calciomercato
Fonte: Instagram @juliaanalvarez

Il calciomercato è in pieno svolgimento e, come ogni anno, la Copa Libertadores regala diversi spunti interessanti: conosciamo i maggiori talenti sudamericani

Sudamerica e calciomercato, un binomio perfetto che trova il punto di incontro durante la Copa Libertadores. Nonostante problemi di ogni tipo, legati (non solo) a vicende sportive, la massima competizione per club del subcontinente esprime, ogni anno, una mole di talenti impressionante, tutti pronti – a cadenza regolare – per innaffiare di splendore il calcio europeo.

VIDAL ALL’INTER: COME GIOCHERÀ CON CONTE

Tra i profili più attesi di questa edizione 2020 – finalmente ripartita dopo il lungo stop causa Coronavirus – c’è senza dubbio Julian Alvarez, atipico attaccante del River Plate che, nella trasferta di Lima contro il Binacional, ha segnato il suo primo gol in Libertadores. La prima presenza, invece, l’aveva messa a referto durante la storica finale di Madrid, vinta dai Millonarios contro i nemici storici del Boca Juniors.

MORATA ALLA JUVENTUS: AFFARE O RISCHIO?

I talenti del River Plate

Alvarez, classe 2000, nasce come numero 9 e in quel ruolo si sgrezza nelle giovanili della Banda fino a quando, una volta affacciatosi in prima squadra, Marcelo Gallardo ne intuisce il talento e la duttilità tattica, spostandolo più defilato verso destra per sfruttarne il fisico e lo spunto sul lungo. Alvarez si è adattato molto bene al nuovo ruolo: gioca a ridosso della prima punta o più decentrato da mezzala destra nel 4-1-3-2 del Muñeco.

DRIBBLING, PLAYSTATION E FANTACALCIO: ALLA SCOPERTA DI ZITO LUVUMBO

Per lui non si è ancora parlato di Europa, al contrario di Gonzalo Montiel e Lucas Martinez Quarta, pronti a sbarcare nel Vecchio Continente già – perché no – in questa sessione di calciomercato. Il primo è un terzino destro classe 1997, il secondo un centrale di un anno più vecchio, che in Italia e in Spagna farebbe comodo a molti. Nel settore offensivo, infine, troviamo Nicolas De La Cruz e Jorge Carrascal, due trequartisti profondamente differenti per caratteristiche, ma entrambi molto talentuosi.

CANDREVA, DA ESUBERO A RISORSA PER IL FANTACALCIO

Racing, brillano tre stelle

Sempre a proposito di calciomercato, va sicuramente menzionato Matias Zaracho, interno di centrocampo dalle spiccate doti offensive attualmente in forza al Racing. Classe 1998, in passato è stato molto vicino a vestire la maglia del Milan. Profilo elettrico, capace di accendere la manovra con accellerate improvvise e fiammate estemporanee, che molto spesso terminano con una giocata decisiva. Ha una clausola rescissoria da 15 milioni di euro.

SAM LAMMERS, A SCUOLA DA VAN NISTELROOY

Di recente, invece, si sono messi in mostra Thiago Banega e Benjamin Garré, entrambi in gol nella trasferta di Lima contro l’Alianza. Il primo, 21 anni appena compiuti, è un centrocampista offensivo letale per i movimenti che riesce a portare tra le linee, con tanto di inserimenti in area avversaria. Garré, nato un anno dopo, è una punta rapida e ficcante che ama partire larga a sinistra. Il Manchester City lo aveva acquistato dal Velez nel 2016, ma ha deciso di non puntarci su.

JACK REYNOLDS, L’INVENTORE DEL CALCIO TOTALE

Flamengo e Palmeiras: botteghe care

Il Flamengo, che nel 2019 ha vinto tutto quello che c’era da vincere, si sta rinnovando per bene. All’interno di questo ringiovanimento hanno trovato spazio il terzino destro Mateuzinho (2000), il centrale difensivo Thuler (1998), il 2002 Lazaro – trequartista dalle doti funamboliche – ma soprattutto Lincoln, 20 anni e punta dal sicuro avvenire. Amico fraterno di Vinicius Junior, coltiva il sogno di raggiungerlo a Madrid: ha una clausola da 54 milioni di euro.

HELLAS VERONA – ROMA, PERCHÈ È ARRIVATA LA SCONFITTA A TAVOLINO

Tanti soldi, soprattutto per il calciomercato post pandemia. Se i gioielli del Flamengo sono cari, anche in casa Palmeiras ci si coccola con gelosia tutta l’argenteria. Lo svecchiamento è coinciso con l’arrivo in panchina di Wanderlei Luxemburgo e tocca un po’ tutti i reparti: in difesa è in rampa di lancio l’uruguayano Matias Viña (1997, piace al Milan), in mezzo trovano spazio i mediani Gabriel Menino (2000) e Patrick De Paula (1999), davanti – largo sulla destra – furoreggia Gabriel Veron (2002).

NELSON SEMEDO, UN ALTRO PORTOGHESE NEL WOLVERHAMPTON

Calciomercato: gli altri talenti della Libertadores 2020

Moisés Caicedo è sicuramente uno dei profili maggiormente spendibili sin da subito in chiave calciomercato. Ecuadoriano, 18 anni, è esploso in uno dei club più bravi di tutto il Sudamerica a rastrellare e valorizzare giovani talenti: l’Independiente del Valle. Centrocampista centrale ottimo in entrambe le fasi, Caicedo fa parte della selezione under 20 ma a breve verrà chiamato nella maggiore. In Italia piace al Milan.

MILAN, OSTACOLO SCANDINAVO: ALLA SCOPERTA DEL BODO GLIMT

Dovrebbe a breve approdare in Europa Facundo Pellistri (2001), numero 10 del Peñarol, che il Lione avrebbe già bloccato per una cifra intorno ai 7,5 milioni di euro. Molto interessante il terzino sinistro Abner (2000) dell’Atletico-PR, club nel quale gioca anche il trequartista Vitinho (1999). Il San Paolo – che ha appena ceduto Antony all’Ajax – si coccola il mediano Luan (1999), il trequartista Liziero (1998) e l’esterno sinistro classe 1999 Jonas Toró.

KULUSEVSKI, HAALAND E ALTRI 5 TALENTI SCANDINAVI

A Porto Alegre, infine, in casa Internacional è esploso il 22enne centrocampista Nonato, mentre sulla sponda blu della metropoli brasiliana merita attenzione il trequartista Jean Pyerre, classe 1998 e in scadenza nel 2023. Lucas Sanabria, trequartista 21enne del Libertad, è il nome più spendibile in Paraguay. Gioca nel Libertad, ma fino a oggi è stato poco impiegato, ma il tempo è dalla sua. Un nome nuovo insieme ad altri più famosi, pronti a movimentare il calciomercato del futuro.

View this post on Instagram

Como é bom estar de volta… 🧠🎵

A post shared by Two-one 🧠 (@10jeanpyerre) on

Per restare sempre aggiornati, seguici su InstagramFacebook Twitter