HomeCalcio EsteroCome Jonathan David ha cambiato la stagione del Lille

Come Jonathan David ha cambiato la stagione del Lille

Jonathan David, dopo un inizio difficile, ha preso per mano il Lille e lo sta conducendo alla vittoria in Ligue 1. Ed è ormai pronto per un grande calciomercato estivo

Non è forse lui il nome che sta dominando, a livello mediatico, la narrazione sul miracolo Lille in Ligue 1 (quella palma spetta infatti a Burak Yilmaz), ma Jonathan David sarà molto probabilmente il gioiello del prossimo calciomercato, un po’ per età e un po’ per “tradizione” del suo club.

LEGGI ANCHE: Lille, macchina da gol che vince con gli sconosciuti

E dire che, all’inizio della stagione, sembrava che Luis Campos questa volta avesse fatto un buco nell’acqua e il giovane canadese fosse stato sopravvalutato: a novembre non aveva ancora segnato alcun gol né servito assist, e i 27 milioni spesi per lui si sospettava fossero stati troppi. Invece, oggi è senza dubbio uno dei giocatori di punta del Lille, che sembra sempre più vicino a uno storico scudetto.

L’inizio col diesel di Jonathan David

LEGGI ANCHE: Luis Campos, l’uomo dietro alle quinte del Lille

Nell’estate del 2020, Campos aveva scelto di scommettere sulla punta canadese per sostituire Victor Osimhen, ceduto al Napoli. David, classe 2000 nato a Brooklyn da genitori haitiani ma cresciuto a Ottawa, proveniva dal Gent e da un bottino di 18 reti nel campionato belga.

Come tipo di giocatore, è parso subito chiaro fosse diverso dal nigeriano, così come da Aubameyang, altro fenomeno fatto esplodere dall’allenatore Christophe Galtier: Jonathan David è più trequartista o seconda punta, mentre al Lille serviva piuttosto un attaccante esterno o una prima punta. È stato questo, in particolare, a rallentare la sua esplosione in Ligue 1.

LEGGI ANCHE: Infinito Burak Yilmaz: nella stagione d’oro al Lille anche una tripletta all’Olanda

Galtier, inizialmente, lo ha provato da centravanti, ma il nordamericano non aveva le caratteristiche adatte al ruolo e, molto presto, il suo allenatore ha deciso di affiancargli Yilmaz, che nei progetti originali sarebbe dovuto esserne la riserva. Si è formato così un attacco a due, con altrettante finte ali alle spalle (Ikoné e Renato Sanches). Tuttavia, fino al 22 novembre David non aveva ancora lasciato chiaramente il segno nella stagione del Lille.

La svolta nel momento del bisogno del Lille

I Dogues hanno dimostrato fin da subito di essere una squadra dalle molte risorse, e grazie ai risultati sottotono delle big (PSG in primis), hanno preso la testa della classifica e sono riusciti a difenderla dando tempo al gioiellino canadese di ambientarsi coi suoi tempi al campionato francese e al nuovo ruolo, più vicino alla porta rispetto a com’era abituato.

LEGGI ANCHE: Maignan, il portiere del Lille che guarda all’Europeo (e al Milan)

Poi, verso febbraio, il Lille ha iniziato ad avere il fiato corto, come dimostrato dalla deludente eliminazione contro l’Ajax in Europa League. È stato in quel periodo che Jonathan David ha segnato la sua prima doppietta, il 3 marzo al Marsiglia. Mentre la squadra rallentava vedeva riavvicinarsi le inseguitrici (tre pareggi e una sconfitta in sei partite, tra il 14 febbraio e il 21 marzo), lui ha finalmente iniziato a prendere in mano la squadra e dimostrare il carattere necessario per una punta del suo talento.

Il 3 aprile, nello scontro col PSG a Parigi che sembrava destinato a spingere il Lille fuori dalla corsa al campionato (specialmente dopo la pesante sconfitta per 3-0 subita solo due settimane prima in Coppa di Francia), David ha trovato il gol che ha deciso la partita in favore dei Dogues.

LEGGI ANCHE: Il futuro della nazionale di calcio degli Stati Uniti

Il 25 aprile, in un’altra situazione drammatica (sotto di 2-0 in casa del Lione, e di nuovo primo posto a rischio), lui e Burak Yilmaz sono saliti in cattedra nel secondo tempo, ribaltando la partita. Il gol dell’insperato pareggio è stato firmato proprio dal canadese. Che, venerdì,  ha di nuovo lasciato la sua firma nel 3-0 al Lens: la partita che, grazie al pareggio del PSG a Rennes, potrebbe presto essere ricordata come quella che ha deciso lo scudetto.

Il calciomercato è pronto per lui

Potrebbe sembrare una frase fatta, ma Jonathan David potrebbe veramente essere uno dei grandi nomi dell’estate in ottica mercato: ha solo 21 anni e con i suoi gol (12 finora) si sta imponendo come uno dei giocatori decisivi nella stagione straordinaria del Lille. Con una società notoriamente in ristrettezze economiche, difficile pensare che possa rimanere un’altra stagione.

LEGGI ANCHE: Da sorpresa della stagione al rischio fallimento: il Lille è in vendita

Inoltre, il club francese è famoso per sfornare spesso giovani attaccanti destinati a dominare il calciomercato: due anni furono Leao e Nicolas Pepé, l’anno scorso Victor Osimhen, due cessioni da cui il Lille ha ricavato complessivamente 150 milioni di euro.

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da Jonathan David Jr. (@jodavid)

A luglio, avrà anche modo di disputare la Gold Cup, il torneo continentale nordamericano, accanto all’altro baby-fenomeno Alphonso Davies. E se il Canada dovesse scombinare il tavolo dei pronostici, il suo cartellino potrebbe diventare ancora più remunerativo.

LEGGI ANCHE: Chi è John Herdman, l’allenatore che vuole cambiare la storia del Canada

Seguici sul nostro sito, resta aggiornato CLICCA QUI e contattaci sui nostri social: InstagramFacebookTwitter e Flipboard! Inoltre, ascolta il nostro Podcast su Spotify!

98316bfe462d28c8979063b5c072b9cf?s=90&d=mm&r=g
Valerio Moggia
Nato a Novara nel 1989, è il curatore del blog Pallonate in Faccia, ha scritto per Vice Italia e Rivista Undici, e collabora con la rivista digitale Linea Mediana.

Articoli recenti