kulusevski

Dejan Kulusevski ha bruciato le tappe, rivelandosi come uno dei giovani in rampa di lancio del calcio italiano. E la Juventus lo aspetta a braccia aperte

Nel calcio, molto spesso sono i numeri a parlare. Le statistiche non dicono tutto, ma servono per capire e contestualizzare forza ed efficacia di alcuni calciatori. In tal senso, questa è stata la stagione di Dejan Kulusevski, talento svedese che nel Parma ha fatto fuoco e fiamme. Arrivato in prestito secco dall’Atalanta, il giovane esterno offensivo già a gennaio è stato bloccato dalla Juventus, che lo ha strappato alla concorrenza dell’Inter investendo oltre 40 milioni di euro per portarlo a Torino.

INSIGNE INFORTUNIO | QUANDO RIENTRA | TEMPI DI RECUPERO

A proposito di numeri, Kulusevski quest’anno ha bruciato tutte le tappe, toccando quota 10 gol e 9 assist in stagione, e rivelandosi come il calciatore under 20 più efficace di sempre. Il 2019/20, prolungato dai tristi eventi che ormai tutti conosciamo, si sta concludendo alla grande. La rete che lo ha portato in doppia cifra è arrivata proprio con la sua ormai ex squadra, aprendo la sfida che poi l’Atalanta ribalterà con un uno-due letale nel finale.

LA JUVENTUS HA MERITATO QUESTO SCUDETTO?

Gol d’autore e grandi prestazioni: Kulusevski è diventato grande

Dei 10 gol segnati in stagione, la maggior parte sono arrivati sfruttando in pieno le caratteristiche che Madre Natura gli ha donato. Corsa, rapidità nel breve ma soprattutto capacità di ribaltare il campo con efficacia lo hanno reso una pedina imprescindibile per il Parma di Roberto D’Aversa, che sulle ripartenze di Kulusevski e Gervinho, soprattutto nel girone di andata, ha costruito la seconda salvezza consecutiva del club ducale.

EMERSON ROYAL, CHI È L’OBIETTIVO DI CALCIOMERCATO DEL MILAN

Se però dovessimo eleggere la rete migliore di tutte, sicuramente la scelta ricadrebbe sul tiro a giro che ha sentenziato il Brescia, arrivato qualche giorno prima della prodezza contro l’Atalanta. Kulusevski, dopo aver ricevuto palla in posizione defilata, si porta la palla sul piede destro e gli dà un effetto tale da farla spiovere precisamente all’incrocio dei pali. Un gol d’altri tempi, ‘alla Del Piero’ direbbe qualcuno, proprio per la somiglianza con la rete segnata oltre 20 anni fa da Pinturicchio contro la Fiorentina.

AUGUSTUS KARGBO, L’EROE DELLA PROMOZIONE DELLA REGGIANA

La possibile evoluzione tattica

Di Kulusevski sarà molto interessante osservare lo sviluppo che eventualmente potrà avere a livello tattico. Già ai tempi della Primavera dell’Atalanta, lo svedese veniva impiegato come esterno alto. La sua capacità di abbinare velocità e un fisico da corazziere lo ha sempre agevolato, tanto è vero che durante la sua ultima stagione con i pari età sembrava un calciatore già completamente formato, capitato in campo per caso.

LA LAZIO CERCA GOL: DALLA SPAGNA ARRIVA BORJA MAYORAL

Maurizio Sarri riceverà quindi in dote un bel talento ancora da plasmare del tutto. Non è escluso che l’ex manager del Chelsea, sfruttando le doti fisiche di Kulusevski, possa lavorarci anche in chiave centrocampo, costruendolo come interno destro box to box e ritrovandosi in rosa un giocatore in grado di interpretare più ruoli. Senza palla lo svedese evidenzia ancora qualche lacuna, ma niente di cui preoccuparsi: con la giusta abnegazione, potrà diventare un vero e proprio top del ruolo.

LINGARD, UN GOL CHE VALE LA CHAMPIONS PER LO UNITED

Una risorsa sotto porta

Da non sottovalutare, infine, è anche l’eventuale apporto che Kulusevski potrà alla Juventus in fase realizzativa. In un confronto pubblicato su Twitter, è stato evidenziato come, da solo, l’esterno offensivo del Parma in campionato abbia segnato un solo gol in meno rispetto a tutto il comparto mediano della Juventus con l’aggiunta di Federico Bernardeschi e Douglas Costa. Davvero impressionante, soprattutto se si considera che Kulusevski è alla prima stagione assoluta in Serie A.

DALL’EUROPA ALLA LOTTA SALVEZZA: LA FOLLE STAGIONE DEL TORINO

Concludendo, quindi, si potrebbe quasi dire che la Juventus abbia messo a referto, con ampio anticipo, un grande colpo di mercato non solo in prospettiva, ma anche per il presente. Il resto lo scopriremo molto presto: Kulusevski giocherà l’ultima partita con la maglia del Parma e, dal 3 agosto, si unirà ai bianconeri per programmare la prossima annata, procedendo con quella maturazione già imboccata che potrebbe portarlo definitivamente a trasformarsi in un vero e proprio numero 10.

View this post on Instagram

God got me 🤞

A post shared by Dejan Kulusevski (@dejan.k10) on

Per restare sempre aggiornati, seguici su Instagram e Facebook