HomeCuriositàPierluigi Collina, breve storia del miglior arbitro di tutti i tempi

Pierluigi Collina, breve storia del miglior arbitro di tutti i tempi

Pierluigi Collina, l’arbitro più famoso di sempre, ora è anche il migliore di sempre, almeno secondo France Football, la prestigiosa rivista francese che assegna anche il Pallone d’Oro. Ma perché Collina è così celebrato?

DA SORPRESA DELLA STAGIONE A RISCHIO FALLIMENTO: IL LILLE È IN VENDITA

C’è sempre da discutere, quando si parla di arbitri, e Collina – da tempo considerato uno dei migliori direttori di gara di tutti i tempi – è uno che ha sempre fatto discutere i tifosi. France Football ha deciso di nominarlo miglior arbitro della storia, subito dopo aver eletto un ideale Dream Team dei migliori giocatori di ogni epoca.

Collina ha appeso il fischietto al chiodo nel 2005, e da allora ha rivestito importanti ruoli dirigenziali nel settore arbitrale, operando come disegnatore della Serie A, responsabile della Commissione Arbitrale dell’UEFA, designatore della stessa UEFA, e da quasi quattro anni è presidente della Commissione Arbitri della FIFA.

PRESTO GLI ARBITRI POTRANNO SPIEGARE I PROPRI ERRORI SU UN PORTALE

Chi è Collina, il miglior arbitro della storia

Per capire chi sia Pierluigi Collina basterebbe considerare alcuni fatti che, con il suo ruolo, hanno in realtà poco a che fare: è stato tre volte sulla copertina del videogioco Pro Evolution Soccer, generalmente destinata ai calciatori migliori del mondo; è stato testimonial di diversi marchi internazionali, ed è apparso in un episodio della serie animata giapponese Holly & Benji. Per farla breve: Collina è sempre stato più di un semplice arbitro, è stato l’unico direttore di gara a raggiungere una fama internazionale pari a quella di un grande calciatore.

IL LOCKDOWN HA CAMBIATO LA LAZIO

Viareggino, ha iniziato a dirigere partite nel 1977, quando non era ancora maggiorenne, e nel corso degli anni ha conseguito una laurea in Economia e Commercio a Bologna, divenendo consulente finanziario nel 1991. Quattro anni dopo è divenuto arbitro internazionale, arrivando a dirigere partite non solo prestigiose, ma anche veramente importanti per la storia del calcio: la mitica finale di Champions League del 1999, con il recupero nei minuti conclusivi del Manchester United; la finale del torneo olimpico del 1996, che vide la vittoria della Nigeria, prima nazionale africana a conquistare un titolo internazionale.

Una carriera in cui non sono mancate le polemiche, come detto all’inizio. A Euro 2000, i tifosi della Repubblica Ceca fecero scalpore, presentandosi in migliaia allo stadio con maschere di carta col suo volto, dopo che Collina aveva concesso un discusso rigore contro la loro squadra nel match precedente. Fu sempre lui ad arbitrare la controversa Perugia-Juventus del 14 maggio 2000, rifiutandosi di rinviare la partita causa nubifragio: il Perugia vinse, e i bianconeri persero lo scudetto in favore della Lazio.

Le polemiche segnarono anche il suo ritiro dall’arbitraggio, quando nell’agosto 2005 la Gazzetta dello Sport mise in evidenza come Collina avesse firmato un contratto di sponsorizzazione con la Opel, che già sosteneva economicamente il Milan, senza il consenso dell’AIA, l’associazione degli arbitri italiani. Lui rispedì le accuse al mittente ma, polemicamente, decise di concludere la sua carriera.

La classifica di France Football

CHI È SEBASTIAN COLTESCU, UNO DEGLI ARBITRI PIÙ DISCUSSI DI ROMANIA

Ovviamente, la rivista francese non si è limitata a eleggere Pierluigi Collina come miglior arbitro della storia, ma ha stilato una classifica dei migliori dieci direttori di gara di tutti i tempi, in cui figurano tanti nomi più o meno noti del settore.

CANDREVA ESCLUSO DALLA SAMPDORIA: COSA STA SUCCEDENDO

Sul podio con lui, c’è l’inglese Ken Aston, inventore di importanti innovazioni, come ad esempio quella dei cartellini, ma anche direttore della discussa sfida tra Cile e Italia nei Mondiali del 1962, gravata dal comportamento scorretto e mai sanzionato dei sudamericani. Terza posizione per il francese Michel Vautrot, che diresse la celebre sfida dei Mondiali del 1990 tra Italia e Argentina.

Controverso anche l’inserimento in classifica del tunisino Ali Bennaceur, che non vide la Mano de Dios di Maradona nella sfida tra Argentina e Inghilterra dei Mondiali del 1986. Due soli direttori di gara ancora in attività: l’inglese Mike Dean e la francese Stephanie Frappart, la più famosa arbitra della storia, inserita in nona posizione.

PERCHÈ FOURNEAU È DIVENTATO L’ARBITRO PIÙ FAMOSO DELLA SETTIMANA

  1. Pierluigi Collina
  2. Ken Aston
  3. Michel Vautrot
  4. Markus Merk
  5. Charles Corver
  6. Mike Dean
  7. Ian Foote
  8. Ali Bennaceur
  9. Stephanie Frappart
  10. Howard Webb

JUVENTUS-DINAMO KIEV, ARBITRA FRAPPART: PRIMA DONNA IN CHAMPIONS LEAGUE

Seguici sul nostro sito, resta aggiornato CLICCA QUI e contattaci sui nostri social: InstagramFacebookTwitter e Flipboard!

Valerio Moggia
Valerio Moggia
Nato a Novara nel 1989, è il curatore del blog Pallonate in Faccia, ha scritto per Vice Italia e Rivista Undici, e collabora con la rivista digitale Linea Mediana.

Articoli recenti