diogo jota liverpool

Il Liverpool batte due colpi sul mercato, aumentando ulteriormente il suo potenziale. Oltre a Thiago Alcantara del Bayern Monaco, i Reds si sono assicurati le prestazioni di Diogo Jota: attaccante portoghese classe ’96 proveniente dal Wolverhampton. Un giocatore per il quale sono stati spesi ben 44,7 milioni di euro, rendendolo il sesto acquisto più costoso nella storia del club.

NECO WILLIAMS, IL NUOVO GIOIELLO DI CASA LIVERPOOL

Diogo Jota e l’esplosione al Wolverhampton

Che Diogo Jota fosse un attaccante da tenere d’occhio lo si capiva fin dai primi anni della sua carriera. A soli 19 anni, infatti, trascina il Paços de Ferreira al 7^ posto nel campionato portoghese segnando 12 gol. Una freddezza sotto porta che conferma con la maglia del Porto, squadra a cui viene girato dopo l’ingaggio nell’estate del 2016 dall’Atletico Madrid.

SAMUELE RICCI DELL’EMPOLI: RUOLO E CARATTERISTICHE

La vera esplosione di Diogo Jota avviene però in Inghilterra, con il passaggio al Wolverhampton nel 2017. Il club si affida per la panchina a Nuno Espirito Santo che, per tornare in Premier League, punta su una colonia portoghese di cui fa parte anche Diogo Jota (allenato l’anno prima al Porto). L’attaccante ripaga con gli interessi la fiducia del connazionale, contribuendo con 17 gol e 6 assist al 1^ posto finale in Championship degli Wolves.

LUKA JOVIC, UN’OCCASIONE (DISPENDIOSA) PER LA SERIE A

In Premier League la musica non cambia, con il club in maglia arancione che lotta per le zone alte della classifica trascinato dal suo alfiere portoghese. Un giocatore in grado di fare la differenza sotto porta ma anche di duettare al meglio con il “gemello” Raúl Jimenez, centravanti preso nell’estate del 2018 dal Benfica.

Grazie alle sue prestazioni eccellenti, per Diogo Jota non tardano ad arrivare corteggiamenti da club importanti. Il più consistente è quello del Liverpool, che ufficializza l’acquisto del giocatore il 19 settembre. Un addio vissuto dal suo mentore Nuno Espirito Santo con soddisfazione per il traguardo raggiunto e gratitudine per quanto fatto negli anni precedenti, come trapela dalla sue dichiarazioni nella conferenza stampa prima della sfida contro il Manchester City:

“Quello che Diogo ha fatto per noi è assolutamente fantastico. Penso che stia andando nel posto giusto e gli auguriamo il meglio sapendo che non verranno mai dimenticati, soprattutto dai nostri fan, tutti i momenti memorabili in cui è stato protagonista”

Chi è Diogo Jota: caratteristiche tecniche e ruolo

Velocità, tecnica e duttilità: le caratteristiche base per attirare l’interesse di Jurgen Klopp. Non è un caso quindi che il Liverpool abbia deciso di investire così tanto per assicurarsi Dogo Jota, che dispone in grande quantità di queste qualità.

IL NUOVO MANCHESTER UNITED DI VAN DE BEEK

Il portoghese ex Wolverhampton parte solitamente dal settore sinistro dell’attacco, per poi svariare su tutto il fronte offensivo scatenando la sua notevole velocità negli spazi larghi.

Fin dai primi anni della sua carriera è stato un giocatore sia di finalizzazione che di partecipazione al gioco, mettendo insieme numeri importanti sia a livello di gol che di assist. Il suo ruolo naturale è quello di ala sinistra in un attacco a tre, ma sa ricoprire al meglio anche le posizioni di centravanti e di seconda punta.

MORATA ALLA JUVENTUS: AFFARE O RIPIEGO?

Diogo Jota al Liverpool: come verrà impiegato

L’arrivo di Diogo Jota al Liverpool chiarisce le intenzioni dei Reds: affrontare al meglio ogni competizione aumentando la qualità delle alternative. Al momento, infatti, il portoghese parte in seconda fila dietro a Sadio Mané per il ruolo di ala sinistra nell’attacco di Klopp. Visti però i numerosi impegni che attendono i Reds, per Diogo Jota non mancheranno le occasioni per mettersi in mostra.

COME GIOCA IL NUOVO EVERTON CON ANCELOTTI E JAMES RODRIGUEZ

Il portoghese dovrebbe giocare in modo abbastanza simile rispetto al senegalese. Partendo dalla corsia esterna, Diogo Jota cercherà più volte nel corso della partita di convergere per tentare la conclusione o sfruttare i crossi dei terzini Robertson e Alexander-Arnold.

Grazie invece agli assist illuminanti di Thiago Alcantara e Roberto Firmino, può sfruttare gli spazi in velocità. Da non sottovalutare infine la sua predisposizione naturale al dialogo con i compagni di reparto, dote sfruttabile dallo stesso Firmino e da Mohamed Salah.

di Paolo Lora Lamia