HomeCalcio EsteroCome sta andando il ricambio generazionale del Galles

Come sta andando il ricambio generazionale del Galles

Semifinalista nel 2016, il Galles si presenta al via degli Europei 2021 con una rosa mezza rinnovata da alcuni giovani interessanti

Agli Europei del 2016 il Galles mise insieme il miglior cammino della propria storia, arrivando a un passo dalla finale e cedendo il passo soltanto al Portogallo di Cristiano Ronaldo, giustiziato proprio da una rete del fenomeno della Juventus e da un gol nel finale di Nani. Cinque anni dopo, un po’ a sorpresa, la selezione gallese di presenta al via con una squadra che è un po’ un mix di esperienza e gioventù.

Di recente, infatti, la federazione ha avviato un processo di ricambio generazionale che attualmente è in corso e, sulla carta, dovrebbe dare dei frutti da qui in poi. Nella rosa del ct Rob Page, infatti, trovano ancora spazio i vari Ramsey, Bale, Allen e Hennesey, ma anche una serie di ragazzi molto interessanti da seguire con interesse. Numeri alla mano, il Galles si presenta al via con un’età media di 26,5 anni.

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da Ethan Ampadu (@ethanamp26)

Galles, i talenti in difesa

Partendo dalle retrovie, tra i ragazzi da segnalare e tenere d’occhio spicca senz’altro Ethan Ampadu, 20enne di proprietà del Chelsea mandato già in giro per un paio di anni in prestito per fare esperienza. Centrale difensivo fisico, bravo nel gioco aereo, nella prossima stagione verrà definitivamente aggregato alla prima squadra e lavorerà con Tuchel.

Sempre a Londra, ma più a nord, gioca Joe Rodon, altro difensore centrale lanciato quest’anno da Mourinho al Tottenham e capace, tramite prestazioni decisamente convincenti, di prendersi la titolarità negli Spurs. Di grande prospettiva, infine, è anche Neco Williams, terzino sinistro di proprietà del Liverpool: classe 2001, quest’anno ha messo insieme 14 presenze con i Reds.

Colwill, il gioiello di Cardiff

Il centrocampo del Galles è il reparto con l’età media più alta della squadra. Qui, infatti, giganteggiano Aaron Ramsey e Joe Allen ma, tra loro, potrebbe emergere Matt Smith, mediano classe 1999 che attualmente gioca nella seconda squadra del Manchester City, godendo – pare – anche della stima di Guardiola che lo starebbe osservando molto da vicino.

La sorpresa di Euro 2020 però rischia di essere Rubin Colwill, trequartista dell’under 23 del Cardiff con già 6 presenze in prima squadra. Lanciato nel finale di stagione nella difficile Championship inglese, Colwill ha catturato sin da subito l’attenzione di Page che, con un mezzo colpo di scena, ha deciso di convocarlo con la nazionale maggiore.

Qualità in attacco

Daniel James sarà uno dei calciatori sui quali il Galles punterà maggiormente. L’esterno sinistro del Manchester United è reduce da un’annata complessivamente positiva e vuole sfruttare la vetrina internazionale per guadagnarsi la riconferma nei Red Devils. Quest’anno, con Solskjaer, il classe 1997 di Beverley ha messo insieme 26 presenze con 5 gol e per Page è un titolare.

Infine, una citazione la merita anche Tyler Roberts, attaccante del Leeds che, con Marcelo Bielsa, ha trovato un po’ di continuità nel ruolo di ‘sotto punta’, a ridosso di un centravanti di ruolo. Col Galles, nonostante i 22 anni appena compiuti, vanta già una discreta esperienza e, a partita in corso, può diventare una risorsa importante.

Seguici sul nostro sito, resta aggiornato CLICCA QUI e contattaci sui nostri social: InstagramFacebookTwitter e Flipboard! Inoltre, ascolta il nostro Podcast su Spotify!

Avatar
Andrea Bracco
Cuneese, ha fondato il primo sito di calcio sudamericano in Italia e collaborato con diverse realtà editoriali di importanza nazionale, come Ultimo Uomo e Rivista Undici. Liga e Sudamerica le sue stelle polari, il calcio minore la sua debolezza.

Articoli recenti

Resta aggiornato con Telegram