Juventus e Cristiano Ronaldo, parla Evra: “Una gestione sbagliata”

Evra ha parlato a La Repubblica dell’addio alla Juventus di Cristiano Ronaldo: “Parole sbagliate di Allegri, andava gestito meglio”

Patrice Evra è uno dei calciatori più vincenti del mondo ma, parallelamente, ha sviluppato anche una vita parallela da opinionista e influencer. Non è infatti raro imbattersi in suoi video spiritosi sui vari social network, sfruttati anche durante il suo periodo alla Juventus.

Real Madrid, Mondiale e Pallone d’Oro: le confessioni di Eto’o

Di recente, l’ex terzino francese è tornato a parlare rilasciando un’intervista a La Repubblica, nella quale ha toccato molti temi interessanti soffermandosi però, com’è normale che sia, sulla situazione della sua ex squadra e, soprattutto, sul divorzio da Cristiano Ronaldo.

evra
Fonte Immagine: @manchesterunitedfans.id (Instagram)

Evra su Ronaldo: “Il capro espiatorio della Juventus”

Cristiano Ronaldo chiedeva solo rispetto, ma alla fine alla Juventus è stato trattato come il capro espiatorio per tutte le difficoltà che si sono palesate”. Con queste parole Evra ha esordito in un’intervista al vetriolo, senza peli sulla lingua come suo solito: “Le critiche ricevute in Italia sono ridicole e strumentali”.

Perché Benzema può vincere il Pallone d’Oro

Evra, probabilmente, si riferisce anche agli avvenimenti degli ultimi giorni di mercato, quando una volta ufficializzato il ritorno al Manchester United, CR7 è stato letteralmente accerchiato dalle critiche di media e tifosi bianconeri: “Servivano più intelligenza e rispetto verso di lui”, ha chiosato il francese.

Evra su Allegri: “Parole rivedibili”

Infine, l’ex juventino ha portato uno dei tanti esempi secondo i quali la gestione di un patrimonio come quello rappresentato dal portoghese sarebbe stata quasi improvvisata: “Prendete per esempio Allegri – ha detto Evra – disse subito che Ronaldo non si sarebbe dovuto sentire titolare e non avrebbe giocato sempre“.

Patrice Evra: da Marsala al tetto del mondo

Un errore, secondo il francese: “Puoi pensarlo, ma non devi dirlo. In ogni caso, era palese che sarebbe finita così, anche perché tutti sanno che l’unico vero amore di Cristiano è il Manchester United”. Nonostante ciò, con Allegri “mi sono trovato bene: sa comunicare e lo fa sempre col sorriso: nel 2019 io non lo avrei mai mandato via, ma avrei provato a migliorare la squadra”.

Siamo su Google News: tutte le news sul calcio CLICCA QUI