De Boer
Fonte: Instagram @fdeboerofficial

Da quando ha sostituito Koeman sulla panchina dell’Olanda, De Boer non ha vinto nessuna delle prime quattro partite: mai nessun tecnico della Nazionale Oranje aveva avuto un avvio così complicato

Periodo non semplice per le Nazionali tra infortuni, assenze a causa del Covid e conseguenti nuovi equilibri da trovare. Tra le compagini più in difficoltà figura certamente l’Olanda, da settembre guidata da Frank De Boer. L’ex tecnico di Ajax, Inter e Crystal Palace, arrivato al posto di Ronald Koeman che ha sposato la causa del Barcellona, ha avuto un impatto decisamente traumatico con la sua nuova squadra. Tre pareggi e una sconfitta nelle prime quattro gare da commissario tecnico: mai nessuno prima di lui aveva iniziato così male alla guida degli Oranje.

VINCENZO GRIFO, L’ITALIANO CHE HA QUASI PORTATO IL FRIBURGO IN EUROPA

De Boer alla guida dell’Olanda: più ombre che luci

L’avventura di De Boer alla guida dell’Olanda comincia il 24 settembre. Dopo l’addio di Koeman, la federazione olandese decide di affidarsi all’ex capitano degli Oranje, che ha vestito la maglia della Nazionale per 112 volte risultando uno dei più presenti in assoluto. Un’avventura decisamente stimolante per De Boer, che ha l’occasione di riscattare le ultime e infelici esperienze in panchina. Dopo aver vinto 4 campionati e 1 Supercoppa d’Olanda con l’Ajax, De Boer non ripete infatti tali successi in nessun’altra squadra allenata (Inter in Italia, Crystal Palace in Inghilterra e Atlanta United in America).

LA FINLANDIA VINCE IN FRANCIA E SI PREPARA AI PROSSIMI EUROPEI

La prima partita da tecnico per De Boer è un’amichevole contro il Messico. Il risultato non è esaltante – sconfitta per 1-0 firmata dall’attaccante del Wolverhampton Raul Jimenez –, così come l’idea di gioco proposta dal tecnico. La squadra infatti eccelle nel possesso palla, come da tradizione olandese, ma non riesce a capitalizzare le occasioni da gol create. Una dinamica che si ripete anche nelle due sfide di Nations League contro Bosnia e Italia, terminate con altrettanti pareggi.

Nessun tecnico come De Boer all’inizio del suo ciclo olandese

La recente amichevole contro la Spagna non regala riscontri particolarmente positivi. Una sfida chiusa sull’1-1, nella quale la Nazionale che ha una leggera supremazia è quella iberica. Ennesimo risultato negativo dunque per Frank De Boer, che coglie un primato decisamente poco lusinghiero: 0 vittorie nelle prime 4 partite alla guida dell’Olanda. Mai nessun tecnico, nella storia degli Oranje, era arrivato a tanto.

Un record decisamente singolare per una Nazionale come quella olandese, che ha avuto grandi soddisfazioni ma anche momenti di notevole difficoltà. Parlando di flop recenti, l’Olanda ha mancato la qualificazione agli Europei del 2016. Un percorso in cui si sono avvicendati sulla panchina arancione Guus Hiddink e Danny Blind, con quest’ultimo che non è riuscito a centrare la qualificazione. Nelle sue prime 4 partite da tecnico, però, ha ottenuto una vittoria (per 2-1 contro il Kazakistan).

L’INGHILTERRA CONTINUA AD AVERE UN PROBLEMA COL PORTIERE

Un’altra delusone non troppo dispersa nel passato è la mancata qualificazione ai Mondiali del 2002. Un obiettivo per il quale era stato ingaggiato Louis Van Gaal, reduce dall’esperienza al Barcellona. Nonostante la clamorosa mancata qualificazione, in un girone in cui gli arancioni finiscono terzi dietro a Portogallo e Irlanda, Van Gaal vince comunque due delle prime quattro partite (contro Cipro e Estonia). La speranza di Frank De Boer è di invertire al più presto questo trend negativo, sia per la Nazionale olandese che per la sua intera carriera di allenatore.

COS’È E COME FUNZIONA IL RANKING UEFA PER CLUB E NAZIONI