HomeCalcio EsteroDavid Moyes, dall’incubo United al riscatto con il West Ham

David Moyes, dall’incubo United al riscatto con il West Ham

Il tecnico del West Ham David Moyes, dopo un periodo difficile della sua carriera, si sta togliendo grandi soddisfazioni sulla panchina degli Hammers

La carriera degli allenatori è un percorso che va interpretato in ogni sua tappa con il medesimo equilibrio, prendendo il meglio dai momenti negativi per poi cercare di migliorare. Così sta facendo David Moyes, tecnico del West Ham e protagonista di un ottimo avvio di stagione sulla panchina degli Hammers. Un’inversione di tendenza per il mister di Glasgow dopo una serie di delusioni vissute negli ultimi anni tra Inghilterra e Spagna.

Le partite di oggi in tv: a che ora e dove vedere

La lunga e positiva esperienza all’Everton

Erano anni che Moyes non viveva un’esperienza in panchina così proficua. Per ritrovare un exploit simile bisogna risalire alla stagione 2001/02, quando il tecnico venne chiamato all’Everton per sostituire Walter Smith. I Toffees navigavano in cattive acque, ma Moyes riuscì a conquistare la permanenza del massimo campionato inglese.

Calciatori positivi Serie A | la lista | diversi i contagi

Quello fu l’inizio di un ciclo lungo e vincente, che portò l’Everton stabilmente nei piani alti del calcio inglese. Il miglior campionato dell’era Moyes si è concretizzato però nella stagione 2004/05, quando i Toffees raggiunsero uno straordinario quarto posto e terminando la stagione con 3 punti di vantaggio sui rivali cittadini del Liverpool. Nell’era Moyes, durata 12 stagioni, l’Everton sfiorò anche il successo in FA Cup (trofeo che manca dalla bacheca del club dalla stagione 1994/95). Nell’edizione 2008/09, i Toffees arrivarono fino alla finale per poi perdere 2-1 contro il Chelsea. Una cocente delusione che però, a posteriori, non scalfisce la bontà del lavoro fatto da Moyes a Liverpool.

Il flop al Manchester United e l’inizio della crisi

Gli ottimi risultati conseguiti da Moyes all’Everton non passano inosservati dalle parti di Manchester, con l’United chiamato a sostituire un’icona come Alex Ferguson. Nell’estate 2013 il nome designato è proprio quello di Moyes, scelto per dare continuità alle vittorie conquistate da Fergie nel ventennio precedente. Un’avventura che è cominciata nel migliore dei modi – con il successo in Charity Shield con il Wigan – ma che si è poi trasformata in un incubo con il passare delle settimane. Il Manchester United sembrava un lontano parante di quello ammirato nelle annate precedenti e Moyes, quasi inevitabilmente, venne esonerato nell’aprile del 2014.

Da Chiesa a Thuram, padri e figli marcatori in Champions League

Il flop sulla panchina del Manchester United rappresenta una macchia sul curriculum di Moyes che, negli anni successivi, fatica a riprendersi. In vita della stagione 2014/15 accetta l’offerta della Real Sociedad, misurandosi per la prima volta con la Liga. Un’esperienza che si è rivelata fallimentare, con un 12simo posto il primo anno e un esonero a novembre della stagione successiva. Va ancora peggio alla guida del Sunderland nel campionato 2016/17, chiuso all’ultimo posto e quindi con la retrocessione in Championship.

Infortunio Kjaer | quando rientra | i tempi di recupero

Moyes al West Ham, tra salvezze e sogno europeo

La carriera di Moyes sembra essere ormai un abbonamento alle delusioni, ma subisce uno scossone nel corso della stagione 2017/18. Il West Ham, in crisi di risultati, nel novembre 2017 chiama il mister scozzese che riesce a chiudere la stagione al 13simo posto. Risultato che non gli vale la conferma in panchina, ma che comunque rimane nella mente dei dirigenti degli Hammers. Nel gennaio del 2020, il club si trova ad un passo dalla zona retrocessione e viene nuovamente ingaggiato Moyes, che centra la sua seconda salvezza consecutiva con il West Ham.

moyes
fonte immagine: whufc.com

Tifosi allo stadio, l’Inghilterra è pronta a riaprire

Stavolta viene confermato alla guida dei londinesi, potendo quindi impostare il suo progetto tecnico fin dalla preparazione estiva (seppur breve per via della conclusione posticipata del campionato causa Covid). Fin dalle prime settimane stagionali, il nuovo West Ham targato Moyes appare una squadra molto più determinata rispetto alle ultime due traballanti stagioni passate. Un club che fa dello spirito di gruppo la sua arma migliore, come era avvenuto nell’Everton di Moyes. Caratteristiche che si traducono in risultati sul campo, visto che gli Hammers sono in piena corsa per la qualificazione all’Europa League. Una rivincita perfetta per Moyes, dato troppo presto per bollito dopo il fallimento – non solo per colpe sue – allo United.

Europa Conference League: cos’è, come funziona e regolamento

Seguici sul nostro sito, resta aggiornato CLICCA QUI e contattaci sui nostri social: InstagramFacebookTwitter e Flipboard!

Avatar
Paolo Lora Lamia
Classe ’92, ho la vocazione del giornalismo sportivo fin dall’adolescenza. Adoro il calcio, la sua storia e una narrazione sportiva tesa ad emozionare più che a creare polemiche. Giornalista pubblicista dal 2019, cofondatore di Mondoprimavera.com, collaboratore presso Gruppo GEDI e La Giovane Italia e opinionista sportivo per Toscana TV. Ho un debole per il calcio inglese (e per il Liverpool in particolare).

Articoli recenti