Addio al calcio a soli 19 anni? Ihattaren è un caso

Ihattaren è un caso di questo inizio di stagione in Serie A: arrivato alla Sampdoria via Juventus con grandi aspettative, non ha mai giocato e ora sempre stare pensando addirittura al ritiro.

Leggi anche | Juventus e Cristiano Ronaldo, parla Evra: “Una gestione sbagliata”

Doveva essere la stagione della consacrazione all’estero, dopo i problemi al PSV Eindhoven e le pressioni per trasferirsi altrove, e invece Mohamed Ihattaren starebbe addirittura pensando al ritiro dal calcio.

Calciomercato.com riporta infatti delle voci non meglio specificate provenienti dall’Olanda, secondo cui il giovanissimo talento sarebbe sul punto di abbandonare il calcio a causa di problemi legati alla depressione, che si trascinerebbero da tempo.

Ihattaren, una promessa molto discussa

Leggi anche | “Voglio rinnovare” la richiesta che scuote il Real Madrid

È sempre stato un giocatore discusso, Mohamed Ihattaren. Fin dal suo esordio in Eredivisie, non ancora 17enne, si è affermato come una delle grandi speranze del calcio olandese, al punto che pochi mesi dopo la UEFA lo inseriva nella sua lista dei 50 giocatori più promettenti in Europa. Ma attorno alla sua figura si sono anche scatenate presto polemiche.

ihattaren
Fonte: @iamihattaren (Instagram)

Soprattutto sulla sua nazionalità: nell’autunno 2019, l’allora ct degli Oranje Ronald Koeman accusò il Marocco di pagare i giocatori olandesi di origine marocchina per rappresentare la selezione nordafricana invece di quella europea. Il riferimento era proprio all’indiscrezione secondo cui l’allenatore dei Leoni dell’Atlante Halilhodzic volesse convocare Ihattaren, strappandolo all’Olanda.

Leggi anche | La Juventus ha un problema offensivo testimoniato dai numeri

Ihattaren spiegò di non aver ancora preso una decisione, e alla fine non andò a rappresentare il Marocco (al momento, in effetti, non è ancora sceso in campo con nessuna nazionale maggiore). I dubbi, però, erano legati al forte legame con suo padre Mustapha, immigrato dal Al Hoceima negli anni Ottanta. Proprio mentre si consumava la polemica, il genitore dell’attaccante oggi alla Sampdoria moriva di cancro a Utrecht.

Iscriviti al nostro canale YOUTUBE

Un evento che ha segnato molto Ihattaren, che da allora ha iniziato a soffrire di depressione. Di questi problemi, però, si è sempre parlato molto poco anche in Olanda, anche perché nel frattempo il giocatore si era preso un ruolo di primissimo piano nel PSV Eindhoven, disputando una stagione da 7 gol e 9 assist in 33 presenze.

Problemi personali e l’addio alla Samp

Leggi anche | La Juventus ha una nuova promessa: arriva Ihattaren!

Nella scorsa stagione, però, Ihattaren aveva rotto con il PSV, decidendo di non rinnovare il contratto e finendo fuori squadra prima della fine del campionato. La decisione era stata probabilmente presa di comune accordo con il suo agente Mino Raiola, che ha operato in maniera simile anche con Donnarumma al Milan.

ihattaren
Fonte immagine: @Soccernews_nl (Twitter)

E così, nell’estate 2021 l’olandese aveva lasciato Eindhoven a prezzo di saldo per andare alla Juventus e, da qui, passare subito in prestito alla Sampdoria. Solo che a Genova non ha mai visto il campo, ufficialmente per problemi di forma dovuti alla fine prematura della sua stagione al PSV.

Leggi anche | Che fine ha fatto Ihattaren? Accuse pesanti dall’Olanda

A metà ottobre, la Samp lo ha lasciato tornare in Olanda, con il ds Faggiano che ha spiegato il problema dicendo: “Ihattaren è arrivato fuori allenamento. Poi è successo qualcosa a livello famigliare“. Di fronte a parole tanto vaghe, la stampa olandese aveva iniziato a parlare di scarsa professionalità del giocatore e a viaggi non autorizzato a Milano e Montecarlo, che avrebbero portato alla rottura col club blucerchiato.

Adesso, nuove indiscrezione sembrano suggerire che, dietro a tutto, ci sarebbero anche i mai risolti problemi di depressione del giocatore, rientrato a casa dopo non essersi riuscito ad ambientare a Genova. L’ipotesi del ritiro non è ancora confermata, ma si tratterebbe di una conclusione inaspettata, per quello che è ancora considerato uno dei massimi talenti in circolazione.

Leggi anche | Pioli come Guardiola, la verità sull’azzardo di Adani

Siamo su Google News: tutte le news sul calcio CLICCA QUI