Gol pesanti e attitudine da leader: Brahim Diaz all’esame Simeone

Sarà Brahim Diaz uno dei protagonisti di Milan-Atletico Madrid, seconda giornata di Champions League: come sta andando lo spagnolo?

Milan-Atletico Madrid segnerà il ritorno a San Siro, dopo sette lunghi anni, della Champions League su sponda rossonera. La squadra di Stefano Pioli arriva da una serie di risultati importanti che stanno permettendo al gruppo di coltivare il sogno Scudetto.

LEGGI ANCHE: Milan-Atletico Madrid, dove vedere il match e le probabili formazioni

Tuttavia, la Champions League è un tassello fondamentale da lavorare in questa stagione, non solo a livello sportivo ma soprattutto economico. Tra le tante frecce al proprio arco, il mister rossonero contro i Colchoneros potrà schierare dal primo minuto Brahim Diaz, totalmente recuperato e pronto a dare battaglia.

brahim diaz
Fonte: Instagram @acmilancast

Il momento d’oro di Brahim Diaz

Brahim Diaz sta passando un periodo eccezionale. Nel match di sabato scorso vinto contro lo Spezia, allo spagnolo è bastato subentrare nella seconda parte della ripresa per decidere la partita. Su un pallone vagante in area di rigore spezzina, l’ex Real Madrid ha anticipato tutti e battuto imparabilmente Zoet.

LEGGI ANCHE: Brahim Diaz merita più spazio in questo Milan

Il tutto, giocando uno spezzone di partita di livello assoluto sulla falsariga della grande prestazione sfoderata contro il Venezia, un match chiuso per oltre un’ora e poi deciso dagli strappi suoi e di Theo Hernandez. Insomma, al momento per Pioli è uno degli insostituibili: “Ha avuto bisogno di tempo per maturare – ha confidato l’allenatore – ma ha mezzi straordinari: si toglierà grandi soddisfazioni”.

milan
Olivier Giroud , Brahim Diaz and Ante Rebic of AC Milan celebrate at the end of the Serie A 2021/2022 football match between AC Milan and Cagliari Calcio at Giuseppe Meazza stadium in Milano (Italy), August 29th, 2021. Photo Andrea Staccioli / Insidefoto

Numeri e mercato

A livello statistico Brahim Diaz sta crescendo tantissimo rispetto alla stagione scorsa, quando – Pioli dixit – si è dovuto calare in una realtà differente da quella alla quale si stava abituando, ricevendo molte più responsabilità rispetto al ruolo di comprimario che aveva al Real Madrid.

LEGGI ANCHE: Brahim Diaz del Milan: ruolo e caratteristiche tecniche

Lo spagnolo ha chiuso la sua prima annata in rossonero con 8 reti tra campionato ed Europa League, ma soprattutto ha posto le basi per l’esplosione che sta avvenendo quest’anno. La stagione è cominciata bene, con tre sigilli in campionato e il grande gol segnato ad Anfield, contro il Liverpool, che tuttavia non è servito a portare punti.

Così ora servirà rifarsi, nel match contro l’Atletico Madrid, una squadra ruvida e spigolosa che Diaz affronterà come se fosse una sorta di derby personale. Lui, originario di Malaga ma tifoso del Real, contro la banda del Cholo: il suo compito tra le linee sarà fondamentale per aprire la difesa avversaria, i suoi movimenti dovranno permettere a centrocampisti ed esterni di inserirsi.

LEGGI ANCHE: Un Maldini titolare in Serie A: Daniel 12 anni dopo Paolo

Insomma, responsabilità da leader per chi, a 22 anni, ha già dimostrato di potersi caricare la squadra sulle spalle. Poi, più avanti, si parlerà anche del suo futuro: il Milan può riscattarlo a fine stagione per 22 milioni di euro e, anche se i Merengues hanno un controriscatto fissato a 27, l’impressione è che in rossonero il ragazzo giocherà ancora per parecchio tempo.

Seguici sul nostro sito, resta aggiornato CLICCA QUI e contattaci sui nostri social: InstagramFacebookTwitter e Flipboard!