mai vinto

Infatti gli Hammers, in queste ultime stagioni, si sono scrollati di dosso la nomea di squadra inconcludente nonostante i tanti soldi spesi in estate. Questo grazie proprio al lavoro dello scozzese, anche lui in cerca di rilancio dopo la pessima avventura allo United.

Jurgen Klopp
Fonte Immagine: @jurgenklopp10 (Instagram)

Liverpool-West Ham, stili a confronto

Per quanto riguarda il campo, il Liverpool ha ormai nel 4-3-3 il suo marchio di fabbrica. Negli ultimi tempi Klopp ha modellato parecchio le rotazioni dei reparti, molto spesso per esigenza: per esempio, il tedesco la scorsa stagione ha dovuto rinunciare a van Dijk, il che lo ha messo parecchio in difficoltà.

Klopp pro vaccino: “Non farlo è come guidare da ubriachi”

Davanti, invece, ai tre intoccabili della vittoria in Champions League si è aggiunto Diogo Jota, ex stella del Wolverhampton, una risorsa importante che implementa una rosa sulla quale la dirigenza del Liverpool ha deciso di intervenire molto poco.

David Moyes, dall’incubo United al riscatto con il West Ham

Il West Ham gioca un 4-2-3-1 a vocazione offensiva, in estate ha perso Lingard – che potrebbe tornare a gennaio – ma, dopo un anno di apprendistato, si gode un Pablo Fornals in formato mondiale. Lo spagnolo è uno degli aghi della bilancia della manovra claret & blue, assieme ad Antonio, Rice e agli slovacchi Soucek e Coufal.

Liverpool
Fonte: @AnfieldEdition (Twitter)

Numeri importanti

Il Liverpool si presenterà all’appuntamento come unica squadra a non aver ancora perso una partita nella Premier League attuale, con a favore il miglior attacco del torneo e la terza miglior difesa, tornata a essere un bunker grazie al rientro di van Dijk.

Liverpool-Atletico Madrid 11 marzo 2020, la partita killer

Il West Ham, invece, segna un po’ meno – a oggi ci sono 9 gol di differenza tra le due squadre – ma subisce poco, nonostante il pacchetto arretrato non abbia sulla carta quei top player in grado di competere con le altre big.

Il miglior acquisto del Liverpool che non vedrete mai in campo

Ma nell’East End c’è una compagine che, grazie a Moyes, si è costruita un’identità importante, riconosciuta in conferenza stampa dallo stesso Klopp. Per questo motivo, ad Anfield Road, sarà partita vera, con punti importanti in palio prima dell’ultima sosta del 2021.

Siamo su Google News: tutte le news sul calcio CLICCA QUI