HomeCalcio EsteroSul Leeds di Bielsa si sta facendo una narrativa sbagliata

Sul Leeds di Bielsa si sta facendo una narrativa sbagliata

Il Leeds di Bielsa ha espugnato l’Etihad, coronando una stagione positiva sulla quale, però, si sta facendo troppa retorica

Il Leeds United di Marcelo Bielsa è l’unica squadra nella stagione attuale in Premier League ad aver concesso un solo punto al Manchester City sui 180 minuti di gioco. In questo, l’allievo Guardiola non ha superato il maestro: dopo l’1-1 di Elland Road, nel quale gli Whites arrivarono a primeggiare nel possesso palla contro una squadra che del palleggio fa la sua peculiarità principale, nel ritorno dell’Etihad il Leeds ha addirittura vinto 2-1.

LEGGI ANCHE: Playoff serie A, come e perché si potrebbero giocare

Lo ha fatto, la squadra di Bielsa, giocando un tempo intero in inferiorità numerica a causa dell’espulsione di Liam Cooper, cacciato dall’arbitro per un brutto intervento su Gabriel Jesus. Seppure in dieci, la truppa di Bielsa non è arretrata di un millimetro e anzi, in dieci contro undici ha provato comunque a non snaturarsi. Il coraggio è stato premiato: dopo il momentaneo pareggio di Ferran Torres, Stuart Dallas ha coronato una giornata perfetta segnando la sua prima doppietta stagionale.

leeds
Fonte immagine: @MatteoSorrenti (Twitter)

Una salvezza non miracolosa

La vittoria è molto importante perché certifica il lavoro intrapreso da Bielsa da ormai quasi tre anni. Dopo la prima promozione fallita è arrivata la risalita dello scorso anno e poi, numeri alla mano, una salvezza tranquilla. La matematica aveva già premiato gli Whites prima della sosta per le nazionali, perciò da quel momento in poi la squadra ha potuto giocare con la mente molto più sgombra.

LEGGI ANCHE: Leeds corsaro a Villa Park: come Bielsa ha costruito i gol vittoria

Tuttavia, la narrativa distorta attorno al Leeds sta facendo perdere la percezione del risultato ottenuto. Una salvezza meritata, ottenuta con tranquillità e assolutamente non scontata, ma nemmeno miracolosa perché gli investimenti estivi della società sono stati importanti – senza, Bielsa non si sarebbe fatto problemi a dire addio – e quindi, facendo due conti, non è così sorprendente il fatto che Cooper e compagni non abbiano mai rischiato di essere risucchiati nella zona calda.

I numeri del Leeds

Secondo le stime di Transfermarkt, il Leeds in estate ha speso circa 107 milioni di euro per portare a Elland Road quattro volti nuovi e qualche riscatto – come quello dell’interessante portiere francese Meslier -, al fronte di circa 22 incassati. Il fatto che tre di questi non abbiano reso, però, non implica che la società non avesse posto le basi economiche per agganciare una salvezza tranquilla.

LEGGI ANCHE: Cosa dobbiamo aspettarci dalla volata finale in Premier League

Tra infortuni – come quelli di Koch e Diego Llorente – e gente che non ha reso – Rodrigo, con la conferma di Bamford, è andato in difficoltà – l’unico acquisto azzeccato parrebbe essere stato Raphinha. Il brasiliano è uno dei calciatori più impattanti di questa Premier League: arrivato per 16 milioni di euro dal Rennes, ha avuto un grande impatto partendo largo a destra, sulla sua mattonella preferita. Il Leeds potrebbe addirittura decidere di monetizzarlo a giugno, mettendo a bilancio una plusvalenza da urlo.

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da Leeds United (@leedsunited)

Questione di identità

E allora, come ha fatto il Leeds a salvarsi agilmente con la stessa rosa dello scorso anno? Questione di identità, direbbe Bielsa, perché se hai idee e il noi viene sempre messo davanti all’io, tutto si facilita. Il manager ha capito che tramite l’organizzazione e il perseguimento di certi obiettivi senza snaturarsi sarebbe stato possibile ripetere l’annata passata.

LEGGI ANCHE: Dove vedere Juventus-Genoa in tv e streaming

E, in effetti, gli Whites hanno sempre affrontato tutti allo stesso modo, talvolta cadendo fragorosamente, ma anche facendo figure più che dignitose contro le cosiddette big. Ora arriva il difficile, perché l’anno prossimo il Leeds non può più nascondersi e dovrà operare meglio sul mercato, per mantenere costante un’ascesa che – sullo stile di Wolverhampton e Leicester – dovrà culminare con il posizionamento costante in zona Europa.

LEGGI ANCHE: Dove vedere Inter-Cagliari in tv e streaming

Seguici sul nostro sito, resta aggiornato CLICCA QUI e contattaci sui nostri social: InstagramFacebookTwitter e Flipboard! Inoltre, ascolta il nostro Podcast su Spotify!

Avatar
Andrea Bracco
Cuneese, ha fondato il primo sito di calcio sudamericano in Italia e collaborato con diverse realtà editoriali di importanza nazionale, come Ultimo Uomo e Rivista Undici. Liga e Sudamerica le sue stelle polari, il calcio minore la sua debolezza.

Articoli recenti